Gli idatodi sono apparati ghiandolari detti anche "stomi acquiferi" deputati all'eliminazione di acqua allo stato liquido[1] tramite il processo della guttazione.

Idatode (al centro) in Ranunculus ficaria

Si possono trovare in talune foglie di mono e dicotiledoni, in corrispondenza della parte terminale delle nervature.

NoteModifica

  1. ^ Valeria Bambacioni, Idatodi, in Enciclopedia Italiana, Istituto Treccani, 1933. URL consultato il 16 novembre 2020.
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica