Huey Pierce Long

politico statunitense
Huey Pierce Long Jr.
HueyPLongGesture.jpg
Il senatore Huey Pierce Long Jr.

40mo governatore della Louisiana
Durata mandato 27 maggio 1928 –
25 gennaio 1932
Predecessore Oramel H. Simpson
Successore Alvin Olin King

Senatore degli Stati Uniti d'America eletto nello stato della Louisiana
Durata mandato 25 gennaio 1932 –
10 settembre 1935
Predecessore Joseph E. Ransdell
Successore Rose Long

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Firma Firma di Huey Pierce Long Jr.

Huey Pierce Jr. Long (Winnfield, 30 agosto 1893Baton Rouge, 10 settembre 1935) è stato un politico statunitense.

[1]

Soprannominato "The Kingfish", fu un politico statunitense che ricoprì la carica di quarantesimo governatore della Louisiana dal 1928 al 1932 e di membro del senato degli Stati Uniti dal 1932 fino al suo assassinio nel 1935.

Democratico, fu un populista che denunciava i ricchi e le banche. Promosse le azioni note come "Share the Wealth" (Condivisione della ricchezza).

Come capo politico dello stato poté contare su di un'ampia ed organizzata rete di sostenitori; ciò gli consentì di disporre di ampi poteri decisionali in merito ai provvedimenti di sua competenza.

Con lui iniziò la dinastia politica della famiglia Long.

Long promosse il programma politico denominato "Share the Wealth", creato nel 1934 con il motto “ogni uomo è re". Propose nuove misure per la ridistribuzione di ricchezza sotto forma di tassa sul patrimonio netto delle società e degli individui, allo scopo di porre freno all'indigenza e al fenomeno dei senza tetto (homeless) endemico in tutti gli Stati Uniti durante la grande depressione. Il suo programma fiscale aveva lo scopo di stimolare l'economia, la spesa federale sui lavori pubblici, le scuole, gli istituti universitari e le pensioni di vecchiaia.

Fu un critico ardente delle politiche della Riserva Federale.

Fu un sostenitore di Franklin D. Roosevelt nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 1932, ma ruppe con Roosevelt nel giugno 1933 per progettare la sua propria candidatura presidenziale nel 1936 in collaborazione con l'influente prete cattolico e conduttore radiofonico Charles Coughlin.

Long fu assassinato nel 1935 ed il suo movimento nazionale presto perse di forza; la sua eredità continuò in Louisiana attraverso sua moglie, la senatrice Rose McConnell Long e suo figlio, senatore Russell B. Long.

Sotto la leadership di Long, furono ampliati ospedali e istituti scolastici, fu creato un sistema di ospedali della carità per garantire l'assistenza sanitaria ai poveri, fu promossa la costruzione massiccia di autostrade e di ponti senza pedaggio allo scopo di porre fine all'isolamento rurale e furono forniti gratuitamente i libri di testo agli studenti della scuola dell'obbligo.

Huey Pierce Long rimane, comunque, una figura discutibile nella storia della Louisiana, con i critici ed i sostenitori a dibattere se fu un dittatore, un demagogo o un populista.

Influenze nella letteraturaModifica

Vari critici hanno sottolineato i possibili riferimenti a Long nel romanzo Qui non è possibile (It Can't Happen Here) di Sinclair Lewis, pubblicato nel 1935 poco dopo l'assassinio dell'uomo politico.

Per il personaggio principale del suo romanzo Tutti gli uomini del re (All the King's Men, 1946), Robert Penn Warren si è a sua volta ispirato a Huey Pierce Long.

Nel romanzo L'ombra dello scorpione (The Stand) di Stephen King, in un colloquio tra due personaggi, Huey Long viene citato come l'ultimo regime dittatoriale instaurato negli Stati Uniti.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autorità VIAF: (EN74101542 · LCCN: (ENn50044378 · ISNI: (EN0000 0000 8154 4675 · GND: (DE118780387 · BNF: (FRcb14597642q (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie