Humberto Maschio

allenatore di calcio ed ex calciatore italo-argentino
Humberto Maschio
Maschio argentina.jpg
Nazionalità Argentina Argentina
Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1968 - giocatore
2000 - allenatore
Carriera
Giovanili
19?? Arsenal de Llavallol
Squadre di club1
1952 Arsenal de Llavallol ? (?)
1953 Quilmes ? (23)
1954-1957 Racing Club 139 (44)
1957-1959 Bologna 43 (13)
1959-1962 Atalanta 80 (22)
1962-1963 Inter 15 (4)
1963-1966 Fiorentina 52 (12)
1966-1968 Racing Club 84 (13)
Nazionale
1956-1957 Argentina Argentina 12 (12)
1962 Italia Italia 2 (0)
1962 Italia Italia B 1 (0)
Carriera da allenatore
1968-1969Argentina Argentina
1971Racing Club
1972Costa Rica Costa Rica
1999-2000Racing Club
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Perù 1957
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 dicembre 2007

Humberto Dionisio Maschio Bonassi (Avellaneda, 10 febbraio 1933) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino naturalizzato italiano.

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Iniziò la carriera da regista di centrocampo,[1] divenendo in seguito un interno offensivo dalla spiccata propensione al gol.[1][2]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

 
Maschio al Racing Club nel 1967

Avviò la propria esperienza calcistica in patria, ben figurando con Quilmes e Racing Club.[1] Le positive prestazioni attirarono l'interesse dei club europei, con il Bologna che lo ingaggiò nell'estate 1957.[3] Dopo un biennio inferiore alle aspettative con la squadra felsinea, fu ceduto all'Atalanta.[4] Un soddisfacente triennio con gli orobici permise al calciatore di ritrovare credibilità agonistica, venendo quindi tesserato dall'Inter di Helenio Herrera nel 1962.[5][2]

Inizialmente titolare nel ruolo di mezzala destra,[1] dopo un avvio di campionato incerto fu sostituito dal giovane Sandro Mazzola.[6] Relegato quindi tra le riserve,[7] contribuì comunque da comprimario alla vittoria dello Scudetto,[8] primo trofeo della Grande Inter.[1]

Dopo un'unica stagione in nerazzurro, passò alla Fiorentina con cui vinse la Coppa Italia 1965-1966.[1] La tappa conclusiva della sua carriera coincise col ritorno in patria, militando nuovamente nel Racing che nel 1967 si aggiudicò la Copa Libertadores e l'Intercontinentale.[1]

NazionaleModifica

Protagonista del successo dell'Argentina nel Campionato Sudamericano 1957 — con 9 realizzazioni che gli valsero, peraltro, il titolo di capocannoniere —[1] formò, assieme ai compagni di squadra Sivori e Angelillo, il cosiddetto trio degli «angeli dalla faccia sporca» («angeles de la cara sucia» in spagnolo).[5]

 
Maschio e il connazionale Omar Sivori.[5][9]

A seguito della naturalizzazione vestì anche i colori dell'Italia,[5] esordendo in amichevole contro la Francia il 5 maggio 1962.[10] Convocato per il campionato del mondo 1962 in Cile, disputò la gara conosciuta come "battaglia di Santiago", in cui un pugno di Leonel Sánchez ne provocò la frattura del setto nasale.[11] Conta anche una presenza con l'Italia B.[12]

AllenatoreModifica

Terminata l'attività agonistica, tra il 1968 e il 1972 fu per breve tempo selezionatore dell'Argentina, poi allenatore del Racing Club e infine commissario tecnico della Costa Rica;[1] tornerà sulla panchina del Racing nella stagione 1999-2000.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei club italianiModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1957-1958   Bologna A 28 8 CI 4 1 32 9
1958-1959 A 15 5 CI 1 0 16 5
Totale Bologna 43 13 5 1 48 14
1959-1960   Atalanta A 29 7 CI 1 2 Coppa Amicizia 1 1 31 10
1960-1961 A 24 4 CI 1 1 Coppa Amicizia 1 26 5
1961-1962 A 27 11 CI CM 27 11
Totale Atalanta 80 22 2 3 2 1 84 26
1962-1963   Inter A 15 4 CI 2 2 17 6
1963-1964   Fiorentina A 20 3 CI 4 CPKR 24 3
1964-1965 A 30 8 CI CdF 1 CM 31 8
1965-1966 A 2 1 CI 2 2 CdF 1 CM 5 3
Totale Fiorentina 52 12 6 2 2 60 14
Totale 190 51 15 8 2 2 1 209 60

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-5-1962 Firenze Italia   2 – 1   Francia Amichevole -
2-6-1962 Santiago del Cile Cile   2 – 0   Italia Mondiali 1962 - 1º Turno -
Totale Presenze 2 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia B
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-5-1962 Bari Italia   3 – 1   Ungheria Amichevole -
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-3-1957 Lima Argentina   8 – 2   Colombia Coppa America 1957 - 1º turno 4
17-3-1957 Lima Argentina   3 – 0   Ecuador Coppa America 1957 - 1º turno -   38’
20-3-1957 Lima Argentina   4 – 0   Uruguay Coppa America 1957 - 1º turno 2
28-3-1957 Lima Argentina   6 – 2   Cile Coppa America 1957 - 1º turno 2   80’
3-4-1957 Lima Argentina   3 – 0   Brasile Coppa America 1957 - 1º turno 1
6-4-1957 Lima Perù   2 – 1   Argentina Coppa America 1957 - 1º turno -
Totale Presenze 6 Reti 9

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Inter: 1962-1963
Fiorentina: 1965-1966
Racing Club: 1966
Competizioni internazionaliModifica
Fiorentina: 1966
Racing Club: 1967
Racing Club: 1967

NazionaleModifica

Argentina: 1955
Argentina: 1957

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i Galasso.
  2. ^ a b Paolo Bertoldi, I nerazzurri con Maschio-Suarez dominano sul terreno dei grigi: 5-0, in Stampa Sera, 10 settembre 1962, p. 7.
  3. ^ Come sarà schierata la squadra bolognese, in La Nuova Stampa, 28 agosto 1957, p. 6.
  4. ^ Maccacaro centravanti dell'Alessandria?, in Stampa Sera, 10 luglio 1959, p. 7.
  5. ^ a b c d Germano Bovolenta, Quando gli angeli oriundi avevano la faccia sporca, in La Gazzetta dello Sport, 11 gennaio 2003.
  6. ^ Luca Curino, Germano Bovolenta, Giorgio Lo Giudice e Dan Peterson, Ricordi di Grande Inter, in La Gazzetta dello Sport, 11 novembre 1997.
  7. ^ Vittorio Pozzo, Il brasiliano Jair si scatena: crolla la squadra bolognese, in Stampa Sera, 17 dicembre 1962, p. 7.
  8. ^ Gigi Boccacini, A San Siro l'Inter di Moratti travolge il Genoa per 6 a 0, in Stampa Sera, 11 marzo 1963, p. 7.
  9. ^ Alessandro De Calò, Maghi, papere, astronauti e Juve-Inter, in La Gazzetta dello Sport, 20 febbraio 1998.
  10. ^ Paolo Bertoldi, Altafini ha deciso la partita, in La Stampa, 6 maggio 1962, p. 10.
  11. ^ Sebastiano Vernazza, Cile, polemiche e vecchi veleni, in La Gazzetta dello Sport, 9 giugno 1998.
  12. ^ Panini, p. 640.

BibliografiaModifica

  • Vito Galasso, L'Inter dalla A alla Z, Newton Compton Editori, 2015, ISBN 9788854186989.
  • Almanacco illustrato del Calcio 2020, Modena, Panini Editore, 2019, ISBN 9771129338008.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica