Apri il menu principale

Ho sognato il paradiso

film del 1949 diretto da Giorgio Pastina
Ho sognato il paradiso
Ho sognato il paradiso - 1949.png
Titoli di testa del film
Titolo originaleHo sognato il paradiso
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1950
Durata91 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaGiorgio Pàstina
SoggettoGuido Cantini
SceneggiaturaFulvio Palmieri, Giorgio Pàstina
ProduttoreAlberto Giacalone
Casa di produzioneItala Film
Distribuzione in italianoArtisti Associati
FotografiaArturo Gallea
MontaggioGiancarlo Cappelli
MusicheAlessandro Cicognini
ScenografiaOttavio Scotti
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Ho sognato il paradiso è un film del 1950 diretto da Giorgio Pàstina.[1]

TramaModifica

 
Geraldine Brooks e Vittorio Gassman in una scena del film

Giorgio, un giovane giudice conosce su una corriera una ragazza, Maria. La corriera sosta in un paese e i due familiarizzano e si innamorano. Giorgio è sempre in giro e anche Maria ha dei frequenti spostamenti quindi si vedono molto sporadicamente ma tra i due c'è vero amore. Maria in realtà è una prostituta di casino e cerca in tutti i modi di nascondere la cosa a Giorgio, sperando che grazie all'amore dell'uomo potrà finalmente cambiare vita una volta sposati. Ma un giorno, nel casino in cui lavora Maria, un uomo muore durante l'incontro con una prostituta e il giudice mandato ad indagare sul caso è proprio Giorgio che così conosce la verità sulla ragazza. Costei, sentendosi perduta, dopo aver tentato di accampare scuse, si trova proprio davanti a Giorgio in abiti succinti ed è costretta ad ammettere all'uomo che ama la verità; dopodiché, disperata, si getta da una finestra e muore sul colpo.

NoteModifica

  1. ^ Dettagli della revisione su italiataglia.it

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema