Hostage (film 2005)

film del 2005 diretto da Florent Emilio Siri
Hostage
Hostage.jpg
Titolo originaleHostage
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Germania
Anno2005
Durata113 minuti
Rapporto2,35:1
Genereazione, poliziesco, drammatico, thriller
RegiaFlorent Emilio Siri
SoggettoRobert Crais
SceneggiaturaDoug Richardson
ProduttoreMark Gordon, Arnold Rifkin, Bruce Willis, Bob Yari, David Wally
Casa di produzioneCheyenne Enterprises, Equity Pictures, Miramax Films
Distribuzione in italianoMedusa Film
FotografiaGiovanni Fiore Coltellacci
MontaggioRichard Byard, Olivier Gajan
MusicheAlexandre Desplat
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hostage è un film del 2005 diretto da Florent Emilio Siri, con protagonista Bruce Willis, tratto dall'omonimo romanzo di Robert Crais.

TramaModifica

Jeff Talley è un poliziotto di Los Angeles, un negoziatore specializzato a salvare ostaggi in situazioni delicate, ma non riesce a risolvere una di queste operazioni perché non ha dato l'ordine ai cecchini di uccidere un uomo, che ha preso in ostaggio sua moglie e suo figlio dopo aver appreso che lei lo tradiva, quando era invece possibile: infatti l'uomo uccide entrambi, e poi si toglie la vita. Il poliziotto si sente colpevole, soprattutto per non aver salvato il bambino, che gli muore tra le braccia. Traumatizzato dall'episodio, Talley si trasferisce con la famiglia a Bristo Camino, un immaginario borgo suburbano nella vicina contea di Ventura in California, dove diviene capo della polizia locale.

Un anno dopo, Talley si ritrova in una situazione ancora più complicata. Due fratelli adolescenti travagliati, Dennis e Kevin Kelly, e un complice sociopatico, Marshall "Mars" Krupcheck, tutti ben armati, tengono Walter Smith e i suoi due figli, Jennifer e Tommy, in ostaggio nelle lussuosa casa Smith dopo un fallito tentativo di rapina. Una donna poliziotta, Carol Flores, risponde dopo che Tommy ha attivato l'allarme silenzioso ma viene colpita da due colpi di pistola da Mars dopo essere stata informata dal dispaccio che il camion rosso parcheggiato dai sequestratori di fronte alla casa era un veicolo rubato poco prima dell'arrivo di Talley. Talley va in suo aiuto ma riesce a fare poco, lei muore e lui lascia il comando dell'operazione.

I tre sequestratori, tuttavia, non sanno che sono capitati nella casa sbagliata perché Walter Smith è difatti il contabile di una potente e misteriosa organizzazione criminale per conto della quale ricicla e sposta ingenti capitali e la casa si rivela essere superblindata per cui è difficile per loro trovare delle vie di fuga.

Smith aveva riciclato denaro per l'organizzazione attraverso le società offshore e si stava preparando a girare una serie di importanti file crittografati registrati su un DVD quando era stato preso in ostaggio. Per impedire che venissero scoperte prove incriminanti, l'organizzazione ordina a un agente spietato, noto come "Guardiano", di rapire la moglie e la figlia di Talley. Talley viene incaricato da "The Watchman" di tornare sulla scena degli ostaggi, riprendere il comando e fermarsi per un po' fino a quando l'organizzazione non può lanciare il proprio attacco contro la casa di Smith. Altrimenti, la moglie e la figlia di Talley verranno assassinate.

Talley deve così compiere due missioni: salvare sia la sua famiglia che quella degli Smith.

Il figlio di Smith, Tommy, sfugge al sequestro nascondendosi nei tubi di aerazione e, usando il cellulare della sorella, riesce a mettersi in contatto con Talley e a dargli più informazioni possibili sui rapitori. Talley gli chiede poi di prendere quel DVD e di tenerlo con sé. Talley dal canto suo giunge a un accordo con uno dei rapitori e riesce a farsi consegnare da loro Walter Smith che è gravemente ferito alla testa e incosciente ma ancora vivo.

Dopo un'accurata visione della planimetria dell'abitazione e dopo aver ritrovato fiducia in se stesso, Talley pianifica di penetrare nella villa per aiutare la ragazza e il ragazzo rapiti. Il più feroce di costoro, però, lo psicopatico Mars, uccide i suoi due compagni che iniziano ad avere segni di cedimento, e inizia a usare violenza anche sui due fratelli Smith anche perché Jennifer si mostra insensibile alle sue infatuazioni. Tommy e Jennifer Smith fuggono e trovano rifugio in una stanza del bagno che diventa per loro una trappola, mentre Talley ascolta tutto dal cellulare del ragazzo. Dopo averli trovati, Mars inizia a dar fuoco alla casa con delle molotov mentre l'organizzazione criminale, camuffata da agenti F.B.I., entra rapidamente tagliando l'energia elettrica.

A questo punto Talley rompe gli indugi e con una macchina sfonda il cancello d'entrata e supera i tentativi di difesa di Talley. Si mette alla ricerca degli ostaggi e non si arrende quando Mars uccide due agenti dell'organizzazione criminale scagliando contro di loro altre molotov. Talley trova i due fratelli e cerca di scappare dalla casa, ma un agente armato li trova e ferisce Talley per farsi consegnare il DVD che gli aveva dato prima il ragazzino ma spunta Mars con in mano una molotov e colpisce l'agente che Talley finisce a colpi di pistola. Mars ritorna, ferito gravemente, con altre due molotov: una la lancia sui soldi sparsi a terra e sui due fratelli complici morti, mentre la seconda è destinata ai fratelli Smith ma esita guardando Jennifer, di cui era infatuato, e la lascia cadere addosso a se stesso.

Ormai il DVD è perso nell'incendio e l'organizzazione criminale minaccia di far fuori la famiglia di Talley, a Talley non resta che servirsi di Walter Smith per salvare la sua famiglia mostrando che il loro contabile è vivo e con lui tutti i segreti che custodisce.

Talley si reca con Walter Smith sul luogo dell'appuntamento per effettuare lo scambio. Smith, grato a Talley per avergli salvato i figli, finge di tradirlo per poi sparare al capo dei rapitori permettendo a Talley di uccidere il resto della banda e salvare finalmente la sua famiglia.

ProduzioneModifica

Le riprese del film si sono svolte in California, tra Los Angeles, Malibù e Azusa.

Il ruolo di Amanda è interpretata da Rumer Willis, figlia di Bruce Willis nella vita reale. Ha ottenuto la parte sostenendo un provino, come gli altri attori.[1]

AccoglienzaModifica

Il film ha incassato $34,639,939 negli Stati Uniti e $43,304,786 nel resto del mondo, per complessivi $77,944,725.[2]

NoteModifica

  1. ^ Hostage - film 2005, su comingsoon.it. URL consultato l'8 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Hostage, su boxofficemojo.com. URL consultato il 14 marzo 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema