Apri il menu principale
Bernhard Ramcke
Bundesarchiv Bild 101I-548-0725-28, Nordafrika, Bernhard-Hermann Ramcke (cropped).jpg
24 gennaio 1889 – 5 luglio 1968 (79 anni)
Nato aSchleswig
Morto aKappeln
Cause della mortecancro
Dati militari
Paese servitoGermania Impero tedesco
Germania Repubblica di Weimar
Germania Germania nazista
Forza armataKaiserstandarte.svg Deutsches Heer
War Ensign of Germany (1921-1933).svg Reichswehr
War ensign of Germany (1938–1945).svg Wehrmacht
ArmaKaiserliche Marine
Reichsheer
Heer
Luftwaffe
CorpoFallschirmjäger
Anni di servizio1905-1944
GradoGeneral der Fallschirmtruppe
GuerrePrima guerra mondiale
Guerra civile russa
Seconda guerra mondiale
BattaglieBattaglia di Creta
Battaglia di Brest
Seconda battaglia di El Alamein
Comandante diFallschirmjäger-Brigade Ramcke
2. Fallschirmjäger-Division
Decorazionivedi qui
PubblicazioniMein Leben
voci di militari presenti su Wikipedia

Hermann-Bernhard Gerhard Ramcke (Schleswig, 24 gennaio 1889Kappeln, 5 luglio 1968) è stato un generale tedesco, uno dei ventisette decorati con la Croce di Cavaliere con Fronde di Quercia, Spade e Diamanti. Durante la sua carriera militare prestò servizio in marina, esercito e aviazione. Menzionato cinque volte nel Wehrmachtbericht, il bollettino di guerra dell'Oberkommando der Wehrmacht.

Indice

BiografiaModifica

Partecipò alla prima guerra mondiale nella fanteria di Marina e venne decorato nelle Fiandre.

Durante la seconda guerra mondiale si batté soprattutto in Polonia; nell'estate del 1940 entrò in una scuola di addestramento paracadutisti e riuscì ad ottenere la qualifica, superando tutte le prove, nonostante i suoi cinquantuno anni. Dai suoi uomini era soprannominato "Denti di Ferro", per aver sostituito parte dei denti perduti nel corso di un incidente durante un lancio addestrativo con una dentiera di metallo.

Con il grado di Oberst (colonnello) prestò servizio in un primo tempo nel Fallschirmjäger-Regiment 3 e partecipò all'operazione su Creta.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Scherzer 2007, p. 612
  2. ^ Ottenuta quella di 2ª classe il 17 aprile 1916.
  3. ^ Williamson 2006, p.49

BibliografiaModifica

  • (DE) Veit Scherzer, Ritterkreuzträger 1939–1945 Die Inhaber des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939 von Heer, Luftwaffe, Kriegsmarine, Waffen-SS, Volkssturm sowie mit Deutschland verbündeter Streitkräfte nach den Unterlagen des Bundesarchives, Jena, Scherzers Militaer-Verlag, 2007, ISBN 978-3-938845-17-2.
  • (EN) Gordon Williamson, Knights Cross with Diamonds Recipients, Oxford, Osprey Publishing, 2007, ISBN 1-84176-644-5.
  • Veit Scherzer, Ritterkreuzträger 1939 - 1945 Die Inhaber des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939 von Heer, Luftwaffe, Kriegsmarine, Waffen-SS, Volkssturm sowie mit Deutschland verbündeter Streitkräfte nach den Unterlagen des Bundesarchives (in tedesco), 2007, Jena Scherzers Militaer-Verlag. ISBN 978-3-938845-17-2.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN121677573 · ISNI (EN0000 0000 8190 1644 · LCCN (ENn90667105 · GND (DE123603358