Hexabranchus sanguineus

specie di mollusco della famiglia Hexabranchidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ballerina spagnola
Hexabranchus sanguineus 1.jpg
Hexabranchus sanguineus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Classe Gastropoda
Sottoclasse Heterobranchia
Infraclasse Euthyneura
Subterclasse Ringipleura
Superordine Nudipleura
Ordine Nudibranchia
Sottordine Doridina
Infraordine Doridoidei
Superfamiglia Chromodoridoidea
Famiglia Hexabranchidae
Genere Hexabranchus
Specie H. sanguineus
Nomenclatura binomiale
Hexabranchus sanguineus
(Rüppell & Leuckart, 1828)

La ballerina spagnola (Hexabranchus sanguineus (Rüppell & Leuckart, 1828)) è un mollusco nudibranchio della famiglia Hexabranchidae[1][2].

Il nome italiano deriva dal modo di muoversi; se disturbato infatti si allontana fluttuando elegantemente tramite delle contrazioni dei muscoli dorso-ventrali e muovendo il mantello.Questa specie può anche sopravvivere sulla superficie terrestre per un lungo periodo di tempo trattenendo l’acqua all’interno del proprio corpo

DescrizioneModifica

È uno dei nudibranchi più grandi al mondo: può infatti raggiungere i 60 cm di lunghezza[senza fonte]. Dispone di sei branchie che possono essere ritratte in 6 tasche separate e di una coppia di rinofori, tentacoli chemiosensoriali disposti sulla parte anteriore ai lati della bocca. Di colore variabile dal giallo intenso (coste delle Tanzania), rosso o arancio maculato (Oceano Indiano) e rosso (Mar Rosso).

BiologiaModifica

 
Ovatura

AlimentazioneModifica

Si nutre di spugne marine (generi Callyspongia, Cliona, Halichondria, Leucetta, Pachastrella, Paraesperella, Petrosia), di tunicati, foraminiferi, anellidi, altri molluschi gasteropodi ed echinodermi.[3]

RiproduzioneModifica

L'ovatura della ballerina spagnola è molto particolare; le uova, di colore rosso, vengono deposte in forma di nastro gelatinoso avvolto in morbide spire concentriche. L'ovatura è difesa da sostanze velenose a base di acido solforico.

EcologiaModifica

È spesso accompagnata da un organismo simbiotico, un gamberetto della specie Periclimenes imperator. Il gamberetto si nutre del muco che si deposita sulle branchie del nudibranco.

Distribuzione e habitatModifica

Vive nel Mar Rosso, nell'Oceano Indiano e nella fascia tropicale dell'Oceano Pacifico e anche a Lido dei Pini. La sua presenza è stata avvistata nel golfo di Policastro, precisamente in zona Sapri vicino grotta Chiacchio, dal nome del suo scopritore Antonino Chiacchio nel 2013.

NoteModifica

  1. ^ (EN) MolluscaBase eds. 2020, Hexabranchus sanguineus (Rüppell & Leuckart, 1830), in WoRMS (World Register of Marine Species). URL consultato l'8/9/2020.
  2. ^ Valdés Á. (2002). A phylogenetic analysis and systematic revision of the cryptobranch dorids (Mollusca, Nudibranchia, Anthobranchia). Zoological Journal of the Linnean Society 136: 535-636
  3. ^ (EN) Gary R. McDonald, James W. Nybakken, A List of the Worldwide Food Habits of Nudibranchs, in University of California Santa Cruz.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica