Herzog August Bibliothek

biblioteca in Germania
Herzog August Bibliothek
Herzog August Bibliothek Wolfenbüttel IMG 1422.jpg
La Biblioteca Augusta
Ubicazione
StatoGermania Germania
CittàWolfenbüttel
IndirizzoLessingplatz 1
Caratteristiche
TipoPubblica
ISILDE-23
DirettoreHelwig Schmidt-Glintzer
Sito web

Coordinate: 52°10′01.2″N 10°31′58.8″E / 52.167°N 10.533°E52.167; 10.533

La Herzog August Bibliothek è una biblioteca pubblica situata a Wolfenbüttel, Germania. È una delle biblioteche storiche della Germania con un ricco patrimonio di manoscritti e stampe antiche e un centro di ricerca notevole per gli studiosi del Medioevo e della Prima età moderna. La biblioteca viene gestita dal Ministero per la Scienza e Cultura della Bassa Sassonia.

StoriaModifica

 
Incisione di Conrad Buno della Bibliotheca Augusta Ducalis (ca. 1650)

Le sue origini risalgono al 1572, quando il duca Giulio di Brunswick-Lüneburg rilasciava la Liberey-Ordnung che viene considerato il documento di fondazione della biblioteca ducale. Sotto il duca Augusto di Brunswick-Lüneburg nella prima metà del Seicento la biblioteca vide un periodo di fioritura straordinaria. Egli, infatti, erudito bibliofilo, acquistò manoscritti e volumi a stampa da tutta Europa, tra cui la Bibbia a trentasei linee stampata a Magonza tra il 1458 e il 1460 e i dieci codici della collezione del re ungherese Mattia Corvino e le opere a stampa di Albrecht Pfister, prototipografo tedesco: tutti esemplari praticamente unici al mondo. Durante il XVII secolo questo istituto rappresentava la biblioteca più grande a nord delle Alpi. Dal 1691 al 1716 un erudito quale Gottfried Wilhelm von Leibniz prese servizio come bibliotecario; dal 1770 Gotthold Ephraim Lessing assunse quel ruolo, contribuendo a ricostruire e scrivere la storia delle sue collezioni. Fra le molte personalità che visitarono la biblioteca, bisogna ricordare quella di Giacomo Casanova nel 1764 durante il suo viaggio in Europa Centrale.

Ad oggi la biblioteca possiede circa 11.500 manoscritti e 900.000 libri, dei quali 350.000 sono stati stampati tra il XV e il XVIII secolo.[1]

NoteModifica

  1. ^ Digitalizzazione delle opere: HAB - Digitalisierungsprojekte.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN211363584 · ISNI (EN0000 0001 2151 3727 · LCCN (ENn80024167 · GND (DE8989-8 · BNF (FRcb118698725 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n80024167