Apri il menu principale

DescrizioneModifica

La fiction racconta la storia dell'ex calciatore Angelo Di Girolamo (personaggio immaginario), che in occasione di un'intervista racconta del suo passato, e attraverso diversi flashback ripercorre la sua gioventù. Trasferitosi con la famiglia da Napoli a Torino in cerca di lavoro, si stabilisce in un quartiere popolare del capoluogo piemontese, nell'immediato dopoguerra. La passione che fin da giovane ha per la squadra del "Grande Torino" lo porterà ad entrare nelle giovanili della squadra omonima, nonostante l'opposizione del padre, diventando grande amico del capitano Valentino Mazzola, bomber di una squadra che riuscì nell'impresa di vincere cinque scudetti consecutivi e che perì con i compagni nel 1949 nella tragedia di Superga.

A causa della morte di tutti i giocatori della squadra, nelle ultime quattro giornate di campionato il Torino è costretto a schierare la formazione Primavera, e così fanno anche le squadre loro avversarie. È così che Angelo debutta in Serie A e segna il suo primo gol, ma a fine stagione deciderà di lasciare il calcio.

Altre fiction sul Grande TorinoModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica