Apri il menu principale

Herculiani

legione palatina della guardia imperiale romana
Herculiani
Herculiani seniores
Herculiani iuniores
Herculiani iuniores scutum.svg
Scudo degli Herculiani iuniores, come tramandato dalla Notitia dignitatum
Descrizione generale
AttivaDiocleziano/Costantino I - V secolo
Tipolegione romana
Comandanti
Degni di notaMagnenzio
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Gli Herculiani furono, assieme agli Ioviani, le legioni palatine anziane della guardia imperiale romana dagli anni 290 al VII secolo.

StoriaModifica

 
Scudo degli Herculiani seniores, come tramandato dalla Notitia dignitatum.

La formazione di queste due unità risale alla fine del III secolo, per opera dell'imperatore Diocleziano, il quale intendeva rimpiazzare la tradizionale guardia del corpo imperiale, la guardia pretoriana, che spesso aveva causato la caduta dell'imperatore in carica, macchiandosi del suo sangue.[1] Diocleziano decise allora di promuovere due legioni a lui fedeli provenienti dalla stessa zona di cui era originario, l'Illirico: scelse le legioni V Iovia e VI Herculia, rinominandole Ioviani e Herculiani, in onore di Giove e Ercole, le due divinità protettrici rispettivamente di Diocleziano e del suo collega Massimiano.[2] Tra i comandanti degli Ioviani e degli Herculiani era Magnenzio, che si ribellò nel 350 contro l'imperatore Costante I e fu sconfitto solo nel 353 da Costanzo II.[3]

Nel tardo VI secolo/inizio V secolo, sono attestate due legioni, derivate dagli Herculiani: gli Herculiani seniores, in Occidente sotto il comando del magister peditum,[4], e gli Herculiani iuniores, in Oriente sotto il comando del magister militum praesentalis,[5] Nel 398 i Ioviani e gli Herculiani d'Occidente furono inviati in Africa a combattere contro il ribelle Gildone.

NoteModifica

  1. ^ La guardia pretoriana fu sciolta da Costantino I, in quanto aveva combattuto contro di lui nella battaglia di Ponte Milvio, e sostituita dalle scholae palatinae.
  2. ^ Gibbon, Edward, The Decline And Fall Of The Roman Empire, volume 1, "Chapter XIII New Bodies of Guards, Jovians and Herculians".
  3. ^ Zosimo, Storia nuova, ii.58.
  4. ^ Notitia dignitatum in partibus Occidentis, v.
  5. ^ Notitia dignitatum in partibus Orientis, v.
  Portale Esercito romano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Esercito romano