Apri il menu principale

I Want It That Way

singolo dei Backstreet Boys del 1999
I Want It That Way
I Want It That Way.png
Screenshot del video
ArtistaBackstreet Boys
Tipo albumSingolo
Pubblicazione12 aprile 1999
Durata3:30
Album di provenienzaMillennium
Dischi1
Tracce3
GenerePop
EtichettaJive
ProduttoreMax Martin, Kristian Lundi
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[1]
(vendite: 15 000+)
Italia Italia[2]
(vendite: 25 000+)
Svizzera Svizzera[3]
(vendite: 15 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[4]
(vendite: 70 000+)
Germania Germania[5]
(vendite: 300 000+)
Giappone Giappone (3)
(vendite: 750 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[6]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito[7]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[8]
(vendite: 3 000 000)
Svezia Svezia (2)[9]
(vendite: 40 000+)
Backstreet Boys - cronologia
Singolo precedente
(1998)
Singolo successivo
(1999)

I Want It That Way è un brano dei Backstreet Boys, estratto il 12 aprile 1999 come primo singolo dal loro terzo album in studio, Millennium. Scritta da Max Martin e Andreas Carlsson e prodotta da Kristian Lundin, I Want It That Way è considerata la canzone più significativa e rappresentativa dell’intera carriera dei Backstreet Boys; ha infatti raggiunto la posizione n°1 nelle classifiche di 25 paesi[10] tra cui Austria, Canada, Germania, Italia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Regno Unito e Svizzera.

Negli Stati Uniti raggiunse la posizione n°1 nelle classifiche Adult Contemporary e Top 40 Mainstream di Billboard e la n°6 nella classifica Billboard Hot 100, dove rimase per 8 settimane non consecutive. Fu nominata a 3 Grammy Award tra cui i Grammy per la canzone e registrazione dell'anno. È ad oggi ritenuto il più grande singolo di una boyband di tutti i tempi secondo il magazine Billboard[11][12], e secondo i lettori di Rolling Stone è il brano che rende i Backstreet Boys la più iconica di tutte le boyband[13].

DescrizioneModifica

Secondo quanto dichiarato, inizialmente il brano indicato come primo estratto dall'album sarebbe dovuto essere Larger Than Life, seguendo la formula dei due precedenti album, ma dopo che fu ascoltato il finale di I Want It That Way, il gruppo puntò su quest'ultimo con l'intento di dare un'immagine più matura rispetto a prima, per via del suo ritmo più lento.

I Want It That Way fu scritta da Max Martin e Andreas Carlsson e prodotta da Martin e Kristian Lundin. È una ballad mid-tempo, con la quale i Backstreet Boys enfatizzano espressioni di passione romantica[14]. L'arpeggio di chitarra che funge da introduzione e che si reitera per tutta la durata del brano, fu inserito per ultimo e ispirato a Nothing Else Matters dei Metallica.

Il testo della canzone fu contestato da alcuni critici per via delle sue inesattezze linguistiche che non davano molto senso al brano, come ad esempio il non chiaro riferimento di That. Nonostante ciò, i Backstreet Boys difesero il brano affermando che era adatto pur nella sua stranezza, innegabilmente orecchiabile e dunque difficile da dimenticare[15]. Il componente Kevin Richardson, spiegò in seguito che se pur il testo non avesse molto senso, ciò era dovuto al fatto che ai tempi della composizione, Max Martin non possedeva un buon inglese, ma ciò non fu un problema poiché tutte le sue canzoni facevano sentire bene chi le cantava[16].

Accoglienza e il successo del branoModifica

I Want It That Way riscosse una buona accoglienza da parte della critica, definita da AllMusic come "una canzone contagiosa che farà tutti piangere sempre di più".[17] e considerata un bel brano che trascende la sua era[18]. Diventata la canzone più apprezzata e lodata del gruppo, I Want It That Way vinse il sondaggio dei lettori di Rolling Stone riguardo chi fosse La migliore boyband di tutti i tempi, i quali precisarono che pur essendoci molte altre meritevoli hit dei Backstreet Boys, I Want It That Way è un classico[19]. Nella sua classifica delle maggiori boyband dal 1987 al 2012, Billboard collocò i Backstreet Boys alla posizione n°2 per sei delle loro hit più apprezzate tra cui I Want It That Way e Quit Playing Games (With My Heart). I Want It That Way raggiunse anche la posizione n°2 nella classifica delle 30 migliori canzoni di boyband del magazine Complex.

