Holger Rune

tennista danese

Holger Vitus Nødskov Rune (Gentofte, 29 aprile 2003) è un tennista danese.

Holger Rune
Holger Rune nel 2023
Nazionalità Bandiera della Danimarca Danimarca
Altezza 188 cm
Peso 77[1] kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 102-66 (60.71%)
Titoli vinti 4
Miglior ranking 4° (21 agosto 2023)
Ranking attuale
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 4T (2023)
Bandiera della Francia Roland Garros QF (2022, 2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon QF (2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 3T (2022)
Altri tornei
 Tour Finals RR (2023)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 10-5 (66.67%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 174º (26 settembre 2022)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open
Bandiera della Francia Roland Garros
Bandiera del Regno Unito Wimbledon
Bandiera degli Stati Uniti US Open 2T (2022)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 14 febbraio 2024

Ha vinto 4 titoli ATP in singolare, tra cui il Masters 1000 di Parigi nel 2022. Nelle prove del Grande Slam ha finora disputato due volte i quarti di finale al Roland Garros (nel 2022 e nel 2023) e una volta a Wimbledon (nel 2023). Il suo best ranking è la 4ª posizione, raggiunta il 21 agosto 2023.

Con il successo nel 2022 al Masters 1000 di Parigi, è diventato il primo tennista ad aver sconfitto nello stesso torneo cinque giocatori classificati nelle prime dieci posizioni mondiali in un torneo di questo circuito[2].

Biografia modifica

Nato a Charlottenlund, in Danimarca, è secondogenito di Anders e Aneke.[3] Ha iniziato a praticare il tennis a sei anni imitando la sorella Alma, dopo aver smesso di giocare a calcio.[4] Fin dai primi anni il suo allenatore è stato Lars Christensen.[3] Dall'ottobre 2023 è allenato da Boris Becker.

Carriera modifica

«Ragazzino irrefrenabile con la faccia da tipico bad boy, quello che in classe era l'unico ad avere il motorino.»

Juniores modifica

Ottiene ottimi risultati già da ragazzo, nel 2014 vince i campionati danesi under-12 in doppio misto in coppia con Clara Tauson, i campionati europei under-14 in singolare nel 2017[6] e a 15 anni diventa il più giovane campione danese, vincendo nel 2019 i campionati nazionali indoor.[7] Fa il suo esordio nell'ITF Junior Circuit nell'ottobre 2016 e nel gennaio 2017 vince il primo titolo al Grade 4 Malmoe Open.[8]

Nel settembre 2018 fa parte della squadra danese che raggiunge i quarti di finale nella Coppa Davis Junior e viene eliminata dall'Italia di Lorenzo Musetti.[9] Nella primavera del 2019 vince due tornei consecutivi di Grade 1 e in giugno trionfa nel torneo juniores del Roland Garros battendo in finale Toby Kodat. In ottobre si aggiudica a Chengdu le ITF Junior Finals superando in finale Harold Mayot,[8] successo con cui sale per la prima volta al primo posto della classifica mondiale juniores.[10]

2018-2020: approdo al professionismo, debutto in coppa Davis e primi titoli minori modifica

Nel 2018, a 15 anni non ancora compiuti, fa il suo esordio in Coppa Davis in occasione della sfida persa contro l'Egitto e ottiene l'unico punto della Danimarca. A giugno 2019 gioca la prima gara Challenger al torneo di Blois e supera il primo turno. A settembre sconfigge Cem İlkel nella sfida di Coppa Davis contro la Turchia.

A partire dal 2020, nonostante potesse giocare fino alla fine del 2021 nel circuito juniores, si dedica esclusivamente ai tornei professionistici. A gennaio fa la sua prima esperienza nel circuito ATP e viene subito eliminato nelle qualificazioni a Auckland. Nel periodo seguente consegue risultati di rilievo nel circuito ITF, a settembre conquista i primi titoli da professionista vincendo il torneo di Klosters in singolare e la settimana dopo quello di Melilla in doppio. Prima di fine anno si aggiudica altri due tornei in singolare ed entra nelle prime 500 posizioni del ranking.

 
Holger Rune nel 2019

2021: esordio nel circuito maggiore, primi titoli Challenger e 103º nel ranking modifica

Dopo aver vinto due delle tre finali ITF disputate a inizio stagione, entra per la prima volta nel tabellone principale di un torneo ATP con una wild card all'Argentina Open e viene eliminato al primo turno. Supera le qualificazioni al successivo Chile Open e raggiunge i quarti di finale con i successi su Sebastián Báez e sul nº 29 del ranking Benoît Paire, a cui concede solo cinque giochi, prima di essere sconfitto da Federico Delbonis. Disputa il suo primo Masters 1000 con una wild card a Monte Carlo e viene subito eliminato da Casper Ruud. Esce al primo turno anche a Barcellona, dove supera le qualificazioni e perde il tie-break del set decisivo contro Albert Ramos Viñolas.

A fine maggio gioca all'Open di Oeiras la sua prima finale in un Challenger e viene sconfitto da Gastão Elias. La settimana successiva si aggiudica a Biella il primo titolo Challenger battendo in finale Marco Trungelliti con il punteggio di 6-3, 5-7, 7-6, successo che lo porta alla 231ª posizione mondiale. Nei mesi seguenti continua a scalare il ranking e, dopo il secondo turno raggiunto nei tornei ATP di Båstad e a Kitzbühel, ad agosto entra nella top 200. Conquista altri due titoli Challenger consecutivi a San Marino e Verona, superando nelle rispettive finali Orlando Luz e Nino Serdarušić.

Alla prima esperienza in una prova dello Slam, supera le qualificazioni agli US Open e al primo turno strappa un set a Novak Đoković, nº 1 del mondo e futuro finalista; a fine torneo sale alla 136ª posizione. Passa le qualificazioni anche a Metz; con i successi su Bernabé Zapata Miralles e sul nº 24 ATP Lorenzo Sonego si spinge fino ai quarti di finale e viene sconfitto da Pablo Carreño Busta. Dopo alcuni risultati mediocri, a novembre vince il Challenger di Bergamo superando in finale Cem İlkel in due set. Si qualifica alle Next Generation ATP Finals ed esce di scena al round robin con un bilancio di due sconfitte e una vittoria. La settimana seguente raggiunge la semifinale al Challenger di Pau, che gli vale la 103ª posizione nel ranking.

2022: primo titolo Masters 1000, quarti di finale al Roland Garros e top 10 modifica

 
Holger Rune a Monte Carlo nel 2022

A inizio stagione viene eliminato al primo turno dell'ATP di Adelaide 1 e nelle qualificazioni dell'Adelaide 2, nel quale gioca per la prima volta in doppio nel circuito maggiore ed esce di scena al secondo turno. Il 17 gennaio entra per la prima volta nella top 100 in singolare, al 99º posto. Entra nel tabellone dell'Australian Open senza passare per le qualificazioni e al primo turno cede al quinto set contro Kwon Soon-woo. Eliminato al secondo turno in singolare all'ATP di Marsiglia, nel torneo di doppio viene sconfitto in semifinale in coppia con Hugo Gaston, dopo aver eliminato le teste di serie nº 1 Pierre-Hugues Herbert / Nicolas Mahut. A Indian Wells supera Ugo Humbert e strappa un set al nº 16 del mondo Matteo Berrettini, che s'impone in tre set. Ad aprile si aggiudica il Challenger di Sanremo battendo in finale Francesco Passaro. A Monte Carlo supera le qualificazioni e sconfigge poi il nº 30 del ranking Aslan Karacev, e come l'anno precedente viene eliminato da Casper Ruud.

A maggio approfitta del ritiro di Botic van de Zandschulp nella finale di Monaco di Baviera e conquista il primo titolo nel circuito maggiore; non perde alcun set in tutto il torneo ed elimina tra gli altri il nº 3 del ranking Alexander Zverev (6-3, 6-2), ottenendo la prima vittoria in carriera contro un top 10. Con questi successi sale alla 40ª posizione mondiale. Al torneo di Lione perde in semifinale contro Cameron Norrie e il buon momento di forma prosegue al suo debutto al Roland Garros, supera al turno d'esordio Denis Shapovalov e negli ottavi il nº 4 del mondo Stefanos Tsitsipas, prima di cedere in quattro set nei quarti a Casper Ruud, futuro finalista. A fine torneo si attesta al 28º posto in classifica. Nei successivi tornei subisce sei sconfitte consecutive, torna alla vittoria dopo due mesi a Washington e viene eliminato al secondo turno, così come al Masters canadese, dove raccoglie solo tre game contro il futuro vincitore Pablo Carreño Busta. Raggiunge la semifinale in doppio a Cincinnati assieme a Tsitsipas, e danno forfait prima dell'incontro. Esce al secondo turno anche agli US Open sia in singolare, contro Norrie, che in doppio, ed entra per la prima volta nella top 200 nel ranking di doppio.

Eliminato nei quarti di finale a Metz da Bublik, a ottobre raggiunge per la seconda volta una finale ATP a Sofia, approfittando del ritiro in semifinale di Jannik Sinner quando Rune conduceva 5-2 al terzo set. Viene sconfitto dalla sorpresa del torneo Marc-Andrea Hüsler in due set. Al successivo torneo di Stoccolma si aggiudica il secondo titolo ATP battendo in finale Stefanos Tsitsipas con un doppio 6-4. A Basilea disputa la sua prima finale in un torneo ATP 500 e perde in due set contro Felix Auger-Aliassime; a fine torneo fa il suo ingresso nella top 20. Dopo il successo al primo turno del Paris Masters su Stan Wawrinka, elimina i top 10 Hubert Hurkacz, Andrej Rublëv, il nº 1 del mondo Carlos Alcaraz, che si ritira durante il secondo set, e in semifinale Félix Auger-Aliassime, reduce da 16 vittorie consecutive. Nella sua quarta finale consecutiva, la più prestigiosa da inizio carriera, ha la meglio su Novak Đoković con il punteggio di 3-6, 6-3, 7-5, aggiudicandosi il primo titolo in un Masters 1000 ed entrando per la prima volta nella top 10, alla 10ª posizione.

2023: un titolo ATP, finali a Monte-Carlo e Roma e nº 4 del mondo, Atp Finals modifica

A gennaio raggiunge per la prima volta il quarto turno agli Australian Open e viene eliminato al tie-break del set decisivo da Andrej Rublëv, vedendosi annullati due match-point. Si spinge fino alle semifinali a Montpellier – dove cede a Maxime Cressy – e all'ATP 500 di Acapulco, dove viene eliminato da Alex de Minaur che vincerà il titolo. Sconfitto da Stan Wawrinka al terzo turno di Indian Wells, al Miami Open cede il passo al quarto turno a Taylor Fritz. Inaugura la stagione sul rosso al Masters di Monte Carlo e si spinge fino all'ultimo atto battendo tra gli altri Daniil Medvedev e Jannik Sinner. In finale cede nuovamente a Andrej Rublëv, questa volta per 7-5, 2-6, 5-7. Vince il successivo ATP 250 di Monaco di Baviera, dove era campione uscente, in finale ritrova come l'anno prima Botic van de Zandschulp e si impone con il punteggio di 6-4, 1-6, 7-6 dopo aver annullato 4 match-ball.[11] Eliminato al secondo turno del Madrid Open da Alejandro Davidovich Fokina, raggiunge la finale agli Internazionali d'Italia; nei quarti sconfigge in tre set il nº 1 del mondo Novak Đoković, ponendo fine alla striscia di 18 edizioni consecutive nelle quali almeno uno tra Rafael Nadal e Đoković aveva disputato la finale.[12] In semifinale ha la meglio in rimonta su Casper Ruud e, alla sua terza finale in un Masters 1000, cede a Daniil Medvedev con il punteggio di 5-7, 5-7. A fine torneo porta il best ranking alla 6ª posizione mondiale.

All'Open di Francia elimina tra gli altri Christopher Eubanks e Francisco Cerúndolo e, come l'anno precedente, perde nei quarti contro Casper Ruud. Arriva in semifinale al Queen's e cede in due set ad Alex de Minaur. Vince i suoi primi incontri in carriera a Wimbledon, al terzo turno si impone al quinto set su Davidovich Fokina dopo aver salvato due match point,[13] supera quindi Grigor Dimitrov e nei quarti perde in tre set contro il vincitore del torneo Carlos Alcaraz.

Nonostante le sconfitte al turno di esordio a Toronto e a Cincinnati, il 21 agosto sale al 4º posto del ranking.

Finisce la sua avventura americana venendo eliminato sempre al primo turno, l'ultimo agli US Open dove viene sconfitto in quattro set da Roberto Carballés Baena.

Partecipa alla Coppa Davis per la Danimarca perdendo contro Thiago Monteiro.

Partecipa successivamente al torneo di Pechino dove batte Félix Auger-Aliassime per 2 set a 0 venendo sconfitto al turno successivo da Grigor Dimitrov.

Dopo essere uscito al turno d'esordio sia al torneo di Shangai e di Stoccolma Rune, il 19 ottobre 2023, ufficializza Boris Becker come suo nuovo coach. Si vede immediatamente un miglioramento di risultati che porteranno Rune ad arrivare alle semifinali del Swiss Indoors in cui verrà sconfitto da Aliassime. Partecipa anche al Paris Masters dove viene sconfitto in tre set dal numero uno Novak Đoković. Riesce a strappare il pass per le ATP Finals dove viene sorteggiato nel girone con Jannik Sinner, Stefanos Tsitsipas e Novak Djokovic. Il primo match contro Novak termina nello stesso modo di quello di Bercy; batte Tsitsipas causa walkout di quest'ultimo e perde, in un emozionante match, per due set a uno contro l'italiano; non passando alle semifinali e terminando il suo anno tennistico. A fine anno dopo l'uscita del suo storico allenatore, Lars Christensen (che collabora con la tennista Clara Tauson) aggiunge al suo gruppo anche l'ex-allenatore di Federer, Severin Luthi.[14]

2024: modifica

Inizia la nuova stagione sul cemento outdoor di Brisbane in cui arriva, senza grossi problemi, in finale contro Grigor Dimitrov contro cui perde per due set a zero portando il titolo, che mancava dal 2017, in casa bulgara.

Statistiche modifica

Singolare modifica

Vittorie (4) modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (1)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (3)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1º maggio 2022   Internazionali di Tennis di Baviera, Monaco di Baviera Terra rossa   Botic van de Zandschulp 3–4, rit.
2. 23 ottobre 2022   Stockholm Open, Stoccolma Cemento (i)   Stefanos Tsitsipas 6–4, 6–4
3. 6 novembre 2022   Paris Masters, Parigi Cemento (i)   Novak Đoković 3–6, 6–3, 7–5
4. 23 aprile 2023   Internazionali di Tennis di Baviera, Monaco di Baviera (2) Terra rossa   Botic van de Zandschulp 6–4, 1–6, 7–6(3)

Finali perse (5) modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (2)
ATP Tour 500 (1)
ATP Tour 250 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 2 ottobre 2022   Sofia Open, Sofia Cemento (i)   Marc-Andrea Hüsler 4–6, 6(8)–7
2. 30 ottobre 2022   Swiss Indoors, Basilea Cemento (i)   Félix Auger-Aliassime 3–6, 5–7
3. 16 aprile 2023   Monte Carlo Masters, Monte Carlo Terra rossa   Andrej Rublëv 7–5, 2–6, 5–7
4. 21 maggio 2023   Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa   Daniil Medvedev 5–7, 5–7
5. 7 gennaio 2024   Brisbane International, Brisbane Cemento   Grigor Dimitrov 6(5)–7, 4–6

Tornei minori modifica

Singolare modifica

Vittorie (9) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (5)
ITF (4)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 20 settembre 2020   M25 Klosters, Klosters Terra rossa   Jesper de Jong 6–4, 6–2
2. 15 novembre 2020   M15 Valldoreix, Valldoreix Terra rossa   Javier Barranco Cosano 7–6(0), 6–3
3. 6 dicembre 2020   M15 Antalya, Adalia Terra rossa   Filip Misolic 6–0, 4–0, rit.
4. 24 gennaio 2021   M15+H Bessuire, Bressuire Cemento (i)   Matteo Martineau 7–5, 4–6, 6–3
5. 6 giugno 2021   Biella Challenger Outdoor VII, Biella Terra rossa   Marco Trungelliti 6–3, 5–7, 7–6(5)
6. 14 agosto 2021   San Marino Open, San Marino Terra rossa   Orlando Luz 1–6, 6–2, 6–3
7. 21 agosto 2021   Internazionali di Tennis Verona, Verona Terra rossa   Nino Serdarušić 6–4, 6–2
8. 7 novembre 2021   Internazionali di Tennis di Bergamo, Bergamo Cemento (i)   Cem İlkel 7–5, 7–6(6)
9. 9 aprile 2022   Sanremo Challenger, Sanremo Terra rossa   Francesco Passaro 6–1, 2–6, 6–4
Finali perse (4) modifica
Legenda
Challenger (1)
Futures (3)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 27 settembre 2020   M15 Melilla, Melilla Terra rossa   Timofei Skatov 6–3, 0–6, 1–6
2. 17 gennaio 2021   M15 Manacor, Manacor Cemento   Evan Furness 2–6, 7–5, 0–6
3. 7 febbraio 2021   M25 Villena, Villena Cemento   Gastão Elias 6–3, 2–6, 1–6
4. 30 maggio 2021   Oeiras Challenger IV, Oeiras Terra rossa   Gastão Elias 7–5, 4–6, 4–6

Doppio modifica

Vittorie (1) modifica
Legenda
Challenger (0)
ITF (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 27 settembre 2020   M15 Melilla, Melilla Terra rossa   Valentin Royer   Max Houkes
  José Francisco Vidal Azorín
7–5, 6–3
Finali perse (1) modifica
Legenda
Challenger (0)
Futures (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 15 novembre 2020   M15 Valldoreix, Valldoreix Terra rossa   Eric Vanshelboim   Abedallah Shelbayh
  Pedro Vives Marcos
5–7, 3–6

Risultati in progressione modifica

Legenda
 V   F  SF QF #T RR Q#  A  Z# PO  O   F-A  SF-B ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (#T) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (Z#) Zona gruppo Coppa Davis/Fed Cup (con indicazione numero); (PO) play-off Coppa Davis o Fed Cup; vinto un (O) oro, (F-A) argento o (SF-B) bronzo ai Giochi Olimpici; (ND) torneo non disputato.

Statistiche aggiornate al ATP Finals 2023.

Torneo 2018 2019 2020 2021 2022 2023 2024 Titoli V-S V%
Grande Slam
  Australian Open A A A A 1T 4T 2T 0 / 3 4–3 57%
  Roland Garros A A A A QF QF 0 / 2 7–2 78%
  Wimbledon A A ND A 1T QF 0 / 2 4–2 67%
  US Open A A A 1T 3T 1T 0 / 3 1–3 25%
Vittorie-Sconfitte - - - 0–1 5–4 10–4 1–1 0 / 10 16–10 62%
Torneo di fine anno
  ATP Finals NQ NQ NQ NQ NQ RR 0 / 1 1–2 33%
  Next Gen ATP Finals NQ NQ ND RR A A 0 / 1 1–2 33%
Vittorie-Sconfitte - - - 1–2 - 1-2 - 0 / 2 2–4 33%
Nazionale
  Giochi Olimpici Non disputati A Non disputati 0 / 0 0–0 -
  Coppa Davis Z2 Z2 Z2 A PO A 0 / 0 4–1 80%
Vittorie-Sconfitte 1–0 1–0 2–1 - - - - 0 / 0 4–1 80%
ATP Tour Masters 1000
  Indian Wells A A ND 1T 2T 3T 0 / 3 2–3 40%
  Miami A A ND A Q1 4T 0 / 1 2–1 67%
  Monte Carlo A A ND 1T 2T F 0 / 3 4–3 57%
  Madrid A A ND A A 3T 0 / 1 1–1 50%
  Roma A A A A Q1 F 0 / 1 5–1 83%
  Canada A A ND A 2T 2T 0 / 2 1–2 33%
  Cincinnati A A A A 1T 2T 0 / 2 0–2 0%
  Shanghai A A Non disputato 1T 0 / 1 0–1 0%
  Parigi A A A A V QF 1 / 2 8–1 89%
Vittorie-Sconfitte - - - 0–2 9–4 14–9 - 1 / 16 23–15 61%
ATP Tour 500
  Rotterdam A A A A A 2T 2T 0 / 2 2–2 50%
  Acapulco A A A A A SF 0 / 1 3–1 75%
  Barcellona A A ND 1T A A 0 / 1 0–1 0%
  Halle A A ND A 1T A 0 / 1 0–1 0%
  Londra A A ND A A SF 0 / 1 3–1 75%
  Amburgo A A A A 1T A 0 / 1 0–1 0%
  Washington A A ND A 3T A 0 / 1 1–1 50%
  Basilea A A Non disputato F SF 0 / 2 7–2 78%
Vittorie-Sconfitte - - - 0–1 5–4 10–4 1–1 0 / 10 16–10 62%
Statistiche carriera
Tornei ATP disputati 0 0 0 11 27 20 4 65
Finali ATP perse 0 0 0 0 2 2 1 5
Tornei ATP vinti 0 0 0 0 3 1 0 4
Vittorie-Sconfitte 1–0 1–1 2–0 7–13 39–24 44–24 8-4 102-66
Vittorie (%) 100% 50% 100% 35% 62% 67% 70% 61%
Ranking 1019 473 103 11 8

Testa a testa con altri giocatori modifica

Testa a testa con giocatori classificati top 10 modifica

Testa a testa di Rune contro giocatori che si sono classificati nº10 o superiore nella classifica del ranking mondiale

Giocatore Periodo Incontri Record V% Cemento Erba Terra Ultimo incontro
Giocatori classificati n°1 del ranking
  Daniil Medvedev 2023 2 1–1 50% 1–1 Perso (5–7, 5–7) Roma 2023 Finale
  Novak Đoković 2021–2023 5 2–3 40% 1–3 1–0 Perso (6(4)–7, 7–6(1), 3–6) ATP Finals 2023 Round Robin
  Carlos Alcaraz 2021–2023 3 1–2 33% 1–1 0–1 Perso (6(6)–7, 4–6, 4–6) Wimbledon 2023 Quarti di finale
Giocatori classificati n°2 del ranking
  Alexander Zverev 2022 1 1–0 100% 1–0 Vinto (6–3, 6–2) Monaco di Baviera 2022 2º Turno
  Casper Ruud 2021–2023 7 1–6 14% 1–6 Perso (1–6, 2–6, 6–3, 3–6) Open di Francia 2023 Quarti di finale
Giocatori classificati n°3 del ranking
  Stefanos Tsitsipas 2022–2023 3 3–0 100% 2–0 1–0 Vinto (2–1, rit.) ATP Finals 2023 Round Robin
  Dominic Thiem 2023 1 1–0 100% 1–0 Vinto (6–2, 6–4) Monte Carlo 2023 2º Turno
  Jannik Sinner 2022–2023 3 2–1 66% 1–1 1–0 Perso (2–6, 7–5, 4–6) ATP Finals 2023 Round Robin
  Stan Wawrinka 2022–2023 2 1–1 50% 1–1 Perso (2–6, 7–6(5), 5–7) Indian Wells 2023 3º Turno
  Grigor Dimitrov 2023-2024 3 1–2 33% 0–2 - 1-0 Perso (6(5)–7, 4–6) Brisbane International 2024 Finale
Giocatori classificati n°5 del ranking
  Andrej Rublëv 2022–2023 3 1–2 33% 1–1 0–1 Perso (7–5, 2–6, 5–7) Monte Carlo 2023 Finale
  Taylor Fritz 2023 1 0–1 0% 0–1 Perso (3–6, 4–6) Miami 2023 4º Turno
Giocatori classificati n°6 del ranking
  Matteo Berrettini 2022–2023 2 1–1 50% 1–1 Vinto (6–0, 1–0, rit.) Acapulco 2023 Quarti di finale
  Félix Auger-Aliassime 2022-2023 4 2–2 50% 2–2 Perso (3–6, 4–6) Basilea 2023 Semifinale
Giocatori classificati n°8 del ranking
  Diego Schwartzman 2023 1 1–0 100% 1–0 Vinto (6–4, 6–2) Miami 2023 3º Turno
  Cameron Norrie 2022 4 1–3 25% 1–2 0–1 Vinto (6(4)–7, 6–3, 6–3) Stoccolma 2022 Quarti di finale
Giocatori classificati n°9 del ranking
  Fabio Fognini 2022–2023 2 2–0 100% 1–0 1–0 Vinto (6–4, 6–2) Roma 2023 3º Turno
  Hubert Hurkacz 2022 1 1–0 100% 1–0 Vinto (7–5, 6–1) Parigi 2022 2º Turno
  Roberto Bautista Agut 2022 1 1–0 100% 1–0 Vinto (7–6(1), 7–6(6)) Basilea 2022 Semifinale
Giocatori classificati n°10 del ranking
  Denis Shapovalov 2022 1 1–0 100% 1–0 Vinto (6–3, 6–1, 7–6(4)) Open di Francia 2022 1º Turno
  Pablo Carreño Busta 2021–2022 3 0–3 0% 0–2 0–1 Perso (0–6, 3–6) Montréal 2022 2º Turno
Totale 2021–2024 50 24–26 50% 15–15

(50%)

0–2

(0%)

9–9

(50%)

* Statistiche aggiornate al 7 gennaio 2024.

Vittorie contro top 10 per stagione modifica

Anno 2022 2023 Totale
Vittorie 9 5 14
Anno N. Avversario Rank Torneo Superficie Turno Punteggio
2022 1.   Alexander Zverev 3   Internazionali di Tennis di Baviera, Monaco di Baviera Terra rossa 2T 6–3, 6–2
2.   Stefanos Tsitsipas 4   Open di Francia, Parigi Terra rossa 4T 7–5, 3–6, 6–3, 6–4
3.   Jannik Sinner 10   Sofia Open, Sofia Cemento (i) SF 5–7, 6–4, 5–2, rit.
4.   Stefanos Tsitsipas 5   Stockholm Open, Stoccolma Cemento (i) F 6–4, 6–4
5.   Hubert Hurkacz 10   Paris Masters, Parigi Cemento (i) 2T 7–5, 6–1
6.   Andrej Rublëv 9   Paris Masters, Parigi Cemento (i) 3T 6–4, 7–5
7.   Carlos Alcaraz 1   Paris Masters, Parigi Cemento (i) QF 6–3, 6–6, rit.
8.   Félix Auger-Aliassime 8   Paris Masters, Parigi Cemento (i) SF 6–4, 6–2
9.   Novak Đoković 7   Paris Masters, Parigi Cemento (i) F 3–6, 6–3, 7–5
2023 10.   Daniil Medvedev 5   Monte Carlo Masters, Monte Carlo Terra rossa QF 6–3, 6–4
11.   Jannik Sinner 8   Monte Carlo Masters, Monte Carlo Terra rossa SF 1–6, 7–5, 7–5
12.   Novak Đoković 1   Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa QF 6–2, 4–6, 6–2
13.   Casper Ruud 4   Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa SF 6(2)–7, 6–4, 6–2
14.   Stefanos Tsitsipas 6   ATP Finals, Torino Cemento (i) RR 2–1, rit.

Note modifica

  1. ^ (EN) Holger Rune | Overview, su ATPtour.com, 13 novembre 2023. URL consultato il 16 novembre 2023.
  2. ^ Arianna Nardi, Che impresa Rune! Rimonta Djokovic e sbanca Parigi, su Gazzetta.it, 6 novembre 2022. URL consultato il 16 novembre 2023.
  3. ^ a b (EN) Holger Rune - Player Bio, su atptour.com. URL consultato il 20 marzo 2021.
  4. ^ Riccardo Bisti, Holger Rune, il James Bond del tennis: "Non sarò mai n.2. Il n.2 è una m... ", su tennisworlditalia.com, 6 febbraio 2020. URL consultato il 20 marzo 2021.
  5. ^ Francesco Rosati, Djoković contro Rune, la vittoria della nuova leva del tennis mondiale, su il-catenaccio.it, 20 maggio 2023.
  6. ^ (DA) Ole Dalsgaard Jensen, C WorldWide Talentprisen: Holger og Clara modtager hver 50.000 kr. til rejser, su tennisavisen.dk, 9 aprile 2018. URL consultato il 20 marzo 2021.
  7. ^ (DA) Ole Dalsgaard Jensen, DM Inde: Holger yngste vinder nogensinde. Hannah vinder sin 3. DM-titel, su tennisavisen.dk, 1º aprile 2019. URL consultato il 20 marzo 2021.
  8. ^ a b (EN) Holger Vitus Nodskov Rune Juniors Singles Activity, su itftennis.com. URL consultato il 31 marzo 2021.
  9. ^ (EN) 2018 Junior Davis Cup, su itftennis.com. URL consultato il 27 maggio 2021.
  10. ^ (EN) Holger Vitus Nodskov Rune Juniors Singles Overview, su itftennis.com. URL consultato il 31 marzo 2021.
  11. ^ Barcellona, finale senza storia: Alcaraz annienta Tsitsipas. Festa Rune a Monaco, su gazzetta.it, 23 aprile 2023.
  12. ^ La storia, su internazionalibnlditalia.com.
  13. ^ (EN) Rune Saves 2 MPs, Wins Thriller After Foki Underarm Serve Backfires, su atptour.com.
  14. ^ Una vita al fianco di Federer, ora lavorerà con Rune: la nuova elettrizzante sfida di Luthi, su gazzetta.it, 20 dicembre 2023.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica