Apri il menu principale

II flottiglia MAS

unità militare della Regia Marina
(Reindirizzamento da IIª Flottiglia MAS)
IIª Flottiglia MAS
Descrizione generale
Attiva1940 - agosto 1943
NazioneItalia Italia
ServizioFlag of Italy (1861-1946) crowned.svg Regia Marina
Tipoflottiglia di mezzi d'assalto e siluranti
Battaglie/guerreBattaglia del Mediterraneo
Comandanti
Degni di notaErnesto Forza
Voci su marine militari presenti su Wikipedia

La IIª Flottiglia MAS fu una unità militare della Regia Marina, dotata di MAS (Motoscafo armato silurante). Allo scoppio della seconda guerra mondiale erano tre le flottiglie MAS; le altre due erano la Iª, poi ridenominata Xª Flottiglia e la IIIª Flottiglia.

Indice

StoriaModifica

 
MAS della flottiglia ormeggiati al porto di Trapani nel 1941

Composta da quattro squadriglie con 16 MAS, fu di stanza in Sicilia, a Trapani, e con una squadriglia dislocata a Mazara del Vallo [1]. Nel giugno 1941 fu al comando della Flottiglia il capitano di fregata Ernesto Forza. Forza il 24 luglio 1941 guidò sul canale di Sicilia con il MAS 532 un'azione contro una nave alleata che colpiva con due siluri affondandola. Per questa azione ricevette la medaglia d'oro al V.M. [2]. Ad ottobre Forza assunse il comando della Xª Flottiglia MAS a La Spezia.

Nell'aprile 1943, dipendente da "Generalmas" dell'ammiraglio Aimone Savoia-Aosta la IIª Flottiglia era una delle sei flottiglie MAS della Regia Marina, con competenza per il "Basso Tirreno e le acque della Sicilia" [3].

Dopo lo sbarco alleato in Sicilia nel luglio 1943 i MAS e i loro equipaggi furono trasferiti prima a Milazzo e, con la caduta della Sicilia, al porto della Spezia.

Naviglio al giugno 1940Modifica

II squadriglia  
  • MAS 424
  • MAS 509
  • MAS 543
  • MAS 544
IX squadriglia  
  • MAS 512
  • MAS 513
  • MAS 514
  • MAS 515
X squadriglia  
  • MAS 516
  • MAS 517
  • MAS 518
  • MAS 519
XV squadriglia  
  • MAS 547
  • MAS 548
  • MAS 549
  • MAS 550

NoteModifica

  1. ^ http://spazioinwind.libero.it/gastroepato/giorgiorizzo_2.htm
  2. ^ http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=13174
  3. ^ La Marina italiana nella seconda guerra mondiale: L'Organizzazione della marina durante il conflitto, Ufficio storico della Marina, 1972, pagina 58

Voci correlateModifica