A livello commerciale, il successo del singolo fu tale da spezzare il record per il maggior numero di volte di passaggio di un brano in una stazione radio nella prima settimana dall'uscita. Raggiunse la posizione n°1 nella classifica statunitense Hot Adult Contemporary Tracks, dove rimase per 10 settimane e il 24 aprile 1999, raggiunse la vetta della classifica Billboard Top 40 Mainstream, stabilendo un record per molte settimane alla numero 1[20]. Grande successo fu ottenuto anche nel Regno Unito, dove debuttò alla n°1 nella Classifica dei Singoli come unico singolo dei Backstreet Boys a raggiungere la vetta di tale classifica[21]. È anche la quindicesima hit di una boyband negli anni 90 per aver venduto 423.300 copie nel Regno Unito. I Want It That Way fece la storia nei Paesi Bassi come primo singolo a debuttare alla numero 1 nella Top 40 e conquistò la posizione n°1 anche nelle classifiche di Austria, Canada, Germania, Italia, Nuova Zelanda e Svizzera. Il brano guadagnò tre nomination ai Grammy Awards 1999: il Grammy per la "Canzone dell'anno", per la "Registrazione dell'anno" e per la "migliore Interpretazione vocale di un gruppo".

Video musicaleModifica

Diretto da Wayne Isham, il video mostra i Backstreet Boys all'Aeroporto Internazionale di Los Angeles, pronti a partire per il loro prossimo tour. Durante il video, i ragazzi sono vestiti di nero nelle strofe e di bianco durante il ritornello dove eseguono delle coreografie. Il video termina con i ragazzi che prima di decollare su di un aereo che reca l’insegna del nome del gruppo, salutano un gruppo di fan urlanti e in lacrime con in mano cartelli e fiori.

Il video conquistò la posizione n°35 nella classifica dei 100 migliori video di MuchMusic. Ottenne 4 nomination ai MTV Video Music Awards 1999, vincendo la categoria Viewer's Choice. A inizio novembre 2018 ha raggiunto 525 milioni di visualizzazioni su YouTube[22].

I Want It That Way "Reimaged" (2019)Modifica

Per festeggiare i vent'anni dal rilascio di Millennium, i Backstreet Boys hanno inciso una rivisitazione inedita di I Want It That Way. Il 17 maggio 2019, giorno antecedente al ventesimo anniversario dell'album , il gruppo ha pubblicato infatti una versione acustica con chitarra che mette in maggiore risalto le voci. Con questo re-make, i cinque cantanti hanno voluto ringraziare sentitamente tutti i fan per il sostegno e il supporto dato loro:

«Credeteci quando diciamo che nessun altro ha dei fan meravigliosi come i nostri. Siete voi! Noi non sapremo mai come ringraziarvi abbastanza, ma abbiamo voluto condividere qualcosa per mostrarvi quanto vi siamo grati.[23]»

TracklistModifica

CD1Modifica

  1. "I Want It That Way" (Radio Version) - 3:34
  2. "My Heart Stays With You" - 3:37
  3. "I'll Be There for You" - 4:43

CD2Modifica

  1. I Want It That Way (Album Version)
  2. I Want It That Way (David Morales Club Version)
  3. I Want It That Way (The Wunder Dub)
  4. I Want It That Way (Jazzy Jim Vocal Mix)

ClassificheModifica

Classifiche settimanaliModifica

Classifica (1999) Posizione più alta
Australia (ARIA)[24] 2
Austria (Ö3 Austria Top 40)[25] 1
Belgio (Fiandre) (Ultratop)[26] 4
Belgio (Vallonia) (Ultratop)[27] 7
Canada (RPM)[28] 2
Canada (Nielsen SoundScan)[29] 1
European Hot 100 (Billboard)[30] 1
Finlandia (Suomen virallinen lista)[31] 4
Francia (Syndicat national de l'édition phonographique)[32] 20
Germania (Media Control Charts)[33] 1
Irlanda (IRMA)[34] 3
Italia (FIMI)[35] 1
Norvegia (VG-lista)[36] 1
Nuova Zelanda (RMNZ)[37] 1
Paesi Bassi (Dutch Top 40)[38] 1
Paesi Bassi (Single Top 100)[38] 1
Regno Unito (Official Charts Company)[39] 1
Scozia (Official Charts Company)[40] 1
Spagna (PROMUSICAE)[41] 1
Svezia (Sverigetopplistan)[42] 2
Svizzera (Schweizer Hitparade)[43] 1
USA Billboard Hot 100[44] 6
USA Hot Adult Contemporary (Billboard)[45] 1
USA Adult Top 40 (Billboard)[46] 11
USA Adult Mainstream Top 40 (Billboard)[47] 1
USA Adult Mainstream Top 40 Recurrents (Billboard)[48] 1
USA Rhythmic Songs (Billboard)[49] 5
USA Top 40 Track (Billboard)[50] 1

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (1999) Posizione
Australia ARIA Singles Chart[51] 25
Austria Singles Chart[52] 19
Belgio (Fiandre) Singles Chart[53] 33
Belgio (Vallonia) Singles Chart[54] 35
Canada RPM Singles Chart[55] 3
Europa (European Hot 100)[56] 14
Germania (Official German Charts)[57] 14
Italia FIMI Singles Chart[58] 13
Nuova Zelanda (Recorded Music NZ)[59] 17
Paesi Bassi (Dutch Singles Chart)[60] 14
Romania (Romanian Top 100)[61] 22
Svizzera Singles Chart[62] 7
USA Billboard Hot 100[63] 15

CertificazioniModifica

Paese Certificazione Numero di copie vendute
Australia (ARIA)[64] Platino 70.000
Austria (IFPI)[65] Oro 25.000
Belgio (BEA)[53] Platino
Danimarca (IFPI)[66] Platino 90.000
Germania (BVMI)[67] Platino 500.000
Giappone (RIAJ)[68] 2x Platino 200.000
Italia (FIMI)[69] Oro 25.000
Nuova Zelanda (RMNZ)[70] Platino 15.000
Regno Unito (BPI)[71] Platino 600.000
Svezia (GLF)[72] 2x Platino 60.000
Svizzera (IFPI)[73] Oro 25.000

ParodieModifica

Per via del suo notevole successo, I Want It That Way fu oggetto di numerose cover e parodie.

  • Howard Stern ha fatto una parodia della canzone intitolata The Gay Way, che fu cantata dai The Losers.
  • Weird Al Yankovic fece una parodia intitolata eBay.
  • Una parodia intitolata "Which Backstreet Boy is Gay" diventò un vero e proprio fenomeno di internet e inoltre diventò oggetto di imitazione di "Weird Al" Yankovic.
  • I Want A Fat Babe è un video ShockWave dove si vedono i Backstreet Boys (riferito alla parodia su SnackTreat Boys) che ballano insieme a una donna obesa.
  • I Want It That Way è un video umoristico di due ragazzi collegiali che imitano lo stile dei Backstreet Boys.
  • Le reazioni delle ragazze nel video sono anche imitate nel primo episodio della prima stagione della serie televisiva Heroes.
  • I Blink-182 ne fecero una parodia nel video della loro canzone All the Small Things.
  • Il personaggio di Mr. Meaty e Parker facevano una parodia in una pubblicità di Nickelodeon.
  • ApologetiX scrisse una parodia intitolata Want in That Place nel loro album del 2000 Spoofernatural.
  • Gli Oh Boyz cantano una parodia intitolata I Want in My Way nella serie Kim Possible.

NoteModifica

  1. ^ IFPI Austria - Verband der Österreichischen Musikwirtschaft
  2. ^ I Want It That Way (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 5 novembre 2018.
  3. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  4. ^ ARIA Charts - Accreditations - 1999 Singles
  5. ^ Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank
  6. ^ RIANZ
  7. ^ https://www.bpi.co.uk/brit-certified/
  8. ^ (EN) Backstreet Boys – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 2 giugno 2019.
  9. ^ http://www.ifpi.se/wp-content/uploads/ar-19991.pdf
  10. ^ mstarz.com, http://www.mstarz.com/articles/16945/20130725/backstreet-boys-in-a-world-like-this-before-july-30-release-date-relive-bsbs-discography-with-the-11-best-backstreet-boys-songs-videos.htm.
  11. ^ The 100 Greatest Boy Band Songs of All Time: Critics' Picks, su billboard.com.
  12. ^ Backstreet Boys Ranked as the Best Boy Band of All Time, su power933.iheart.com.
  13. ^ rollingstone.com, https://www.rollingstone.com/music/pictures/readers-poll-the-best-boy-bands-of-all-time-20120328.
  14. ^ pluggedin.com, http://www.pluggedin.com/music/albums/1999/BackstreetBoys-Millennium.aspx.
  15. ^ popdust.com, http://popdust.com/2012/11/27/backstreet-boys-i-want-it-that-way-lyrics/.
  16. ^ laweekly.com, http://www.laweekly.com/westcoastsound/2011/12/15/what-the-hell-is-backstreet-boys-i-want-it-that-way-about-update-mind-blowing-shit-has-come-to-light?page=2.
  17. ^ allmusic.com, https://www.allmusic.com/album/millennium-r402023/review.
  18. ^ allmusic.com, http://www.allmusic.com/album/the-hits-chapter-one-mw0000657000.
  19. ^ rollingstone.com, https://www.rollingstone.com/music/pictures/readers-poll-the-best-boy-bands-of-all-time-20120328/1-backstreet-boys-0497158.
  20. ^ billboard.com, https://www.billboard.com/charts/pop-songs/1999-04-24.
  21. ^ officialcharts.com, http://www.officialcharts.com/artist/_/backstreet%20boys/.
  22. ^ youtube.com, https://www.youtube.com/watch?v=4fndeDfaWCg.
  23. ^ I Backstreet Boys festeggiano i 20 anni di Millennium con una rivisitazione di I Want It That Way, su billboard.com.
  24. ^ australian-charts.com, https://australian-charts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  25. ^ austriancharts.at, https://austriancharts.at/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  26. ^
  27. ^ ultratop.be, https://www.ultratop.be/fr/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  28. ^ bac-lac.gc.ca, http://www.bac-lac.gc.ca/eng/discover/films-videos-sound-recordings/rpm/Pages/image.aspx?Image=nlc008388.8387&URLjpg=http%3a%2f%2fwww.collectionscanada.gc.ca%2fobj%2f028020%2ff4%2fnlc008388.8387.gif&Ecopy=nlc008388.8387.
  29. ^ allmusic.com, http://www.allmusic.com/album/millennium-mw0000237875/awards.
  30. ^ https://books.google.com/books?lr=&rview=1&id=ig0EAAAAMBAJ&q=backstreet+boys#v=snippet&q=backstreet%20boys&f=false.
  31. ^ ifpi.fi, http://www.ifpi.fi/tilastot/virallinen-lista/artistit/Backstreet+Boys/I+Want+It+That+Way.
  32. ^ lescharts.com, https://lescharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  33. ^ Copia archiviata, su musicline.de. URL consultato il 7 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2018).
  34. ^ irishcharts.ie, http://irishcharts.ie/search/placement?page=1&placement%5Btitle%5D=I+Want+It+That+Way.
  35. ^ hitparadeitalia.it, http://www.hitparadeitalia.it/indici/per_interprete/ab.htm.
  36. ^ norwegiancharts.com, https://norwegiancharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  37. ^ charts.nz, https://charts.nz/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  38. ^ a b dutchcharts.nl, https://dutchcharts.nl/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  39. ^ officialcharts.com, http://www.officialcharts.com/search/artists/Backstreet%20Boys.
  40. ^ officialcharts.com, http://www.officialcharts.com/charts/scottish-singles-chart/19990515/41/.
  41. ^ spanishcharts.com, https://spanishcharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  42. ^ swedishcharts.com, https://swedishcharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  43. ^ swisscharts.com, http://swisscharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=I+Want+It+That+Way&cat=s.
  44. ^ https://www.billboard.com/music/Backstreet-Boys/chart-history/hot-100
  45. ^ https://www.billboard.com/music/Backstreet-Boys/chart-history/adult-contemporary
  46. ^ https://www.billboard.com/music/Backstreet-Boys/chart-history/adult-pop-songs
  47. ^ https://www.billboard.com/music/Backstreet-Boys/chart-history/pop-songs
  48. ^ https://www.billboard.com/biz/search/charts?f%5b0%5d=ts_chart_artistname%3Abackstreet%20boys&f%5b1%5d=itm_field_chart_id%3A1251&f%5b2%5d=ss_bb_type%3Achart_item&type=2&artist=backstreet%20boys
  49. ^ https://www.billboard.com/music/Backstreet-Boys/chart-history/rhythmic-40
  50. ^ http://www.allmusic.com/album/millennium-mw0000237875/awards
  51. ^ ARIA Charts – End Of Year Charts – Top 100 Singles 1999, in ARIA Charts. URL consultato il 4 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2012).
  52. ^ austriancharts.at, http://austriancharts.at/1999_single.asp.
  53. ^ a b 1999 Belgian (Flanders) Singles Chart, Ultratop. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  54. ^ 1999 Belgian (Wallonia) Singles Chart, Ultratop. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  55. ^ Top Singles – Volume 70, No. 8, December 13, 1999, RPM. URL consultato il 3 novembre 2010.
  56. ^ books.google.com, https://books.google.com/books?lr=&rview=1&id=ig0EAAAAMBAJ&q=backstreet+boys#v=snippet&q=backstreet%20boys&f=false.
  57. ^ offiziellecharts.de, https://www.offiziellecharts.de/charts/single-jahr/for-date-1999.
  58. ^ 1999 Italian Singles Chart, Hitparadeitalia.it. URL consultato il 29 giugno 2011.
  59. ^ End of Year Charts 1999, Recorded Music NZ. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  60. ^ JAAROVERZICHTEN – SINGLE 1999, Dutch Top 40. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  61. ^ (RO) Romanian Top 100: Top of the Year 1999, Romanian Top 100 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2005).
  62. ^ SCHWEIZER JAHRESHITPARADE 1999, su hitparade.ch. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  63. ^ Billboard Top 100 – 1999, su longboredsurfer.com. URL consultato il 28 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2009).
  64. ^ aria.com.au, http://www.aria.com.au/pages/aria-charts-accreditations-singles-1999.htm.
  65. ^ ifpi.at, http://www.ifpi.at/?section=goldplatin.
  66. ^ ifpi.dk, http://www.ifpi.dk/?q=certificeringer.
  67. ^ musikindustrie.de, https://www.musikindustrie.de/markt-bestseller/gold-/platin-und-diamond-auszeichnung/datenbank/?action=suche&strTitel=&strInterpret=Backstreet+Boys&strTtArt=alle&strAwards=checked.
  68. ^ riaj.or.jp, http://www.riaj.or.jp/f/data/cert/gd.html.
  69. ^ fimi.it, http://www.fimi.it/certificazioni#/category:singoli/year:2018/page:0/term:Backstreet_Boys.
  70. ^ nztop40.co.nz, http://nztop40.co.nz/chart/singles?chart=1032.
  71. ^ bpi.co.uk, https://www.bpi.co.uk/brit-certified/.
  72. ^ web.archive.org, https://web.archive.org/web/20110517224028/http://www.ifpi.se/wp/wp-content/uploads/ar-19991.pdf.
  73. ^ swisscharts.com, http://www.swisscharts.com/search_certifications.asp?search=Backstreet+Boys.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica