Apri il menu principale

Hennie Kuiper

ciclista su strada e dirigente sportivo olandese
Hennie Kuiper
Hennie kuiper-1509882821.jpg
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1988 - ciclista
1996 - dirigente
Carriera
Squadre di club
1973 Ha-Ro
1973-1974 Rokado
1975 Frisol-G.B.C.
1976-1978 TI-Raleigh
1979-1980 Peugeot
1981-1982 DAF Trucks
1983 Aernoudt Meubelen
1984 Kwantum Hallen
1985 Verandalux-Dries
1986 Skala-Skil
1987 Roland-Skala
1988 Sigma-Fina
Nazionale
1972-1985 Paesi Bassi Paesi Bassi
Carriera da allenatore
1989-1990Stuttgart
1991Telekom
1992-1996Motorola
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Monaco 1972 In linea
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Yvoir 1975 In linea
 

Hendrik "Hennie" Kuiper (Noord Deurningen, 3 febbraio 1949) è un ex ciclista su strada e dirigente sportivo olandese. Professionista dal 1973 al 1988, ha vinto una Milano-Sanremo, un Giro delle Fiandre ed è stato campione olimpico in linea nel 1972 e campione del mondo nel 1975.

Indice

CarrieraModifica

Atleta specializzato nelle corse di un giorno, tra i dilettanti fu campione olimpico a Monaco di Baviera 1972.

Passato professionista nel 1973 con la tedesca Ha-Ro, nei primi due anni di carriera ottenne alcuni buoni piazzamenti nelle classiche e tre vittorie in gare minori. Nel 1975 vinse una tappa alla Vuelta a España e il titolo nazionale in linea; il 28 agosto dello stesso anno si aggiudicò anche il titolo mondiale in linea a Yvoir, grazie a un attacco solitario nel finale: prima di lui solo Ercole Baldini era riuscito a vincere sia l'oro olimpico che quello mondiale su strada. Attivo anche nel ciclocross, fu campione nazionale di specialità nel 1974 e 1975.

Nel 1976, trasferitosi alla forte TI-Raleigh diretta da Peter Post, vinse la classifica generale del Tour de Suisse, una frazione al Tour de France e una alla Vuelta a España. Nel 1977 e nel 1978 conquistò altre due frazioni alla Grande Boucle; proprio nel 1977, come anche nel 1980, riuscì a piazzarsi secondo nella classifica finale del Tour de France, preceduto rispettivamente da Bernard Thévenet e Joop Zoetemelk.

Nella seconda parte di carriera si impose anche in numerose classiche: vinse il Giro delle Fiandre e il Giro di Lombardia nel 1981, la Parigi-Roubaix nel 1983 e nel 1985, a 36 anni, anche la Milano-Sanremo con un attacco negli ultimi chilometri. Fu quello il suo ultimo successo in carriera; dopo altre tre stagioni senza vittorie, diede l'addio alle corse professionistiche a fine 1988.

Rimasto nel mondo del ciclismo, dal 1989 al 1996 fu direttore sportivo per i team Stuttgart/Telekom e Motorola.

PalmarèsModifica

StradaModifica

6ª tappa Tour de Yougoslavie
7ª tappa Rheinland-Pfalz-Rundfahrt
Classifica generale Circuit de Saône-et-Loire
Ronde van Drenthe
7ª tappa Tour du Limousin
Classifica generale Milk Race
Giochi olimpici, Prova in linea
  • 1973 (Ha-Ro, una vittoria)
2ª tappa Tour de l'Aude (Bram)
  • 1974 (Rokado, due vittorie)
Classifica generale Tour d'Indre-et-Loire
Grand Prix Union-Brauerei
  • 1975 (Frisol-GBC, tre vittorie)
18ª tappa Vuelta a España (Miranda de Ebro)
Campionati olandesi, Prova in linea
Campionati del mondo, Prova in linea
  • 1976 (TI-Raleigh, quattro vittorie)
3ª tappa Tour de Suisse (Vaduz)
Classifica generale Tour de Suisse
4ª tappa Tour de France (Bornem)
4ª tappa Vuelta a España (Baza)
  • 1977 (TI-Raleigh, due vittorie)
17ª tappa Tour de France (Alpe d'Huez)
  • 1978 (TI-Raleigh, due vittorie)
Prologo Critérium du Dauphiné Libéré (cronometro)
16ª tappa Tour de France (Alpe d'Huez)
  • 1981 (DAF Trucks-Côte d'Or, due vittorie)
Giro delle Fiandre
Giro di Lombardia
  • 1982 (DAF Trucks-TeVe Blad, una vittoria)
Grand Prix de Wallonie
  • 1983 (Jacky Aernoudt Meubelen-Rossin, una vittoria)
Parigi-Roubaix
  • 1985 (Verandalux-Dries, una vittoria)
Milano-Sanremo

Altri successiModifica

Dorthan (Criterium)
Olen (Criterium)
Ekeren (Criterium)
Obbicht (Criterium)
Hendrik-Ido-Ambacht (Criterium)
Ossendrecht (Criterium)
Bornem (Criterium)
Kamerik (Criterium)
Prologo Giro dei Paesi Bassi (cronosquadre)
5ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Lovanio, cronosquadre)
Alzey (Criterium)
Wanbrechies (Criterium)
Linne (Criterium)
Leiden (Criterium)
Valkenburg (Criterium)
Prologo Giro dei Paesi Bassi (cronosquadre)
Venhuizen (Criterium)
4ª tappa Tour de France (Caen, cronosquadre)
Melsele (Criterium)
Simpelveld (Criterium)
Stuttgart (Criterium)
Bavel (Criterium)
Galder (Criterium)
Oostakker (Criterium)
Pogny (Criterium)
Gouden Pijl Emmen (Criterium)
Valkenswaard (Criterium)
Langedijk (Criterium)
Elsloo (Criterium)
Heerhugowaard (Criterium)
Helden-Panningen (Criterium)
Rijsbergen (Criterium)
Zutphen (Criterium)
Pointe-à-Pitre (Criterium)
Aalsmeer (Criterium)
Innsbruck (Criterium)
Venhuizen (Criterium)
Kortenhoef (Criterium)
Putte-Mechelen (Criterium)
Hoevelaken (Criterium)
Bavel (Criterium)
Heerhugowaard (Criterium)
Steenwijk (Criterium)
Zele (Criterium)
Hannover (Criterium)
Leende (Criterium)
Echt (Criterium)
Bavel (Criterium)
Innsbruck (Criterium)
Profronde van Almelo (Criterium)
Thorn (Criterium)
Voorthuizen (Criterium)
Profronde van Stiphout (Criterium)
Alphen aan de Rijn (Criterium)
Simpelveld (Criterium)
Sindelfingen (Criterium)
Sindelfingen-Schleife (Criterium)
Walsrode (Criterium)
Kapelle (Criterium)
Beveren-Waas (Criterium)
Siegen-Weidenau (Criterium)
Merelbeke (Criterium)
Heilbronn (Criterium)
Kamerik (Criterium)
Sindelfingen-Schleife (Criterium)

CrossModifica

Campionati olandesi
Campionati olandesi

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1975: 11º
1976: ritirato (14ª tappa)
1977: 2º
1978: ritirato (17ª tappa)
1979: 4º
1980: 2º
1981: 30º
1982: 9º
1983: non partito (10ª tappa)
1984: 56º
1985: ritirato (15ª tappa)
1988: 95º
1973: 16º
1974: ritirato (21ª tappa)
1986: 22º
1987: 44º

Classiche monumentoModifica

1973: 58º
1974: 26º
1975: 36º
1976: 66º
1977: 104º
1978: 26º
1981: ritirato
1982: 30º
1983: 18º
1984: ritirato
1985: vincitore
1986: 79º
1987: 116º
1988: 50º
1973: 36º
1974: 55º
1976: 44º
1977: 13º
1978: 15º
1979: 7º
1980: 22º
1981: vincitore
1982: 16º
1983: 13º
1984: 31º
1985: 3º
1986: 24º
1988: 48º
1973: 31º
1974: 42º
1975: 29º
1976: 4º
1977: 10º
1978: 6º
1979: 3º
1980: 15º
1981: 6º
1982: 15º
1983: vincitore
1984: 9º
1985: 8º
1987: 22º
1974: 12º
1975: 27º
1976: 5º
1978: 6º
1979: 27º
1980: 2º
1981: 12º
1982: 23º
1983: 6º
1984: 29º
1987: 51º
1979: 10º
1980: 5º
1981: vincitore
1982: 10º
1983: 4º
1984: 14º
1985: 31º

Competizioni mondialiModifica

RiconoscimentiModifica

  • Trofeo Gerrit Schulte nel 1975 e 1977
  • Sportivo olandese dell'anno nel 1977
  • Caccivio d'oro nel 2011

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN11689965 · ISNI (EN0000 0000 7870 1983 · LCCN (ENn2003116658 · GND (DE129260576