Apri il menu principale
Il bosco
PaeseItalia
Anno2015
Formatominiserie TV
Generethriller
Puntate4
Durata80 min (episodio)
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
RegiaEros Puglielli
SceneggiaturaMizio Curcio, Leonardo D'Agostini, Andrea Nobile
Interpreti e personaggi
FotografiaClaudio Bellero
MontaggioErika Manoni
MusicheAndrea Farri
ScenografiaValerio Girasole
CostumiMary Montalto
ProduttorePietro Valsecchi, Camilla Nesbitt
Casa di produzioneTaodue
Prima visione
Dal20 febbraio 2015
Al13 marzo 2015
Rete televisivaCanale 5

Il bosco è una miniserie televisiva italiana che è stata trasmessa a partire dal 20 febbraio al 13 marzo 2015 su Canale 5. È stata girata a Viterbo e nel resto della Tuscia, anche se alcune scene secondarie sono state girate nel quartiere Cinecittà a Roma. Il bosco del telefilm è quello della Faggeta del Monte Cimino.

TramaModifica

Nina Ferrari è una giovane professoressa universitaria di psicologia, che torna al suo paese natale per scoprire la verità sulla scomparsa di sua madre che l'ha abbandonata vent'anni prima. Viene coinvolta in un incidente d'auto dopo essersi distratta vedendo una ragazza, Samantha, correre nel bosco che circonda il paese, inseguita da uno strano personaggio con un mantello nero. Samantha si rivelerà essere una sua allieva e viene ritrovata morta pochi giorni dopo. Da qui, cominciano una serie di morti. Nina crede che queste siano collegate. Viene aiutata nelle sue indagini da Alex Corso, ex carcerato, accusato di aver ucciso, vent'anni prima, la propria fidanzata, Eleonora, sebbene egli si sia sempre professato innocente. Eleonora fu ritrovata morta proprio nel bosco, ai piedi di un grande albero con uno strano volto scolpito in legno, lo stesso luogo dove scomparve la madre di Nina.

Nina e Alex vengono a conoscenza dello spaccio di droga al campus, il cui responsabile sembra essere Niccolò Brighenti, rappresentante degli studenti della facoltà e figlio del relatore di laurea (oggi medico legale) di Eleonora e Carla, un'altra ragazza ritrovata morta vent'anni prima. La serie di morti sembra essere causata dall'uomo dal mantello nero, che cerca di uccidere anche Nina.

I ragazzi del campus organizzano anche strane feste notturne in una villa nel bosco, dove viene coinvolta anche Marcella, cameriera di un bar e sorella di un meccanico che deve una grossa cifra a Niccolò dopo che questi gli ha dato la droga (in realtà la droga l'aveva presa l'amico Timo). Marcella riesce a scappare dalla pericolosa festa, ma viene raggiunta e uccisa dall'uomo con il mantello nero.

Cesare Fanti era un giornalista, rimasto cieco in seguito a un incidente, che aveva sempre creduto nell'innocenza di Alex e sembra essere a conoscenza dei segreti legati al bosco e alle strane morti avvenute vent'anni prima, insieme alla scomparsa di Cecilia, madre di Nina. Ma, prima che Cesare possa rivelare la verità a Nina e Alex, viene ucciso dallo stesso uomo con il mantello nero.

PersonaggiModifica

  • Nina Ferrari, interpretata da Giulia Michelini, è una giovane professoressa di psicologia, che torna nella sua città natale per insegnare all'università. La morte di una sua studentessa riapre una vecchia ferita legata alla scomparsa della madre, avvenuta vent'anni prima. Inizia quindi un'indagine personale che la porta a fronteggiare un misterioso assassino.
  • Alex Corso, interpretato da Claudio Gioè, è un misterioso ex detenuto accusato ingiustamente di aver ucciso la fidanzata Eleonora Nardi, che invece era scomparsa proprio negli stessi giorni della madre di Nina Ferrari.
  • Luca Damiani, interpretato da Andrea Sartoretti, è un ispettore di polizia che aiuterà Nina Ferrari e non si fida di Alex Corso. Quando in paese viene denunciata la scomparsa di una studentessa, Nina, Damiani e Alex si ritrovano ad indagare insieme.

PuntateModifica

Prima TV Italia
1 20 febbraio 2015
2 27 febbraio 2015
3 6 marzo 2015
4 13 marzo 2015

ProduzioneModifica

La casa di produzione della serie è la Taodue di Pietro Valsecchi, mentre il regista è Eros Puglielli.

LocationModifica

La serie è stata quasi interamente girata nella città di Viterbo, nella sua Università, in varie zone montuose della provincia come il Monte Cimino, nei boschi intorno al Lago di Vico e in luoghi di cultura come Palazzo Farnese. Alcune riprese sono state effettuate anche presso le cascate del Mulino di Saturnia, nella provincia di Grosseto.[1] Come è solita fare Taodue, alcune scene secondarie sono state girate nei pressi del quartiere Cinecittà a Roma.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione