I pirati di Penzance

film del 1983 diretto da Wilford Leach
I pirati di Penzance
PiratiPenzance.png
Angela Lansbury e Kevin Kline in una scena del film
Titolo originaleThe Pirates of Penzance
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito, Stati Uniti d'America
Anno1983
Durata112 min
Rapporto2,35:1
Generecommedia, musicale
RegiaWilford Leach
Soggettodall'operetta The Pirates of Penzance di William S. Gilbert (con il nome Sir William Schwenck Gilbert)
SceneggiaturaWilford Leach
ProduttoreJoseph Papp, Timothy Burrill (co-produttore), Stephen Katz e Andrew Tribe (produttori associati)
Produttore esecutivoEdward R. Pressman
Casa di produzioneUniversal Pictures, St. Michael Finance Limited, Timothy Burrill Productions
FotografiaDouglas Slocombe
MontaggioAnne V. Coates
Effetti specialiBrian Johnson (supervisore)
Musichedall'operetta The Pirates of Penzance di Arthur Sullivan

William Elliott

ScenografiaPeter Howitt, Ernest Archer e Alan Cassie (architetti-scenografi)
CostumiTom Rand
TruccoJill Carpenter
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I pirati di Penzance (The Pirates of Penzance) è un film del 1983 diretto da Wilford Leach.

Tratto dall'omonima operetta The Pirates of Penzance di Gilbert & Sullivan, è interpretato da Kevin Kline, Angela Lansbury, George Rose, Rex Smith e Linda Ronstadt.

TramaModifica

Questi pirati sono tutti da ridere. Capitanata da un giovanotto ricciolone e irruente e da una bionda aggressiva, anche se non più giovane, la nave dei corsari fronteggia quella della Marina inglese e la sconfigge a suon di canzoni. L'occasione è un pretesto per prendere bellamente in giro la sussiegosità delle istituzioni militari inglesi, e, soprattutto, ridicolizzare gli eccessi della disciplina e dell'educazione perbenistica.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dall'Universal Pictures, St. Michael Finance Limited, Timothy Burrill Productions.

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla Universal Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 18 febbraio 1983. Nel Regno Unito, venne distribuito dall'United International Pictures (UIP) nell'agosto dello stesso anno. Nel Regno Unito venne usato anche il titolo lungo The Pirates of Penzance or The Slave of Duty. La prima versione VHS del film uscì negli USA nel 1984 mentre l'edizione DVD nel 2010[1].

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

I proprietari dei cinema hanno boicottato I pirati di Penzance perché la Universal Pictures lo ha distribuito contemporaneamente ai cinema e tramite i servizi televisivi in abbonamento SelecTV e ONTV[1].

Il film è uscito nelle sale statunitensi il 18 febbraio 1983 e ha guadagnato 255.496 $ da 91 sale nel suo weekend di apertura, classificandosi al quattordicesimo posto al botteghino[2]. Al termine del suo periodo di programmazione, la pellicola ha incassato 694.497 $[3], risultando così un flop.

CriticaModifica

Nonostante il suo fallimento commerciale, il film ha ricevuto recensioni generalmente positive da parte della critica. Rotten Tomatoes riporta un punteggio dell'81% basato su 16 recensioni, con una valutazione media di 7,1/10[4][5].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Marc Shepherd, Papp's Pirates, su Gilbert and Sullivan Discography, 7 luglio 2010. URL consultato il 20 dicembre 2021.
  2. ^ (EN) Weekend Box Office Results for February 18-20, 1983, su Box Office Mojo. URL consultato il 20 dicembre 2021 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2018).
  3. ^ (EN) The Pirates of Penzance, su Box Office Mojo. URL consultato il 20 dicembre 2021.
  4. ^ (EN) The Pirates of Penzance, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 20 dicembre 2021.
  5. ^ (EN) Janet Maslin, The Pirates of Penzance Review, su The New York Times. URL consultato il 20 dicembre 2021 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2009).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema