Himalaya occidentale

Con il nome di Himalaya occidentale (o Himalaya del Punjab) si indica il settore più occidentale della vasta catena montuosa dell'Himalaya. Giace prevalentemente nella contesa regione del Kashmir, nella parte settentrionale del subcontinente indiano - comprendente zone amministrate da India e Pakistan -, ma anche nel settore nord-occidentale dello Stato dell'Himachal Pradesh, in India. In totale, l'Himalaya occidentale si estende verso sud-est per circa 560 km dalla valle dell'Indo (a nord-ovest) fino al Sutlej (a sud-est). Il corso superiore dell'Indo lo separa dal Karakoram a nord.

Mappa dell'intero Himalaya.

Compresi nella regione dell'Himalaya occidentale vi sono i monti Zaskar, i monti Pir Panjal e parte dei monti Siwalik e del Grande Himalaya. Il Jhelum ha la sua sorgente sui monti Pir Panjal nel territorio di Jammu e Kashmir, in India, e scorre in direzione nord-ovest attraverso la valle del Kashmir prima di entrare nel settore amministrato dal Pakistan. La vetta più elevata è il Nanga Parbat (8126 m), all'estremità nord-occidentale della regione. Dalhousie, situata nell'Himachal Pradesh sulle colline ai piedi della catena, è una rinomata località turistica di montagna.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna