Il commissario Ricciardi

serie televisiva italiana
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio, vedi Commissario Ricciardi.
Il commissario Ricciardi
Il commissario Ricciardi.png
PaeseItalia
Anno2021 – in produzione
Formatoserie TV
Generepoliziesco, giallo, storico, fantastico, noir
Stagioni1
Episodi6
Durata100 min (episodio)
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
RegiaAlessandro D'Alatri
SoggettoMaurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Viola Rispoli
SceneggiaturaMaurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Viola Rispoli, Doriana Leondeff
Interpreti e personaggi
FotografiaDavide Sondelli
MontaggioEmiliano Bellardini
MusichePasquale Catalano
ScenografiaCarlo De Marino (scenografo), Toni Di Pace (arredatore)
CostumiAlessandra Torella
TruccoBarbara Morosetti
Effetti specialiFabio Traversari
ProduttoreGiusi Buondonno, Walter Ingrassia, Fania Petrocchi, Massimo Martino, Gabriella Buontempo
Casa di produzioneRai Fiction, Clemart
Prima visione
Dal25 gennaio 2021
Alin corso
Rete televisivaRai 1

Il commissario Ricciardi è una serie televisiva italiana, trasposizione dell'omonima serie di romanzi di Maurizio de Giovanni. La serie, diretta da Alessandro D'Alatri e scritta da Maurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Viola Rispoli e Doriana Leondeff, è prodotta da Rai Fiction e Clemart, e viene trasmessa in prima visione su Rai 1 dal 25 gennaio 2021.[1]

TramaModifica

La storia, ambientata nella Napoli degli anni trenta in pieno regime fascista, segue le indagini del commissario di polizia Luigi Alfredo Ricciardi; l'uomo vive con la vecchia tata Rosa, che si è occupata di lui fin dalla più tenera età e che, dopo la morte della madre Marta, ne è di fatto diventata la madre affettiva. Ricciardi custodisce un terribile segreto ereditato dalla madre, che chiama il Fatto: è in grado di percepire gli spettri delle vittime di morte violenta (sia incidenti che omicidi) in un'immagine evanescente nei luoghi del decesso, che continuano a ripetere ossessivamente la frase che stavano dicendo o pensando nel momento della morte.

Oltre a Rosa, gli affetti di Ricciardi sono pochissimi proprio a causa della sua maledizione: il brigadiere Raffaele Maione, al quale è legato sin da quando questi perse il primogenito Luca, poliziotto come lui; l'anatomopatologo Bruno Modo, antifascista convinto, che lavora presso l'ospedale dei Pellegrini; Enrica Colombo, una ragazza che abita nel palazzo di fronte, della quale è innamorato.

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 6 2021

Personaggi e interpretiModifica

  • Luigi Alfredo Ricciardi, interpretato da Lino Guanciale.
    Barone di Malomonte, nato e cresciuto tra le montagne del Cilento, Ricciardi è commissario presso la Regia Questura di Napoli. Porta dentro di sé un terribile segreto: la capacità di vedere gli spettri delle vittime di morte violenta (sia incidenti che omicidi) e di ascoltarne le ultime parole o pensieri. Questo dono/maledizione (ereditato dalla madre, la baronessa Marta) gli torna utile nello svolgimento delle indagini, ma lo ha portato a chiudersi in sé stesso divenendo piuttosto introverso e tendente alla solitudine, privandosi anche di una vita affettiva, sebbene coltivi un tenero sentimento verso Enrica, che abita nel palazzo di fronte al suo. Nonostante questo, è dotato di una profonda empatia.
  • Raffaele Maione, interpretato da Antonio Milo.
    Brigadiere, è una delle persone più affezionate e fidate di Ricciardi. Ha vissuto un dolore immenso: la morte del primogenito Luca, agente di polizia, mentre prestava servizio. Ricciardi riuscì a far arrestare i colpevoli della morte del figlio e gli rivelò il suo ultimo pensiero, dedicato proprio all'amato padre. Maione, pur non capendo come Ricciardi potesse saperlo, gli credette e da allora lo segue fedelmente.
  • Bruno Modo, interpretato da Enrico Ianniello.
    È l'unico medico di cui Ricciardi si fida e l'unico che chiama quando ci sono dei delitti ed è necessaria un'autopsia. Antifascista convinto, cinico, schietto e ironico, non ha alcun problema a esporre il proprio pensiero e condivide con Ricciardi la voglia di rendere il paese un posto migliore e di occuparsi delle persone meno abbienti e/o fortunate.
  • Livia Lucani, interpretata da Serena Iansiti.
    Vedova del famoso tenore Arnaldo Vezzi, si avvicina a Ricciardi proprio in occasione della morte del cantante. Bellissima e affascinante, Livia sviluppa un immediato interesse verso il commissario e spera di riuscire a conquistarlo grazie al suo carisma. Nonostante all'apparenza sembri una donna abituata a ottenere tutto, nasconde una grande fragilità interiore.
  • Enrica Colombo, interpretata da Maria Vera Ratti.
    È la dirimpettaia di Ricciardi, una ragazza dall'animo buono ma incredibilmente determinata che ha studiato da maestra e dà lezione a dei bambini nell'appartamento di famiglia. Sua madre Maria si ostina a presentarle dei possibili fidanzati, ma Enrica rimane fedele al suo sentimento verso Ricciardi, sebbene non capisca per quale motivo egli non si faccia avanti. Al contrario il padre Giulio, suo confidente e alleato, ha intuito l'interesse della figlia verso il vicino e la sostiene.
  • Angelo Garzo, interpretato da Mario Pirrello.
    È un vicequestore e diretto superiore di Ricciardi. Arrivista e legato al regime, mal sopporta l'autonomia del commissario e la sua incorruttibilità; eppure, spesso e volentieri si prende il merito dei suoi successi per mettersi in vista con i personaggi dell'alta società, che lo stesso Garzo teme e ossequia nel tentativo di fare carriera.
  • Don Pierino Fava, interpretato da Peppe Servillo.
    È un sacerdote che nutre una grande passione per le opere liriche, col quale Ricciardi stringe un profondo legame.
  • Falco, interpretato da Marco Palvetti.
    È un agente dell'OVRA, la polizia segreta fascista. Ufficialmente è incaricato di garantire la sicurezza di Livia, della quale è segretamente innamorato.
  • Rosa Vaglio, interpretata da Nunzia Schiano.
    È la burbera ma affezionata tata di Ricciardi (del quale si occupa sin da quando era bambino) e prima ancora di sua madre, la baronessa Marta. Vive insieme al commissario e provvede a preparargli la cena; è una donna dall'animo buono e gentile, e ha a cuore la salute del suo "signorino" più di chiunque altro.
  • Lucia Caputo, interpretata da Fabrizia Sacchi.
    È la moglie del brigadiere Raffaele Maione e la madre dei suoi figli. Dopo due anni di lutto a causa della morte del primogenito Luca, ritrova il sorriso grazie al supporto del marito e alla consapevolezza che lasciarsi andare non serve a nulla.
  • Bambinella, interpretato da Adriano Falivene.
    Femminiello dotato di una parlantina irriverente, è stato "graziato" dal brigadiere Maione durante una retata. Da allora, Maione lo consulta occasionalmente durante le indagini, essendo Bambinella una preziosa fonte d'informazioni dato che molti si confidano con lui, e sa praticamente tutto di tutti.

ProduzioneModifica

Le riprese della prima stagione sono partite il 23 maggio 2019[2] e si sono concluse il 30 novembre.[3] Le location della serie comprendono diversi luoghi del Capoluogo partenopeo: il Teatro di San Carlo, il Teatro Sannazaro, il Museo nazionale di Capodimonte, Villa Pignatelli, Reggia di Portici, la Basilica della Santissima Annunziata Maggiore, il Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito e il Caffè Gambrinus.[4] Altre scene sono state girate a Nocera Inferiore,[5] Capua e Taranto.[4]

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora della prima stagione è stata pubblicata da Rai Com il 21 gennaio 2021.[6] Il compositore Pasquale Catalano (chitarre, oud e pianoforte) è stato affiancato da Fabrizio Romano (pianoforte), Antonio Pellegrino, Paolo e Giuseppe Sasso (violini), Claudio Romano (chitarre e plettri), Domenico De Luca (chitarra), Corrado Cirillo (basso) e Riccardo Schmitt (percussioni).[7] La canzone che apre e chiude ciascuna delle sei puntate è Maggio se ne va di Pino Daniele, brano contenuto nel quinto album in studio Bella 'mbriana, pubblicato nel 1982 dalla EMI Italiana.

  1. Il commissario Ricciardi – 1:51
  2. Tema di Enrica – 2:41
  3. Valzer di Bambinella (pt. A) – 2:12
  4. Pianissimo – 2:46
  5. Meglio di maggio – 3:14
  6. Famiglia Maione – 2:02
  7. Tema di Lidia (pt. 1) – 1:51
  8. Questore – 2:05
  9. Creature abbandonate – 2:36
  10. Secondo Ricciardi – 2:38
  11. Enrica sogna (pt. 1) – 1:24
  12. Enrica sogna (pt. 2) – 1:10
  13. Lidia tango – 1:39
  14. Bombid – 2:22
  15. Tata Rosa – 3:34
  16. Strada di casa – 1:48
  17. Lucia Maione – 0:44
  18. Napoli va veloce – 2:18
  19. Raffaele Maione – 2:43
  20. Racconto notturno – 1:32
  21. Fantasmi – 2:52
  22. Ricciardi interroga (pt. 1) – 3:09
  23. Ricciardi interroga (pt. 2) – 3:08

NoteModifica

  1. ^ Lino Guanciale è il "Commissario Ricciardi", RAI Ufficio Stampa, 25 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  2. ^ Danilo Luigi Fusco, Il Commissario Ricciardi: iniziate le riprese della serie con Lino Guanciale, Cinematographe, 14 giugno 2019. URL consultato l'11 gennaio 2021.
  3. ^ Il commissario Ricciardi, finite le riprese: tutto quello che sappiamo sull'uscita, Popcorn Tv, 5 dicembre 2019. URL consultato l'11 gennaio 2021.
  4. ^ a b “Il commissario Ricciardi”, le location della fiction Tv, SiViaggia, 25 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  5. ^ Nella fiction Rai sul "Commissario Ricciardi" anche Nocera tra le location, SalernoToday, 25 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  6. ^ Il commissario Ricciardi (Colonna sonora originale della serie tv), su music.apple.com. URL consultato il 20 febbraio 2021.
  7. ^ La colonna sonora de Il commissario Ricciardi, serie tv trasmessa su Rai 1 dal 25 gennaio 2021: la sigla, le musiche e le canzoni, su Nuove Canzoni. URL consultato il 20 febbraio 2021.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica