Apri il menu principale
Igino Coffari
Iginio Coffari.jpg

Alto Commissario per la Sicilia
Durata mandato 26 marzo 1946 –
6 agosto 1946
Predecessore Salvatore Aldisio
Successore Paolo D'Antoni

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 23 maggio 1939 –
Incarichi parlamentari
  • questore (16 agosto 1944 - 26 marzo 1946)
  • membro della commissione dell'economia corporativa e dell'autarchia (30 maggio 1939 - 1º maggio 1943)
  • membro supplente della commissione d'istruzione dell'Alta Corte di Giustizia (25 gennaio 1940 - 17 giugno 1941)
  • membro effettivo della commissione d'istruzione dell'Alta Corte di Giustizia (17 giugno 1941 - 5 agosto 1943)
  • membro della commissione degli affari interni e della giustizia (1º maggio - 5 agosto 1943)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature I

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Prefetto

Igino Coffari (Cammarata, 25 gennaio 1874Roma, 29 febbraio 1960) è stato un prefetto e politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Prefetto di carriera, ebbe come prima sede Trapani nel 1918. Fu poi prefetto a Reggio Calabria, Venezia, Napoli, Firenze. Consigliere di Stato dal 1931 al 1944. Nel 1939 fu nominato Senatore del Regno [1]

Aderito al Regno del Sud, fu senatore questore nel 1944. Fece poi parte della Consulta Nazionale. Nel 1946 fu per alcuni mesi Alto commissario della Regione siciliana,[2] fino a quando fu chiamato dal presidente provvisorio della Repubblica, Enrico De Nicola, a costituire gli uffici della Presidenza come segretario generale. Sotto la sua gestione fu emanato, il 15 maggio 1946, lo Statuto speciale della Sicilia.

Nel 1948 fu senatore della Repubblica nella prima legislatura, come previsto dalle disposizioni transitorie della Costituzione fino al 1953. Fu membro della prima commissione permanente [3]

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie