Apri il menu principale

Hugh Percy, II duca di Northumberland

generale britannico
Hugh Percy
2ndDukeOfNorthumberland2.jpeg

Lord Luogotenente di Northumberland
Durata mandato 1786 –
1798
Monarca Giorgio III
Predecessore Hugh Percy, I duca di Northumberland
Successore in commissione

Durata mandato 1802 –
1817
Monarca Giorgio III
Predecessore in commissione
Successore Hugh Percy, III duca di Northumberland

Dati generali
Suffisso onorifico Duca di Northumberland
Partito politico Whig

Hugh Percy, II duca di Northumberland (Coventry, 14 agosto 1742Kingston upon Hull, 10 luglio 1817) è stato un generale britannico.

Indice

BiografiaModifica

Era il figlio di Sir Hugh Smithson, e di sua moglie, Lady Elizabeth Seymour, figlia di Thomas Seymour, I visconte di Weysmouth. Nel 1750, alla morte del nonno materno Algernon Seymour, VII duca di Somerset, suo padre divenne conte di Northumberland e cambiò il suo cognome in Percy.

CarrieraModifica

Nel 1759, entrò a far parte dell'esercito britannico e, all'età di diciassette anni raggiunse il grado di capitano dell'85º reggimento di fanteria. Combatté con lode nel 1759 nelle battaglie di Bergen e di Minden. Nel 1766, suo padre venne elevato al titolo di duca e lui venne designato con il titolo di conte Percy. In qualità di membro del Parlamento e genero di Lord Bute, Percy venne promosso a colonnello e nominato aiutante di campo del re nel 1764.

Aveva una salute cagionevole (aveva la gotta e problemi di vista).

Guerra d'indipendenza americanaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Guerra d'indipendenza americana.

Nel 1774, fu inviato a Boston con il rango di generale di brigata e colonnello del 5º reggimento di fanteria. Politicamente un Whig, che in un primo momento simpatizzava per i coloni, ma ben presto cominciò a disprezzare il loro comportamento. Partecipò alle battaglia di Lexington

Non partecipò alla Battaglia di Bunker Hill, forse a causa di un litigio con il generale Howe, un uomo con cui Percy non andava d'accordo. L'anno seguente, Percy comandò una divisione durante la battaglia di Long Island e condusse l'assalto a Fort Washington. Nel 1777 venne promosso al grado di tenente generale, ma disgustato dalla condotta della guerra dal generale Howe che si dimise e lasciò l'America nello stesso anno.

Carriera politicaModifica

Nel 1766 divenne membro del Parlamento rappresentando il Northumberlandshire mentre nel 1764 era stato nominato aiutante di campo del re.

Fu Intendente del Northumberland (1786-1796) e Vice Lord Viceammiraglio del Northumberland a vita.

MatrimonioModifica

Primo MatrimonioModifica

Sposò, il 2 luglio 1764, Lady Anne Stuart (1745-1780), figlia di John Stuart, III conte di Bute[1]. Non ebbero figli.

Secondo MatrimonioModifica

Sposò, il 23 maggio 1779, Frances Julia Burrell (?-28 aprile 1820), figlia di Peter Burrell. Ebbero nove figli ma solo quattro raggiunsero l'età adulta:

Fu protettore, insieme al figlio primogenito, Lord Hugh, del fratellastro James Smithson.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Bowler, R. Arthur. Logistics and the Failure of the British Army in America, 1775-1783. Princeton, NJ: Princeton University Press, 1975. ISBN 0-691-04630-1.
  • Fischer, David Hackett. Paul Revere's Ride. New York: Oxford University Press, 1994. ISBN 0-19-508847-6.
  • Purcell, L. Edward. Who was Who in the American Revolution. New York: Facts on File, 1993. ISBN 0-8160-2107-4.
  • Edmund Lodge, The peerage of the British empire as at present existing, Londra, Saunders and Otley, 1839. p608

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Percy Family Papers. James Marshall and Marie-Louise Osborn Collection, Beinecke Rare Book and Manuscript Library, Yale University.
  • Life and military career, su usm.maine.edu. URL consultato il 14 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2005).
Controllo di autoritàVIAF (EN22909035 · ISNI (EN0000 0000 8364 4362 · LCCN (ENnr93028960 · GND (DE117057797 · ULAN (EN500260437 · CERL cnp01083828