Apri il menu principale
I Terreni di Sanseverino
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)
  • I terreni di Sanseverino rosso 9,00 t/ha
  • I terreni di Sanseverino rosso superiore 8,00 t/ha
  • I terreni di Sanseverino rosso passito 8,00 t/ha
  • I terreni di Sanseverino moro 8,00 t/ha
Resa massima dell'uva70-75%; tipologia passito 43%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
  • I terreni di Sanseverino rosso 11,50%
  • I terreni di Sanseverino rosso superiore 12,00%
  • I terreni di Sanseverino rosso passito 12,00%
  • I terreni di Sanseverino moro 12,00%
Estratto secco
netto minimo
{{{estratto_secco}}}
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
30/08/2004  
Gazzetta Ufficiale del6/09/2004,
n 209
Vitigni con cui è consentito produrlo
  • Tipologia "rosso", "rosso superiore", "rosso passito"
    • Vernaccia Nera: almeno 50.0%
    • Altri vitigni bacca nera non aromatici della Regione Marche: fino al 50.0%
  • Tipologia "moro"
    • Montepulciano almeno 60.0%
    • Altri vitigni bacca nera non aromatici della Regione Marche: fino al 40.0%
[senza fonte]

I Terreni di Sanseverino è un vino DOC prodotto esclusivamente nel comune di San Severino Marche nella provincia di Macerata.

Indice

Caratteristiche del prodottoModifica

La Denominazione di Origine Controllata "I Terreni di Sanseverino" è riservata ai seguenti vini:

ProduzioneModifica

Sono da ritenersi idonei ai fini dell'iscrizione all'albo della DOC “I terreni di Sanseverino” esclusivamente i vigneti posti esclusivamente nel territorio del comune di San Severino Marche, posti ad una quota inferiore ai 500 metri s.l.m. e solo in questo ambito può avvenire la vinificazione e l'invecchiamento (obbligatorio). Per i nuovi impianti la densità dei ceppi non può essere inferiore a: 3.000 ceppi/ettaro. I sesti di impianto, le forme di allevamento ed i sistemi di potatura devono essere quelli generalmente usati nella zona e comunque atti a non modificare le caratteristiche delle uve e dei vini tenuto conto dell'evoluzione tecnico – agronomica. Sono ammessi, per i nuovi impianti le forme di allevamento in parete anche con cordone permanente. È vietata ogni pratica di forzatura. È consentita l'irrigazione di soccorso.

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: rosso rubino più o meno intenso, tendente al granato nella tipologia "I Terreni di Sanseverino rosso passito".
  • odore: gradevole intenso.
  • sapore: armonico, sapido, tipico, caratteristico, talvolta di frutta rossa in "I Terreni di Sanseverino moro". dolce o amabile, vellutato, ampio ne "I Terreni di Sanseverino passito"

Abbinamenti consigliatiModifica

Le tipologie non passito sono indicate con primi piatti ricchi di sughi e secondi di carni rosse e bianche, cacciagione, preparate succulente, grasse e aromatiche il tipo moro indicato con carne di pecora e coniglio. Formaggi di media stagionatura e salumi tipici del luogo come il Ciabuscolo e quelli ottenuti con vernaccia nera sono adatti anche alla pasticceria secca

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica