Houston Dynamo Football Club

società calcistica statunitense
Houston Dynamo Football Club
Calcio Football pictogram.svg
DynamoTwoStar.png
Orange Crush; Orange
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Arancione e Nero.svg Arancione, nero
Dati societari
Città Houston
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USSF
Campionato Major League Soccer
Fondazione 2006
Proprietario Messico Gabriel Brener
Stati Uniti Óscar de la Hoya
Stati Uniti Jake Silverstein
Stati Uniti Ben Guill
Stati Uniti James Harden
Presidente Stati Uniti Ben Olsen
Stadio BBVA Stadium
(22 000 posti)
Sito web www.houstondynamo.com
Palmarès
Major LeagueMajor League
Titoli MLS 2
U.S. Open Cup 1
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Houston Dynamo Football Club, noto anche come Houston Dynamo FC, noto semplicemente come Houston Dynamo, è una società calcistica statunitense con sede nella città di Houston (Texas). Dal 2006 milita nella Major League Soccer e disputa le proprie partite casalinghe al Compass Stadium, impianto da 22.000 posti a sedere.

Fondato nel 2006, il club ha sùbito conquistato il titolo MLS alla sua stagione d'esordio, ripetendosi poi anche nell'annata successiva; è quindi una delle sole tre squadre della lega (insieme a DC United e Los Angeles Galaxy) ad aver vinto il campionato per due stagioni consecutive.

Nel 2018 conquista anche una U.S. Open Cup.

StoriaModifica

FondazioneModifica

La Houston Dynamo viene fondata il 15 dicembre 2005: la sua rosa e il suo allenatore provenivano tutti dai San Jose Earthquakes, società smantellata per la mancanza di uno stadio in cui disputare gli incontri (gli Earthquakes verranno rifondati nel 2007).

Il 26 gennaio 2006 viene annunciato che il nome del nuovo club sarà "Houston 1836". "1836" indica l'anno in cui la città di Houston venne fondata dai fratelli Augustus Chapman Allen e John Kirby Allen. Malauguratamente, il 1836 è anche l'anno in cui il Texas si rese indipendente dal Messico. Scoppia un vero caso politico: la comunità ispanica di Houston minaccia di boicottare il club, ritenendo offensivo il nome scelto. La dirigenza opterà allora per un più neutro "Dynamo Houston". Il prefisso "Dynamo" fa riferimento all'economia cittadina, basata su numerosi impianti industriali che producono energia elettrica. I colori del team sono l'arancione, il bianco e l'azzurro. Inoltre è esistita tra il 1983 ed il 1991 una quasi omonima squadra, gli Houston Dynamos.

Il 17 novembre 2020 il club ha presentato, oltre ad un nuovo logo, il nuovo nome del club: Houston Dynamo Football Club[1].

Stagione 2006Modifica

Il 2 aprile 2006, la Houston Dynamo disputa la sua prima partita, davanti a una folla di oltre 25.000 spettatori. Gli avversari sono i Colorado Rapids, che verranno travolti per 5–2. L'attaccante degli "Orange" Brian Ching segna quattro reti su altrettanti assist del compagno Dwayne De Rosario.

La Dynamo conclude la regular season al secondo posto, accedendo così ai play off della Western Conference, durante i quali elimina prima i Chivas USA, poi i Colorado Rapids. Alla sua prima stagione, dunque, il club di Houston centra subito la finale di MLS Cup.

La finale, disputata il 12 novembre 2006 al Pizza Hut Park di Frisco (Texas), è molto equilibrata. A sbloccare il punteggio sono i Revolution, con Taylor Twellman, nel secondo tempo supplementare. Passa però poco più di un minuto e Ching pareggia per la Dynamo. Si va ai rigori: i giocatori "Orange" si dimostrano più freddi, trasformando i primi quattro rigori e conquistando così la MLS Cup. Grazie a questo successo, Houston si qualifica per CONCACAF Champions Cup del 2007.

Stagione 2007Modifica

 
Gli Houston Dynamo celebrano la vittoria del campionato MLS 2007 insieme al presidente George W. Bush.

La stagione 2007 di Houston comincia con la partecipazione alla CONCACAF Champions' Cup, nella quale viene eliminata in semifinale dai messicani del Pachuca (vittoria in casa per 2-0 all'andata, ma sonora sconfitta per 5-2 in trasferta al ritorno).

In campionato però le cose vanno ottimamente, e la squadra giunge di nuovo in finale di MLS Cup, dove se la vede ancora una volta con New England. È sempre Twellman a sbloccare la partita per i Revolution, ma due reti nell'ultimo quarto d'ora (di De Rosario e Ngwenya) consegnano a Houston il secondo titolo consecutivo. Dopo la vittoria la squadra ha fatto visita al presidente George W. Bush.

Houston è stata poi invitata a prender parte alla prima edizione della North American SuperLiga, in cui hanno perso in semifinale contro il Pachuca.

Stagione 2008Modifica

La Dynamo ha iniziato presto a competere nell'inaugurale Pan-Pacific Championship che ha debuttato il 20 febbraio 2008 a Honolulu (Hawaii). Gli Houston si sono qualificati per partecipare al torneo tramite la loro vittoria nella MLS Cup (nel 2007). La Houston Dynamo ha vinto la sua prima partita contro i Sydney FC, prima di terminare al secondo posto dopo aver perso per 6-1 contro il Gamba Osaka in finale.

Il club ha anche partecipato al Festival Texas Pro Soccer presentato da Touch-Tel con quattro squadre della Major League Soccer (Houston, DC United, Toronto e Chivas USA) durante una settimana elettrizzante la Houston Dynamo sono stati dichiarati vincitori del torneo dopo un tie-break in differenza reti che era necessario tra loro e la squadra DC United.

Poco dopo il Texas Pro Soccer Festival, la Dinamo è tornata in campo per gara di Coppa, la CONCACAF Champions' Cup. La Dynamo gioca contro i Municipal nei quarti di finale vincendo complessivamente 3-1 (0-0, 3-1) al Robertson Stadium. Il club però ha perso complessivamente 3-1 contro il Deportivo Saprissa allo Estadio Ricardo Saprissa.

La Houston Dynamo ha aperto la sua apertura di campionato a casa con un punteggio di 3-3 contro i FC Dallas. La Dynamo ha finito la stagione 13-5-12, arrivando prima nella Western Conference e 2 ° nella classifica generale (dietro ai Columbus Crew). Le Semifinali della Western Conference sono state giocate contro i New York Red Bulls con la prima tappa di finitura in un pareggio per 1-1 al Giants Stadium e il ritorno al Robertson Stadium, dove i NY hanno sbalordito la Dynamo in una sconfitta per 0-3 di fronte a più di 30.000 fans.

Stagione 2009Modifica

La Dynamo ha iniziato il nuovo anno con una rapida uscita dalla CONCACAF Champions League 2008-2009 con una perdita aggregata 1-4 (1-1, 0-3) contro l'Atlante nei quarti di finale, con il ritorno allo Estadio Andrés Quintana Roo.

Nella regular season, Houston ancora una volta si è evoluto in una delle squadre più forti del campionato, andando su una striscia di imbattibilità di 11 partite (8-0-3) all'inizio della stagione prima di perdere contra la rivale della Western Conference, i Los Angeles Galaxy nel mese di giugno. La Dynamo ha finito la stagione legata per prima nella Western Conference con un record di 13-8-9.

Il club ha raggiunto le semifinali della Lamar Hunt US Open Cup prima di perdere per 1-2 contro i Seattle Sounders FC nei tempi supplementari.

Stagione 2010Modifica

Durante la offseason 2009-10, la Dinamo ha visto le partenze di due giocatori chiave, Ricardo Clark ( Eintracht Francoforte ) e Stuart Holden ( Bolton Wanderers ). La Houston Dynamo gareggiato nel 2010 Walt Disney World Pro Soccer Classic a Orlando, in Florida . Il club ha perso contro i New York Red Bulls nella semifinale (0-0, 5-6), ma è arrivato al terzo posto dopo aver sconfitto i FC Dallas, con un punteggio di 2-1.

La stagione 2010 è iniziata con un pareggio per 1-1 contro i rivali FC Dallas, al Pizza Hut Park. La Dynamo ha finito la stagione 9-15-6 arrivando settima nella Western Conference e 12° nella classifica generale e ha perso ai playoff. Durante la stagione 2010, la Dynamo ha continuato la stagione con la Cup 2010 Lamar Hunt US Open. Il club avrebbe sconfitto il Miami FC, 1-0, il 29 giugno prima di perdere contro i Chivas USA, 1-3 nei quarti di finale il 6 luglio (entrambe le partite giocate al Robertson Stadium. La Dynamo anche partecipato nella Nord American SuperLiga, vincendo nei gironi prima di uscire rapidamente dopo una perdita di 0-1 contro Morelia il 5 agosto al Robertson Stadium.

StadioModifica

 
Robertson Stadium
Stadio Capacità Locazione Anni Note
BBVA Compass Stadium 22,000 Houston 2012-
Robertson Stadium 32,000 Houston 2006-2011
Tom Tellez Track at Carl Lewis International Complex 6,000 Houston 2006 1 partita nella US Open Cup
Aggie Soccer Stadium (Texas A&M) 3,500 College Station 2007, 2011 una partita nella CONCACAF Champions' Cup e 1 una partita nella US Open Cup

Media spettatoriModifica

Anno Regular Season Playoffs
2006 18,935 20,274
2007 15,883 30,530
2008 16,939 30,053
2009 17,047 27,465
2010 17,310 non qualificato
2011 17,694 24,749

OrganicoModifica

Rosa 2023Modifica

N. Ruolo Calciatore
2   D Franco Escobar
4   D Ethan Bartlow
5   D Daniel Steres
6   C Artur
7   C Iván Franco
9   A Sebastián Ferreira
11   A Corey Baird
12   P Steve Clark
14   C Beto Avila
16   C Héctor Herrera
17   D Teenage Hadebe
20   C Adalberto Carrasquilla
N. Ruolo Calciatore
21   C Nelson Quiñónes
23   C Ifunanyachi Achara
25   D Griffin Dorsey
26   P Michael Nelson
29   D Sam Junqua
32   C Juan Castilla
33   C Daniel Ríos
34   C Thorleifur Úlfarsson
35   C Brooklyn Raines
38   P Xavier Valdez
  D Brad Smith

Rosa 2022Modifica

N. Ruolo Calciatore
2   D Daniel Steres
3   D Adam Lundqvist
4   D Zarek Valentin
7   C Thiaguinho
8   C Memo Rodríguez
9   A Sebastián Ferreira
11   A Corey Baird
12   P Steve Clark
13   D Ethan Bartlow
14   C Beto Avila
16   C Héctor Herrera
17   D Teenage Hadebe
20   C Adalberto Carrasquilla
21   C Nelson Quiñónes
N. Ruolo Calciatore
22   C Matías Vera
23   C Darwin Quintero
24   C Darwin Cerén
25   D Griffin Dorsey
26   P Michael Nelson
27   C Marcelo Palomino
29   D Sam Junqua
32   C Juan Castilla
33   C Daniel Ríos
34   C Thorleifur Úlfarsson
35   C Brooklyn Raines
37   D Zeca
38   P Xavier Valdez

Rosa 2021Modifica

 
Brian Ching
N. Ruolo Calciatore
1   P Marko Marić
2   D Alejandro Fuenmayor
3   D Adam Lundqvist
4   D Zarek Valentin
5   D Tim Parker
7   A Mateo Bajamich
8   C Memo Rodríguez
9   A Christian Ramirez
10   C Fabrice Picault
11   A Ariel Lassiter
13   D Ethan Bartlow
14   C Joe Corona
15   D Maynor Figueroa
N. Ruolo Calciatore
16   D José Bizama
17   C Nico Lemoine
19   A Tyler Pasher
21   A Derrick Jones
22   C Matías Vera
23   A Darwin Quintero
24   C Darwin Cerén
26   P Michael Nelson
27   C Óscar Boniek García
29   D Sam Junqua
32   C Juan Castilla
37   A Maximiliano Urruti

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2006, 2007
2018

Altri trofeiModifica

2006, 2007
  • Texas Pro Soccer Festival: 1
2008
  • Dynamo Charities Cup: 2
2009, 2010
  • Texas Derby: 5
2006, 2007, 2009, 2011, 2012

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2011, 2012
Semifinalista: 2006, 2009
Semifinalista: 2007, 2008
Finalista: 2008
Semifinalista: 2010

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio