Apri il menu principale
High Speed 1
High Speed 1.png
InizioStazione di London St Pancras
FineTunnel della Manica
Stati attraversatiRegno Unito
Lunghezza108 km
AperturaSezione 1: 2003
Sezione 2: 2007
GestoreBorealis Infrastructure
OTPP
Scartamento1.435
Elettrificazione25 Kv AC, 50 Hz
Ferrovie

High Speed 1 è il nome di una linea ferroviaria ad alta velocità che collega la stazione di London St Pancras a Londra con il Tunnel della Manica.

StoriaModifica

Fin dall'apertura del tunnel della Manica, nel 1994, il collegamento ferroviario da parte francese con la capitale rispondeva ai requisiti per l'alta velocità ferroviaria. Viceversa da parte inglese si era costruita una normale ferrovia tradizionale.[1] A causa di questa differenza progettuale delle due sezioni di ferrovia i treni Eurostar viaggiavano a 300 km/h in territorio francese (potendo collegandosi alla rete veloce belga dal 1997)[2][3] per poi limitarsi a 160 km/h nel Regno Unito; dove si scelse di utilizzare dei binari già esistenti connettendoli al tunnel piuttosto che costruire una linea nuova.[4] La tratta ferroviaria britannica, oltre che obsoleta, veniva condivisa con i treni locali ed il traffico pendolare, limitando fortemente le possibilità di collegamenti internazionali a causa dei problemi di congestione del traffico ferroviario sulla linea.[5]

La scelta di connettere al tunnel una linea esistente si rivelò ben presto errata a causa della ridotta capacità e sia il governo che l'opinione pubblica cominciarono a riconsiderare l'ipotesi di costruire una linea tecnologicamente avanzata per il collegamento col continente.[6] La costruzione della nuova ferrovia fu autorizzata dal parlamento con una apposita legge del 1996,[7], volontà successivamente ribadita con un'altra legge del 2008..[8][9]

La London and Continental Railways (LCR) fu scelta dal governo nel 1996 per costruire la linea e ristrutturare la stazione di St Pancras, rendendola idonea a diventare un terminal per il capolinea di un collegamento internazionale; la stessa società venne anche incaricata di prendere in mano la gestione della quota inglese dei treni Eurostar. La LCR era un consorzio formato da diverse aziende (National Express Group, Virgin Group, S. G. Warburg & Co, Bechtel e London Electric).[10][11] Dopo l'apertura della linea prese il nome di High Speed 1.[12]

CostruzioneModifica

 
Un Eurostar in servizio sulla HS1 nelle vicinanze di Ashford

L'intero percorso fu pianificato come un unico progetto, ma a causa di difficoltà finanziarie nel 1998 si scelse di dividere la costruzione in due fasi

Sezione 1Modifica

I lavori per la prima parte della linea iniziarono il 5 ottobre 1998. La Sezione 1 fu aperta il 28 settembre 2003, è lunga 74 km e collega il Tunnel all'interconnessione di Fawkham, nel nord del Kent ed è progettata per una velocità massima di 300 km/h. La sua ultimazione ha permesso un primo taglio dei tempi di percorrenza da Londra a Parigi di 21 minuti arrivando a 2 ore e 35 minuti. Le opere più importanti della linea solo il Viadotto di Medway e il North Downs Tunnel. Durante i test di preesercizio un treno di prova stabilì il record nazionale di velocità su rotaia arrivando a 334,7 km/h.[13]

Sezione 2Modifica

La Sezione 2 ha aperto i battenti il 14 novembre 2007 ed è lunga 39,4 km. Il tratto collega la nuova stazione di Ebbsfleet alla stazione di London St Pancras ad una velocità massima di 230 km/h. Questa nuova linea ha permesso un ulteriore taglio dei tempi di percorrenza di ulteriori 20 minuti, abbassando così il tempo necessario a viaggiare da Londra a Parigi a 2 ore e 15 e il tempo tra Londra e Bruxelles in 1 ora e 51.

La ferrovia inizia con un tunnel lungo 2,5 km che passa al di sotto del Tamigi per proseguire assieme alla London, Tilbury and Southend Railway fino a Dagenham. Qui entra in un tunnel lungo 19 km (in gran parte situato alla North London Line per poi emergere in prossimità della stazione di termine corsa.

CostoModifica

Il costo di costruzione è stato di 80 milioni di sterline per ogni miglio di ferrovia, sensibilmente maggiore rispetto a progetti simili in altri paesi; ad esempio in Francia la ferrovia alta velocità tra Parigi e Strasburgo, completata nel 2007 è costata 22 milioni di sterline per miglio.[14]

ProprietàModifica

Nel novembre 2010 l'intera linea fu data in concessione trentennale ad un consorzio formato da due aziende di investimento di fondi pensione canadesi: la Ontario Municipal Employees Retirement System (tramite la controllata Borealis Infrastructure) e la Ontario Teachers' Pension Plan.

NoteModifica

  1. ^ (FR) Bilan LOTI de la LGV Nord Rapport (PDF), Cgedd Developpement. URL consultato il 10 maggio 2009.
  2. ^ Infrabel celebrates 10 years of the High Speed Line in Belgium, Infrabel, 14 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  3. ^ Detailed map layout of Belgian railway transportation network (PDF), Infrabel. URL consultato il 13 maggio 2009.
  4. ^ Keith Harper, French attack Railtrack, in The Guardian, London, 18 gennaio 2001. URL consultato il 1º agosto 2009.
  5. ^ How the need for a CTRL developed, Department for Transport. URL consultato il 1º agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2008).
  6. ^ Michael Harrison, 2001: a rail odyssey drags on: Plans for a Channel tunnel link are finally gathering speed, in The Independent, London, 18 giugno 1993. URL consultato il 1º agosto 2009.
  7. ^ Channel Tunnel Rail Link Act 1996 c61, su opsi.gov.uk, 1996. URL consultato l'11 febbraio 2010.
  8. ^ Channel Tunnel Rail Link (Supplementary Provisions) Act 2008 c5, su statutelaw.gov.uk, 2008. URL consultato l'11 febbraio 2010.
  9. ^ HC Hansard Volume 467 Part 3 Column 259, su Hansard, Parliament of the United Kingdom, 8 novembre 2007. URL consultato il 31 agosto 2008.
  10. ^ Britain's Channel Tunnel rail link (four contract contenders named), in Railway Age, accessmylibrary.com, 1º settembre 1995. URL consultato il 1º agosto 2009. [collegamento interrotto] Template:Subscription
  11. ^ Christian Wolmar, Branson in last round of rail link fight, in The Independent, London, 4 luglio 1995. URL consultato il 1º agosto 2009.
  12. ^ High-speed rail link open in year, in BBC News Online, 14 novembre 2006. URL consultato il 1º agosto 2009.
  13. ^ Eurostar breaks high speed record, Erik's Rail News, 30 luglio 2003. URL consultato il 12 aprile 2007.
  14. ^ As high speed rail is being dropped in California and France, it's time for Britain to take the hint » The Spectator

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN219981708 · LCCN (ENnb2011030260 · WorldCat Identities (ENnb2011-030260
  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti