Apri il menu principale

Ignazio Nicoli

pittore e incisore italiano

Ignazio Nicoli (Costa Volpino, 1921Leffe, 9 maggio 1989) è stato un pittore e incisore italiano.

Fin da giovanissimo seguì corsi di disegno, diventando allievo nel 1935 di Francesco Domenighini alla Scuola d'arte “Andrea Fantoni”. Successivamente seguì corsi di Funi all'Accademia Carrara di Bergamo, studiando poi la tecnica dell'affresco antico sotto la guida di Marigliani[1].

Oltre alla pittura murale [2] si è dedicato con esiti suggestivi alla pittura da cavalletto con opere di paesaggio e soprattutto sintetiche nature morte. Moltissime sono le sue mostre private o collettive, con una pittura che comunica positività e ottimismo [3]. Ha anche praticato la tecnica dell'incisione, in particolare acquaforte e puntasecca.

OpereModifica

  • Il giuramento di Pontida (affresco nella sala consiliare di Palazzo Frizzoni (Bergamo), (1948-49)
  • Allegoria del Battesimo, Azzano San Paolo, chiesa parrocchiale
  • Affresco Mater Decor Carmeli, Tribulina della Guazza (BG)
  • Allegoria, affresco a Dossena, (1981)

NoteModifica

  1. ^ NICOLI,Ignazio[collegamento interrotto], BGpedia. URL consultato il ) aprile 2016.
  2. ^ Murale di Dossena (JPG), su valbrembanaweb.it. URL consultato il 9 aprile 2016.
  3. ^ Ignazio Nicoli pittore, Artisti bergamaschi per fra Tomaso. URL consultato il 9 aprile 2015.

BibliografiaModifica

  • Cesare Rota Nodari, Ignazio Nicoli, Ed.Grafica e Arte, 1994
  • Dizionario Comanducci, sec XX

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie