I liga 2012-2013
Competizione I liga
Sport Calcio
Edizione 65ª
Organizzatore PZPN
Date dal 4 agosto 2012
all'8 giugno 2013
Luogo Bandiera della Polonia Polonia
Partecipanti 18
Risultati
Promozioni Zawisza Bydgoszcz
KS Cracovia
Retrocessioni Warta Poznań
Polonia Bytom
ŁKS
Statistiche
Miglior marcatore Bandiera della Polonia Maciej Kowalczyk
(22 goal)
Incontri disputati 291
Gol segnati 730 (2,51 per incontro)
Cronologia della competizione
2011-2012 2013-2014

La I liga 2012-2013 è stata la 65ª edizione del secondo livello del campionato polacco di calcio, la quinta sotto il nome di [I liga]. La stagione è incominciata il 4 agosto 2012 e si è conclusa l'8 giugno 2013.

Il Zawisza Bydgoszcz e il KS Cracovia sono stati promossi in Ekstraklasa. Il Warta Poznań, il Polonia Bytom e il ŁKS Łódź sono stati retrocessi in II liga. L'Okocimski Brzesko ha mantenuto la categoria, poiché il Polonia Varsavia, retrocesso dalla Ekstraklasa, non ha soddisfatto i requisiti previsti dalla PZPN per la I liga[1].

Il 28 febbraio 2013 la Commissione Disciplinare della PZPN ha sospeso la licenza del ŁKS Łódź per mancato pagamento degli stipendi dei calciatori. Il 10 aprile 2013 il ŁKS Łódź ha annunciato il ritiro dal campionato[2]. tutte le restanti partite sono state date perse per 0-3 a tavolino, avendo il ŁKS Łódź giocato più della metà delle partite.

Stagione modifica

Novità modifica

Al termine della I liga 2011-2012 il Piast Gliwice e il Pogoń Stettino sono stati promossi in Ekstraklasa. Il Wisła Płock, il Polkowice e l'Olimpia Elbląg sono stati retrocessi in II liga. Il Polonia Bytom ha mantenuto la categoria, poiché il Ruch Radzionków si è ritirato dalla I liga per problemi finanziari[3].
Dalla Ekstraklasa 2011-2012 sono stati retrocessi il ŁKS Łódź e il KS Cracovia. Dalla II liga 2011-2012 sono stati promossi l'Okocimski Brzesko e lo Stomil Olsztyn, primi due classificati del girone Est, il Miedź Legnica e il GKS Tychy, primi due classificati del girone Ovest.

Formula modifica

Le 18 squadre partecipanti si affrontano due volte in un girone di andata e uno di ritorno per un totale di 34 giornate.
Le prime due classificate sono promosse in Ekstraklasa. Le ultime quattro classificate sono retrocesse in II liga.

Squadre partecipanti modifica

Club Città Stadio Stagione precedente
Arka Gdynia Gdynia Stadion MOSiR 7º posto
Dolcan Ząbki Ząbki Stadion Dolcanu 14º posto
Flota Świnoujście Świnoujście Stadion OSiR Wyspiarz 8º posto
Bogdanka Łęczna Stadion Górnika Łęczna 6º posto
GKS Katowice Katowice Stadion GKS Katowice 13º posto
GKS Tychy Tychy Stadion Miejski (gioca a Jaworzno) 2º posto in II liga Ovest
Kolejarz Stróże Stróże Stadion Kolejarza Stróże 4º posto
KS Cracovia Cracovia Stadion Cracovii 16º posto in Ekstraklasa
ŁKS Łódź Łódź Stadion Miejski (Łódź) 15º posto in Ekstraklasa
Miedź Legnica Legnica Stadion im. Orła Białego 1º posto in II liga Ovest
Nieciecza Nieciecza Stadion Termaliki Bruk-Bet 5º posto
Okocimski Brzesko Brzesko Stadion Okocimskiego KS 1º posto in II liga Est
Olimpia Grudziądz Grudziądz Stadion Miejski w Grudziądzu 11º posto
Polonia Bytom Bytom Stadio Edward Szymkowiak 15º posto
Sandecja Nowy Sącz Nowy Sącz Stadion im. Ojca W. Augustynka 12º posto
Stomil Olsztyn Olsztyn Stadion OSiR 2º posto in II liga Est
Warta Poznań Poznań Stadion Miejski (Poznań) 10º posto
Zawisza Bydgoszcz Bydgoszcz Stadion im. Zdzisława Krzyszkowiaka 3º posto

Classifica finale modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Zawisza Bydgoszcz 66 34 19 9 6 69 26 +43
  2. KS Cracovia 64 34 19 7 8 48 35 +13
3. Nieciecza 63 34 19 6 9 54 28 +26
4. Flota Świnoujście 63 34 19 6 9 57 33 +24
5. Arka Gdynia 57 34 17 6 11 46 29 +17
6. GKS Tychy 55 34 15 10 9 44 28 +16
7. Dolcan Ząbki 54 34 16 6 12 52 41 +11
8. Olimpia Grudziądz 51 34 13 12 9 39 34 +5
9. Miedź Legnica 51 34 14 9 11 48 44 +4
10. GKS Katowice 50 34 14 8 12 43 36 +7
11. Kolejarz Stróże 50 34 14 8 12 47 45 +2
12. Górnik Łęczna 46 34 11 13 10 37 42 -5
13. Stomil Olsztyn 38 34 8 14 12 37 45 -8
14. Sandecja Nowy Sącz 37 34 10 7 17 35 54 -19
  15. Okocimski Brzesko[1][4] 32 34 7 11 16 38 54 -16
  16. Warta Poznań 29 34 7 8 19 36 56 -20
  17. Polonia Bytom 22 34 5 7 22 29 64 -35
  18. ŁKS 14 34 3 5 26 17 82 -65

Legenda:
      Promossa in Ekstraklasa 2013-2014
      Retrocesse in II liga 2013-2014

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
La classifica viene stilata secondo i seguenti criteri:
  • Punti conquistati
  • Punti conquistati negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Reti realizzate negli scontri diretti
  • Goal fuori casa negli scontri diretti (solo tra due squadre)
  • Differenza reti generale
  • Reti totali realizzate
  • Fair-play ranking

Statistiche modifica

Classifica marcatori modifica

Gol Giocatore Squadra
22   Maciej Kowalczyk Kolejarz Stróże
15   Paweł Abbott Zawisza Bydgoszcz
15   Vladimir Boljević KS Cracovia
15   Marcus Vinicius Arka Gdynia
13   Arkadiusz Aleksander Sandecja Nowy Sącz
(Flota Świnoujście)
13   Jakub Grzegorzewski Miedź Legnica
13   Dariusz Pawlusiński Nieciecza
13   Mateusz Piątkowski Dolcan Ząbki
13   Przemysław Pitry GKS Katowice

Verdetti finali modifica

  • Zawisza Bydgoszcz e KS Cracovia promossi in Ekstraklasa 2013-2014.
  • Warta Poznań, Polonia Bytom e ŁKS Łódź retrocessi in II liga 2013-2014.
  • Okocimski Brzesko ripescato per mancata iscrizione del Polonia Varsavia.

Note modifica

  1. ^ a b (PL) Polonia Warszawa bez licencji na grę w Ekstraklasie, su 90minut.pl. URL consultato il 15 giugno 2015 (archiviato il 4 marzo 2016).
  2. ^ (PL) ŁKS wycofał się z rozgrywek I ligi, su pzpn.pl, PZPN. URL consultato il 15 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2015).
  3. ^ (PL) Ruch Radzionków wycofany z rozgrywek pierwszoligowych, su 90minut.pl. URL consultato il 15 giugno 2015 (archiviato il 4 marzo 2016).
  4. ^ Ripescato in I liga per mancata iscrizione del Polonia Varsavia.

Voci correlate modifica

Collegamenti esterni modifica