Apri il menu principale
Flag of Italy (1861–1946).svg Regno di Sardegna
III legislatura
InformazioniIII legislatura
MonarcaVittorio Emanuele II di Savoia
Inizio30 luglio 1849
Fine20 novembre 1849
Sessioni
SessioneUnica
Camera
Elezioni15 luglio 1849 (Dettagli)
PresidenteLorenzo Pareto
DeputatiElenco
Senato
PresidenteGiuseppe Manno
SenatoriElenco
Capi di governo
Governide Launay (1849)
d'Azeglio I (1849-1852)
Left arrow.svg II legislatura IV legislatura Right arrow.svg

La III legislatura del Regno di Sardegna ebbe inizio il 30 luglio 1849 e si concluse il 20 novembre 1849.

Indice

ElezioniModifica

Il r.d. n. 921 del 30 giugno 1849 indiceva le elezioni generali per la Camera dei Deputati per i giorni 15 e 22 luglio 1849.[1] Le elezioni si effettuarono a scrutinio uninominale a suffragio ristretto, secondo la legge in vigore (n. 680 del 17 marzo 1848). I collegi elettorali, in seguito alla perdita del Ducato di Parma e Piacenza, da 222 si ridussero a 204.[1] Gli elettori chiamati alle urne furono 84.731 (l'1,90% della popolazione residente) e i votanti (al primo scrutinio) 43.845 (il 51,70% degli aventi diritto).

La legislatura, aperta in Torino il 30 luglio 1849, durò tre mesi e ventidue giorni. Fu dichiarata chiusa con il r.d. n. 963 del 20 novembre.[1]

GoverniModifica

Governi formati dai Presidenti del Consiglio dei ministri su incarico reale.

  1. Governo de Launay (27 marzo 1849 - 7 maggio 1849), presidente Claudio Gabriele de Launay
  2. Governo d'Azeglio I (7 maggio 1849 - 21 maggio 1852), presidente Massimo Taparelli, marchese d'Azeglio

Parlamento SubalpinoModifica

Camera dei DeputatiModifica

Nella legislatura la Camera dei Deputati tenne 87 sedute.[1]

Senato del RegnoModifica

Nella legislatura il Senato tenne 36 sedute.[1]

Atti parlamentariModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e F. Bartolotta, vol. I, pag. 80.

BibliografiaModifica

  • Francesco Bartolotta (a cura di), Parlamenti e governi d'Italia dal 1848 al 1970, Roma, Vito Bianco Ed., 1971.

Collegamenti esterniModifica