Apri il menu principale

I Robot

album dei The Alan Parsons Project del 1977
I Robot
ArtistaThe Alan Parsons Project
Tipo albumStudio
Pubblicazione1977
Durata41:06
Dischi1
Tracce10
GenereRock progressivo
Musica elettronica
Art rock
EtichettaArista Records
ProduttoreAlan Parsons
ArrangiamentiOrchestra e cori arrangiati da Andrew Powell
RegistrazioneAbbey Road Studios, Londra tra dicembre 1976 e marzo 1977
Certificazioni
Dischi d'oro1
Dischi di platino1
The Alan Parsons Project - cronologia
Album successivo
(1978)
Singoli
  1. I Wouldn't Want to Be Like You
    Pubblicato: 1977
  2. Don't Let it Show
    Pubblicato: 1977
  3. Day After Day(The Show Must Go On)
    Pubblicato: 1977
  4. I Robot
    Pubblicato: 1978
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock Pietra miliare

I Robot è il secondo album in studio del duo progressive rock britannico The Alan Parsons Project, pubblicato nel 1977 dalla Arista Records.

Il discoModifica

All'inizio, era basato sul sistema di Io, Robot storie scritte da Isaac Asimov. Woolfson ne parlò con Asimov, che era entusiasta dell'idea. Dato che i diritti erano già stati concessi a una TV / azienda film, il titolo dell'album è stato leggermente modificato, eliminando la virgola, e il tema e le parole sono fatte per essere più genericamente di robot, piuttosto che specifici per l'universo Asimov.

Nell'interno della copertina si legge: "I Robot ... La storia dell'ascesa della macchina e il declino dell'uomo, che paradossalmente è coinciso con la scoperta della ruota ... e avvertimento che la sua breve posizione dominante di questo pianeta probabilmente finirà, perché l'uomo ha cercato di creare il robot a sua immagine ".

Il titolo del brano finale, "Genesis Ch.1 V.32", segue questa tematica, che implica una continuazione del racconto della Creazione, in quanto il primo capitolo della Genesi ha solo 31 versi. Il brano "Don't Let It Show" è stato successivamente oggetto di Pat Benatar nel suo album In Heat of the Night. Lo stile musicale dell'album è fortemente influenzato dalla musica soul, funk e disco, soprattutto in brani come "I Robot", "I Wouldn't Want to Be Like You" e "The Voice", mescolato con alcune influenze elettroniche e synth pop.

SingoliModifica

Tre singoli sono stati estratti da questo album: "I Wouldn't Want to Be Like You", "Don't Let It Show" e "Day After Day (The Show Must Go On)".

TracceModifica

Testi e musiche di Alan Parsons ed Eric Woolfson, eccetto dove indicato.

Lato A
  1. I Robot – 6:02 – Strumentale
  2. I Wouldn't Want to Be Like You – 3:22 – Voce di Lenny Zakatek
  3. Some Other Time – 4:06 – Voce di Peter Straker e Jaki Whitren
  4. Breakdown – 3:52 – Voce di Allan Clarke
  5. Don’t Let it Show – 4:24 – Voce di Dave Townsend
Lato B
  1. The Voice – 5:23 – Voce di Steve Harley
  2. Nucleus – 3:22 – Strumentale
  3. Day After Day(The Show Must Go On) – 3:57 – Voce di Jack Harris
  4. Total Eclipse – 3:12 (Andrew Powell) – Strumentale
  5. Genesis Ch.1. V.32 – 3:29 – Strumentale

Edizione RimasterizzataModifica

  1. I Robot - 6.02
  2. I Wouldn't Want to Be Like You - 3.22
  3. Some Other Time - 4.06
  4. Breakdown - 3.52
  5. Don't Let It Show - 4.24
  6. The Voice - 5.23
  7. Nucleus - 3.22
  8. Day After Day (The Show Must Go On) - 3.57
  9. Total Eclipse - 3.12
  10. Genesis Ch.1. V.32 - 3.29
  11. Boules (I Robot Experiment) - 1.59
  12. Breakdown (Early Demo of Backing Riff) - 2.09
  13. I Wouldn't Want to Be Like You (Backing Track Rough Mix) - 3.28
  14. Day After Day - (Early Stage Rough Mix) 3.40
  15. The Naked Robot - 10.19

FormazioneModifica

Altri musicistiModifica

  • voci aggiunte: Hilary Western, Smokey Parsons, Tony Rivers, John Perry, Stuart Calver,The English Choral,The New Philharmonia Chorus

ClassificheModifica

Anno Chart Posizione
1977 The Billboard 200 9
Official Albums Chart 30
Canada 11

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo