Apri il menu principale
Herford
Grande città di circondario
Herford – Stemma Herford – Bandiera
Herford – Veduta
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of North Rhine-Westphalia.svg Renania Settentrionale-Vestfalia
DistrettoDetmold
CircondarioHerford
Amministrazione
SindacoTim Kähler
Territorio
Coordinate52°08′N 8°41′E / 52.133333°N 8.683333°E52.133333; 8.683333 (Herford)Coordinate: 52°08′N 8°41′E / 52.133333°N 8.683333°E52.133333; 8.683333 (Herford)
Altitudine65 e 69 m s.l.m.
Superficie78,95 km²
Abitanti64 852 (31-12-2008)
Densità821,43 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale32049, 32051, 32052
Prefisso05221
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis05 7 58 012
TargaHF
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Herford
Herford
Herford – Mappa
Sito istituzionale

Herford (in basso tedesco Hiarwede) è una città della Germania di 64.852 abitanti[1] della Renania Settentrionale-Vestfalia, capoluogo dell'omonimo circondario.

Herford si fregia del titolo di "grande città di circondario" (Große kreisangehörige Stadt).

Indice

StoriaModifica

Situata ai piedi del versante settentrionale della Selva di Teutoburgo, fu fondata da Carlo Magno nel 789 per presidiare un guado del fiume Werra: Santa Matilde, moglie di Enrico I l'Uccellatore e madre di Ottone I, venne educata nella locale abbazia.

A partire dal 1342 fu membro della Lega Anseatica: nel 1631 ottenne lo stato di città libera dell'Impero, immediatamente soggetta all'Imperatore, ma perse i suoi privilegi quando venne occupata dall'elettore di Brandeburgo nel 1652.

Andò poi a far parte del regno di Vestfalia durante l'età napoleonica e venne poi annessa al regno di Prussia (1814).

È patria dell'architetto Matthäus Daniel Pöppelmann.

MuseiModifica

Nel 2005 è stato costruito il museo MARTa Herford, progettato dall'architetto Frank Gehry.

CuriositàModifica

  • A Herford sorge una statua in onore del rapper statunitense 2Pac.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

gemellaggio italia caserta mondragone

NoteModifica

  1. ^ Popolazione ufficiale, Information und Technik Nordrhein-Westfalen. URL consultato il 22 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2009).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN148953893 · LCCN (ENn82235150 · GND (DE4024481-7 · BNF (FRcb12289345d (data)
  Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania