Henrix Mxit'aryan

calciatore armeno
(Reindirizzamento da Henrikh Mkhitaryan)
Henrik Mkhitaryan
Henrikh Mkhitaryan 2017.jpg
Mkhitaryan al Manchester United nel 2017
Nazionalità Armenia Armenia
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, ala
Squadra Roma
Carriera
Giovanili
1995-2006P'yownik
Squadre di club1
2006-2009P'yownik70 (30)
2009-2010Metalurh Donec'k37 (12)
2010-2013Šachtar72 (38)
2013-2016Borussia Dortmund90 (23)
2016-2018Manchester Utd39 (5)
2018-2019Arsenal39 (8)
2019- Roma18 (8)
Nazionale
2006-2007Armenia Armenia U-175 (4)
2007-2008Armenia Armenia U-196 (1)
2008-2010Armenia Armenia U-2113 (9)
2007-Armenia Armenia86 (29)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 luglio 2020

Henrix Hamleti Mkhitaryan (in armeno: Հենրիխ Համլետի Մխիթարյան?, traslitterazione anglosassone: Henrikh Hamleti Mkhitarian; in russo: Генрих Гамлетович Мхитарян?, traslitterato: Genrich Gamletovič Mchitarjan, [hɛnˈɾiχ məχitʰɑˈɾjɑn]; Erevan, 21 gennaio 1989) è un calciatore armeno, centrocampista o ala della Roma e della nazionale armena, di cui è capitano e miglior marcatore di tutti i tempi con 29 reti[1].

Caratteristiche tecnicheModifica

Jolly di centrocampo, Mkhitaryan è un trequartista atipico molto mobile,[2] nato mezzala nelle giovanili del Pyunik e che offre il meglio di sé come esterno offensivo in un attacco a tre punte. Agile e veloce,[2] seppur venga penalizzato dal punto di vista fisico, è in possesso di una visione di gioco notevole,[2] tecnica sopraffina[2] e abilità negli inserimenti[2]: ciò gli consente di creare tantissime occasioni sia a livello personale che con assist per i compagni.[2]

Grazie all'intelligenza e alla disciplina tattica può giostrare come ala su entrambe le corsie laterali.[2] Destro naturale, è in grado di usare indistintamente il sinistro.[2] Praticamente imprendibile palla al piede, ama alternare tocchi di prima ad azioni più manovrate, mentre fa valere al meglio le sue caratteristiche nel garantire la superiorità numerica grazie alla sua capacità di saltare l'uomo.[2] Chirurgico nella conclusione da fuori, risulta spesso decisivo nelle incursioni e nei passaggi per gli attaccanti.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

EsordiModifica

Figlio del calciatore armeno Hamlet Mxit'aryan, attaccante dell'Ararat, e della moscovita Marina Taschjan, all'inizio degli anni '90 si trasferisce in Francia, a Valence, per seguire la carriera calcistica del padre e vi trascorre l'infanzia.[3] Tornato a Erevan nel 1995 per via della malattia del padre, entra nello stesso anno nelle giovanili del P'yownik. L'anno dopo rimane orfano di padre all'età di sette anni. A 14 anni sostiene un provino con il San Paolo, ma nel 2004 torna al P'yownik.

 
Mxit'aryan con il Metalurh Donec'k nel 2009

A 15 anni percepisce il primo stipendio da calciatore. Promosso in prima squadra, esordisce tra i professionisti con il P'yownik[3] nel 2006, a 17 anni. Milita nel club fino al 2009, stagione in cui segna 11 gol in 10 partite di campionato. Vince quattro campionati armeni (2006, 2007, 2008, 2009), una Coppa d'Armenia (2009) e due Supercoppe d'Armenia (2007, 2009).

Nel 2009 si trasferisce al Metalurh Donec'k, squadra della massima divisione ucraina. Il 16 luglio 2009 bagna l'esordio con il nuovo club segnando nella partita vinta per 3-0 contro il Partyzan Minsk, valida per i preliminari di UEFA Europa League 2009-2010. Nella stagione seguente, all'età di 21 anni, è nominato capitano della squadra, divenendo il più giovane capitano nella storia del club ucraino. Il suo bilancio con la maglia del Melaturh è di 45 partite giocate e 16 gol segnati.

ŠachtarModifica

 
Mxit'aryan in azione con lo Šachtar nel 2011.

Dopo un anno e mezzo al Metalurh, sostiene un provino con il club iraniano del Mes Kerman, ma l'allenatore Samad Marfavi lo scarta[4]. Il 30 agosto 2010 si accasa dunque ai concittadini dello Šachtar per 7,5 milioni di dollari.

Nella prima stagione lotta per una posto da titolare in campionato e il 28 settembre 2010 esordisce in UEFA Champions League contro il Braga (vittoria per 3-0). Vince campionato, Coppa d'Ucraina e Supercoppa d'Ucraina.

Nella seconda stagione con la maglia degli arancio-neri si afferma in modo compiuto, segnando 11 reti in 37 presenze, di cui 26 in campionato, e vincendo campionato e Coppa d'Ucraina. Realizza il gol decisivo (2-1) nella finale di coppa contro il Metalurh, sua ex squadra, nei tempi supplementari, dopo essere entrato in campo nella ripresa al posto di Douglas Costa. È eletto inoltre miglior calciatore dello Šachtar da un sondaggio online condotto tra i tifosi.

Inizia la stagione 2012-2013 vincendo la Supercoppa d'Ucraina, grazie al successo in finale contro il Metalurh (2-0). Esordisce in campionato realizzando una doppietta e fornendo due assist contro l'Arsenal Kiev (6-0). Dopo sole sei partite di campionato è già a quota dieci reti, grazie alla tripletta contro il Čornomorec’ alla sesta giornata (5-1), eguagliando così il personale score della stagione precedente. Il 19 settembre 2012 segna due gol nella partita di UEFA Champions League che la squadra ucraina vince per 2-0 contro il Nordsjælland. Il 16 marzo 2013 gioca, contro il Čornomorec', la propria centesima partita nella massima divisione ucraina. Realizza poi una doppietta nella partita vinta per 5-0 contro il Tavrija, portando a 24 i gol in Prem"jer-liha, nuovo record per il campionato ucraino. Segna in totale 25 reti in 29 gare disputate, aiutando la propria squadra a vincere il campionato. In tre anni trascorsi con gli arancio-neri ha collezionato tra campionato e coppe nazionali 103 partite e realizzato 44 reti.

Borussia DortmundModifica

Il 9 luglio 2013 si trasferisce in Germania, nelle file del Borussia Dortmund.[5] Il successivo 1º settembre segna i suoi primi due gol ufficiali con i gialloneri, nella partita contro l'Eintracht Francoforte. Il 24 dello stesso mese segna il primo gol con il Borussen nella Coppa di Germania, nella trasferta vinta 0-2 ai tempi supplementari sul campo del Monaco 1860. Il 22 ottobre 2013 segna il suo primo gol in Champions League con la maglia dei tedeschi, contro l'Arsenal all'Emirates Stadium, siglando il momentaneo 1-0 che ha poi permesso alla sua squadra di vincere 2-1 l'incontro, un successo poi risultato fondamentale per la qualificazione agli ottavi. Il 13 agosto 2014 segna il gol del momentaneo 1-0 in finale di Supercoppa di Germania contro il Bayern Monaco; la partita terminerà poi 2-0. Termina la sua seconda stagione col Borussia Dortmund giocando in tutto 42 partite e segnando 5 gol.

Manchester UnitedModifica

 
Mxit'aryan con la maglia del Manchester United nel 2016.

Il 2 luglio 2016 approda in Inghilterra passando al Manchester Utd, agli ordini di José Mourinho, per 31,5 milioni di euro.[6] Con i Red Devils conquista durante l'annata 2016-2017 la Community Shield, la Football League Cup e, soprattutto, l'Europa League, nella quale segna il gol del definitivo 2-0 nella finale contro l'Ajax.[7]

ArsenalModifica

 
Mxit'aryan (a destra) con l'Arsenal mentre festeggia un gol con Alex Iwobi

Il 22 gennaio 2018 passa all'Arsenal in cambio di Alexis Sánchez.[8][9] Esordisce con la maglia dei Gunners il 4 febbraio successivo, nella vittoria in campionato contro l'Everton, fornendo 3 assist (5-1).[10] Segna la sua prima rete con i londinesi l'8 marzo seguente, nel match di Europa League contro il Milan.[11]

Nella stagione seguente, nonostante l'ampio impiego in Europa League, il giocatore è costretto a saltare la finale di tale competizione, disputatasi a Baku, a causa delle tensioni politiche tra Armenia ed Azerbaigian.[12]

Prestito alla RomaModifica

Il 2 settembre 2019 passa alla Roma in prestito oneroso per 3 milioni di euro più 100 mila di bonus,[13] diventando il primo calciatore armeno a giocare in Serie A.[14] Fa il suo esordio il 15 settembre seguente contro il Sassuolo, debuttando in tale occasione in Serie A e siglando il gol del momentaneo 3-0.[15] Il 29 settembre seguente esce per infortunio nei minuti in occasione della sfida vinta per 1-0 in trasferta con il Lecce.[16] Due giorni dopo viene accertato che aveva rimediato una lesione tendinea.[17] Tornato a disposizione a fine novembre,[18] il 1º dicembre nella trasferta vinta 3-1 contro l'Hellas Verona, realizza il terzo goal dei giallorossi dopo il 90'.[19] Dopo essere andato nuovamente in gol nel successo contro la SPAL,[20] il 5 gennaio 2020 rimedia un altro infortunio (precisamente una lesione al retto femorale) in occasione della sconfitta interna per 2-0 contro il Torino.[21][22] Torna tra i convocati il 7 febbraio in occasione della sfida (persa 2-3) contro il Bologna,[23] in cui viene impiegato come titolare segnando il secondo gol dai giallorossi.[24]

Il 1º luglio 2020 prolunga il suo contratto con la Roma sino al 2021.[25]

NazionaleModifica

 
Henrix Mxit'aryan con la maglia dell'Armenia nel 2014.

Dopo aver militato nelle varie selezioni giovanili dell'Armenia, il 14 gennaio 2007 fa il suo esordio in nazionale maggiore contro Panama.[26]

Il 12 ottobre 2012 segna all'Italia la rete del momentaneo 1-1 nella sfida valida per le qualificazioni al campionato del mondo 2014 vinta poi dagli azzurri per 1-3. Il 15 ottobre 2013 segna sempre all'Italia, nel match di ritorno, il gol del momentaneo vantaggio nella partita poi finita 2-2.

In occasione della gara contro la Serbia del 4 settembre 2015, Mxit'aryan diventa il capitano della nazionale armena.[27] Il 28 maggio 2016 nell'amichevole contro il Guatemala realizza la sua prima tripletta in nazionale. Il 6 settembre 2018 fa il suo esordio in Nations League, contro il Liechtenstein.[28] Il 16 ottobre successivo segna la sua prima rete in tale competizione, a scapito della Macedonia.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate all'8 luglio 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006   P'yownik BC 12 1 - - - - - - - - - 12 1
2007 BC 24 12 CA 4 0 UCL 4[29] 0 - - - 32 12
2008 BC 24 6 CA 6 3 UCL 2[30] 0 - - - 32 9
2009 BC 10 11 CA 3 2 - - - - - - 13 13
Totale Pyunik 70 30 13 5 6 0 - - 89 35
2009-2010   Metalurh Donec'k PL 29 9 CU 2 1 UEL 6[29] 4[29] - - - 37 14
lug.-ago. 2010 PL 8 3 - - - - - - - - - 8 3
Totale Metalurh Donec'k 37 12 2 1 6 4 - - 45 17
ago. 2010-2011   Šachtar PL 17 3 CU 3 1 UCL 7 0 - - - 27 4
2011-2012 PL 26 10 CU 4 1 UCL 6 0 SU 1 0 37 11
2012-2013 PL 29 25 CU 4 2 UCL 8 2 SU 1 0 42 29
Totale Šachtar 72 38 11 4 21 2 2 0 106 44
2013-2014   Borussia Dortmund BL 31 9 CG 5 2 UCL 10 2 SG 0 0 46 13
2014-2015 BL 28 3 CG 6 1 UCL 7 0 SG 1 1 42 5
2015-2016 BL 31 11 CG 6 5 UEL 15[31] 7[32] - - - 52 23
Totale Borussia Dortmund 90 23 17 8 32 9 1 1 140 41
2016-2017   Manchester Utd PL 24 4 FACup+CdL 3+2 1+0 UEL 11 6 CS 1 0 41 11
2017-gen. 2018 PL 15 1 FACup+CdL 1+1 0 UCL 4 1 SU 1 0 22 2
Totale Manchester United 39 5 7 1 15 7 2 0 63 13
gen.-giu. 2018   Arsenal PL 11 2 FACup+CdL 0+0 0 UEL 6 1 CS 0 0 17 3
2018-2019 PL 25 6 FACup+CdL 0+3 0 UEL 11 0 - - - 39 6
lug.-set. 2019 PL 3 0 FACup+CdL 0+0 0 UEL 0 0 - - - 3 0
Totale Arsenal 39 8 3 0 17 1 0 0 59 9
set. 2019-2020   Roma A 18 8 CI 0 0 UEL 4 0 - - - 22 8
Totale carriera 365 124 53 19 101 23 5 1 524 167

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Armenia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-1-2007 Los Angeles Armenia   1 – 1   Panama Amichevole -   46’
7-2-2007 Andorra la Vella Andorra   1 – 1   Armenia Amichevole -   71’
2-2-2008 Ta' Qali Malta   0 – 1   Armenia Amichevole -   74’
4-2-2008 Ta' Qali Armenia   2 – 1   Bielorussia Amichevole -   56’
6-2-2008 Ta' Qali Armenia   0 – 2   Islanda Amichevole -
26-3-2008 Pernis Armenia   1 – 0   Kazakistan Amichevole -   72’
11-10-2008 Bruxelles Belgio   2 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2010 -   85’
11-2-2009 Limassol Armenia   0 – 0   Lettonia Amichevole -   88’
28-3-2009 Erevan Armenia   2 – 2   Estonia Qual. Mondiali 2010 1
1-4-2009 Tallinn Estonia   1 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2010 -
12-8-2009 Erevan Armenia   1 – 4   Moldavia Amichevole -
5-9-2009 Erevan Armenia   0 – 2   Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2010 -   90+1’
9-9-2009 Erevan Armenia   2 – 1   Belgio Qual. Mondiali 2010 -   19’
14-10-2009 Bursa Turchia   2 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2010 -
25-5-2010 Erevan Armenia   3 – 1   Uzbekistan Amichevole 1   79’
3-9-2010 Erevan Armenia   0 – 1   Irlanda Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Skopje Macedonia   2 – 2   Armenia Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Erevan Armenia   3 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2012 1
12-10-2010 Erevan Armenia   4 – 0   Andorra Qual. Euro 2012 1
9-2-2011 Limassol Armenia   1 – 2   Georgia Amichevole -   88’
26-3-2011 Erevan Armenia   0 – 0   Russia Qual. Euro 2012 -
4-6-2011 San Pietroburgo Russia   3 – 1   Armenia Qual. Euro 2012 -
10-8-2011 Kaunas Lituania   3 – 0   Armenia Amichevole -
2-9-2011 Andorra la Vella Andorra   0 – 3   Armenia Qual. Euro 2012 1
6-9-2011 Žilina Slovacchia   0 – 4   Armenia Qual. Euro 2012 1
7-10-2011 Erevan Armenia   4 – 1   Macedonia Qual. Euro 2012 1
11-10-2011 Dublino Irlanda   2 – 1   Armenia Qual. Euro 2012 1
29-2-2012 Limassol Armenia   3 – 1   Canada Amichevole -
31-5-2012 Kufstein Grecia   1 – 0   Armenia Amichevole -   86’
5-6-2012 Erevan Armenia   3 – 0   Kazakistan Amichevole -
15-8-2012 Erevan Armenia   1 – 2   Bielorussia Amichevole -
7-9-2012 Ta' Qali Malta   0 – 1   Armenia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Sofia Bulgaria   1 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Erevan Armenia   1 – 3   Italia Qual. Mondiali 2014 1
14-11-2012 Erevan Armenia   4 – 2   Lituania Amichevole 1   73’
5-2-2013 Valencia Armenia   1 – 1   Lussemburgo Amichevole -
26-3-2013 Erevan Armenia   0 – 3   Rep. Ceca Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Erevan Armenia   0 – 1   Malta Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Copenaghen Danimarca   0 – 4   Armenia Qual. Mondiali 2014 1
6-9-2013 Praga Rep. Ceca   1 – 2   Armenia Qual. Mondiali 2014 -
10-9-2013 Erevan Armenia   0 – 1   Danimarca Qual. Mondiali 2014 -
11-10-2013 Erevan Armenia   2 – 1   Bulgaria Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Napoli Italia   2 – 2   Armenia Qual. Mondiali 2014 1
5-3-2014 Krasnodar Russia   2 – 0   Armenia Amichevole -   62’
27-5-2014 Ginevra Emirati Arabi Uniti   3 – 4   Armenia Amichevole 2
31-5-2014 Sion Algeria   3 – 1   Armenia Amichevole -
6-6-2014 Magonza Germania   6 – 1   Armenia Amichevole 1
3-9-2014 Riga Lettonia   2 – 0   Armenia Amichevole -
7-9-2014 Copenaghen Danimarca   2 – 1   Armenia Qual. Euro 2016 1
14-11-2014 Faro Portogallo   1 – 0   Armenia Qual. Euro 2016 -
29-3-2015 Elbasan Albania   2 – 1   Armenia Qual. Euro 2016 -
13-6-2015 Erevan Armenia   2 – 3   Portogallo Qual. Euro 2016 -
4-9-2015 Novi Sad Serbia   2 – 0   Armenia Qual. Euro 2016 - cap.
7-9-2015 Erevan Armenia   0 – 0   Danimarca Qual. Euro 2016 - cap.
8-10-2015 Nizza Francia   4 – 0   Armenia Amichevole - cap.   60’
11-10-2015 Erevan Armenia   0 – 3   Albania Qual. Euro 2016 - cap.
25-3-2016 Erevan Armenia   0 – 0   Bielorussia Qual. Euro 2016 -
28-5-2016 Carson Guatemala   1 – 7   Armenia Amichevole 3 cap.
2-6-2016 Carson El Salvador   0 – 4   Armenia Amichevole - cap.
31-8-2016 Mladá Boleslav Rep. Ceca   3 – 0   Armenia Amichevole - cap.   38’
11-11-2016 Erevan Armenia   3 – 2   Montenegro Qual. Mondiali 2018 - cap.
26-3-2017 Erevan Armenia   2 – 0   Kazakistan Qual. Mondiali 2018 1 cap.
4-6-2017 Erevan Armenia   5 – 0   Saint Kitts e Nevis Amichevole 2 cap.
10-6-2017 Podgorica Montenegro   4 – 1   Armenia Qual. Mondiali 2018 - cap.
1-9-2017 Bucarest Romania   1 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2018 - cap.
4-9-2017 Erevan Armenia   1 – 4   Danimarca Qual. Mondiali 2018 - cap.   89’
5-10-2017 Erevan Armenia   1 – 6   Polonia Qual. Mondiali 2018 - cap.
8-10-2017 Astana Kazakistan   1 – 1   Armenia Qual. Mondiali 2018 1 cap.
9-11-2017 Erevan Armenia   4 – 1   Bielorussia Amichevole 1 cap.   74’
13-11-2017 Erevan Armenia   3 – 2   Cipro Amichevole 1 cap.   79’
24-3-2018 Erevan Armenia   0 – 0   Estonia Amichevole - cap.
27-3-2018 Erevan Armenia   0 – 1   Lituania Amichevole - cap.
29-5-2018 Wattens Armenia   1 – 1   Malta Amichevole - cap.   85’
4-6-2018 Kematen in Tirol Moldavia   0 – 0   Armenia Amichevole - cap.   38’
6-9-2018 Erevan Armenia   2 – 1   Liechtenstein UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
9-9-2018 Skopje Macedonia   2 – 0   Armenia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
13-10-2018 Erevan Armenia   0 – 1   Gibilterra UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
16-10-2018 Erevan Armenia   4 – 0   Macedonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1 cap.   71’
16-11-2018 Gibilterra Gibilterra   2 – 6   Armenia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
19-11-2018 Vaduz Liechtenstein   2 – 2   Armenia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
23-3-2019 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina   2 – 1   Armenia Qual. Euro 2020 1 cap.
26-3-2019 Erevan Armenia   0 – 2   Finlandia Qual. Euro 2020 - cap.
8-6-2019 Erevan Armenia   3 – 0   Liechtenstein Qual. Euro 2020 - cap.
11-6-2019 Atene Grecia   2 – 3   Armenia Qual. Euro 2020 - cap.
5-9-2019 Erevan Armenia   1 – 3   Italia Qual. Euro 2020 - cap.
8-9-2019 Erevan Armenia   4 – 2   Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2020 2 cap.
Totale Presenze (3º posto) 86 Reti (1º posto) 29

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Pyunik: 2006, 2007, 2008, 2009
Pyunik: 2007, 2008
Pyunik: 2009
Shakhtar: 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Shakhtar: 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Shakhtar: 2012
Borussia Dortmund: 2013, 2014
Manchester United: 2016
Manchester United: 2016-2017

Competizioni internazionaliModifica

Manchester United: 2016-2017

IndividualeModifica

2009, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2019[33]
2016-2017

NoteModifica

  1. ^ comunitaarmena.it, http://www.comunitaarmena.it/focus-henrikh-mkhitaryan-eroe-armeno-del-manchester-united-che-si-consacro-allo-shakhtar-donetsk-ora-linter-passioneinter-com-21-12-17/.
  2. ^ a b c d e f g h i j Calciomercato Juventus, Mkhitaryan: trequartista 'stratega', su calciomercato.it. URL consultato il 15 giugno 2017.
  3. ^ a b 10 cose da sapere su Henrikh Mkhitaryan, su asroma.com. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  4. ^ (AR) ستاره فعلی منچستریونایتد در تیرس باشگاه لیگ یکی بود/ باشگاهی که قدر فرصت طلایی اش را ندانس, su fartakvarzeshi.com. URL consultato il 20 ottobre 2019.
  5. ^ (EN) Borussia Dortmund sign Henrikh Mkhitaryan, bvb.de, 9 luglio 2013. URL consultato il 12 aprile 2014 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2015).
  6. ^ Manchester United-Mkhitaryan: è ufficiale. Colpo da 31,5 milioni
  7. ^ Europa League, Manchester United-Ajax 2-0: il trionfo di Mourinho, su repubblica.it, 24 maggio 2017. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  8. ^ Henrikh Mkhitaryan signs as Alexis leaves club arsenal.com
  9. ^ (EN) Manchester United complete transfer of Alexis Sanchez, su manutd.com, 23 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2018).
  10. ^ (EN) Pierre-Emerick Aubameyang impresses on his Arsenal debut, su skysports.com, 4 febbraio 2018.
  11. ^ AC Milan - FC Arsenal, 08/mar/2018 - Europa League - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 2 settembre 2019.
  12. ^ Arsenal in finale di Europa League senza Mkhitaryan, su Fox Sports, 10 maggio 2019. URL consultato il 9 giugno 2019.
  13. ^ La Roma acquista a titolo temporaneo Henrikh Mkhitaryan, su asroma.com, 2 settembre 2019.
  14. ^ Come sta Henrikh Mkhitaryan, su ultimouomo.com, 2 settembre 2019.
  15. ^ Roma show per 50': Sassuolo battuto 4-2, su sport.sky.it. URL consultato il 15 settembre 2019.
  16. ^ Lecce Roma 0-1, gol e highlights: decide un gol di Dzeko. Kolarov fallisce un rigore, su sport.sky.it. URL consultato il 7 dicembre 2019.
  17. ^ Bollettino medico: lesione tendinea per Mkhitaryan, su asroma.com. URL consultato il 7 dicembre 2019 (archiviato il 7 dicembre 2019).
  18. ^ Roma in partenza per Istanbul: c'è Spinazzola, torna Mkhitaryan, su corrieredellosport.it. URL consultato il 7 dicembre 2019 (archiviato il 7 dicembre 2019).
  19. ^ Verona-Roma 1-3: Kluivert, Perotti e Mkhitaryan, Fonseca è quarto, su corrieredellosport.it. URL consultato il 7 dicembre 2019 (archiviato il 7 dicembre 2019).
  20. ^ Roma-Spal 3-1: Pellegrini, Perotti e Mkhitaryan inguaiano Semplici, su Eurosport, 15 dicembre 2019. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  21. ^ Roma, nuovo infortunio per Mkhitaryan: niente Juve, su Fox Sports, 8 gennaio 2020. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  22. ^ Roma, si ferma Mkhitaryan per una lesione al retto femorale. Zaniolo recupera, su ilmessaggero.it. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  23. ^ Roma, i convocati per il Bologna: torna Mkhitaryan, su corrieredellosport.it. URL consultato il 7 febbraio 2020.
  24. ^ Roma-Bologna 2-3: gol e highlights. Barrow scatenato, altro stop per Fonseca, su sport.sky.it. URL consultato il 7 febbraio 2020.
  25. ^ Accordo preliminare con Mkhitaryan fino al 2021, su asroma.com, 1º luglio 2020. URL consultato il 1º luglio 2020.
  26. ^ (EN) Henrikh Mkhitaryan: Liverpool want Shakhtar Donetsk midfielder, 18 giugno 2013. URL consultato il 2 settembre 2019.
  27. ^ (EN) Henrikh Mkhitaryan: Manchester United sign midfielder from Borussia Dortmund, 6 luglio 2016. URL consultato il 2 settembre 2019.
  28. ^ Armenia-Liechtenstein - UEFA Nations League, su it.uefa.com. URL consultato il 2 settembre 2019.
  29. ^ a b c Nei turni preliminari.
  30. ^ Nei turni preliminari
  31. ^ 4 presenze nei turni preliminari.
  32. ^ 5 reti nei turni preliminari.
  33. ^ (EN) Best footballer of the year, ffa.am, 29 gennaio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica