Idrocefalo comunicante

dilatazione dei ventricoli cerebrali.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Idrocefalo comunicante
Specialitàneurologia
Classificazione e risorse esterne (EN)

Per idrocefalo comunicante, conosciuto anche come idrocefalo non ostruttivo, in campo medico, si intende la dilatazione dei ventricoli cerebrali.

TipologiaModifica

L'idrocefalo normoteso è una particolare forma di idrocefalo comunicante caratterizzata da un allargamento dei ventricoli cerebrali con solo un'intermittente elevazione di liquido cerebrospinale.

SintomatologiaModifica

I sintomi includono varie emorragie anche a livello intraventricolare.

EziologiaModifica

Tale dilatazione è dovuta ad un aumento di secrezione oppure ad una diminuzione dell'assorbimento del liquido cerebrospinale, bloccato da varie ostruzioni quali l'obliterazione delle cisterne subaracnoidee.

Questa anomalia può essere quindi causata da un'infezione, malformazione di Arnold-Chiari, emorragia subaracnoidea, toxoplasmosi, ipervitaminosi A, sindrome di Hurler.

BibliografiaModifica

  • Joseph C. Sengen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Harrison, Principi di Medicina Interna (il manuale - 16ª edizione), New York - Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-2459-3.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina