Il destino di un principe

film del diretto da
Il destino di un principe
Vittoria Puccini il destino di un principe.jpg
L'Arciduca Ereditario Rodolfo d'Austria (Max von Thun) e La Baronessa Mary Vetsera (Vittoria Puccini), in una scena del film
Titolo originaleKronprinz Rudolf/Kronprinz Rudolfs letzte Liebe
PaeseAustria, Germania, Italia
Anno2006
Formatofilm TV
Generedrammatico, storico
Durata180 minuti; 105 minuti (ridotto)
Lingua originaleinglese
Crediti
RegiaRobert Dornhelm
SoggettoKlaus Lintschinger, Didier Decoin
Interpreti e personaggi
Prima visione
Distribuzione originale
Data2006
Prima TV in italiano
Data17 dicembre 2007
Rete televisivaRai 1

Il destino di un principe è un film per la televisione austro-tedesco-italiano del 2006 diretto da Robert Dornhelm.

TramaModifica

Il film racconta gli ultimi anni della vita del principe ereditario austriaco Rodolfo d'Asburgo fino alla sua tragica morte a Mayerling.

Vengono messi in risalto i difficili rapporti con il padre, l'Imperatore Francesco Giuseppe, nonché l'affettuoso legame con sua madre, l'Imperatrice Sissi; il fallimentare matrimonio con Stephanie del Belgio; nonché le sue relazioni sentimentali con la prostituta Mizzi Kaspar e con la giovanissima baronessa Mary Vetsera, assieme alla quale morirà a Mayerling.

Il film avalla la ricostruzione in base alla quale l'Arciduca si sarebbe suicidato, travolto non solo da un ruolo che gli pesava e lo imprigionava, ma anche dalla delusione dovuta alla scarsa stima che suo padre sarebbe stato solito esprimergli.

ProduzioneModifica

Il film è stato coprodotto da EOS e MR Film per ARD Degeto, ORF e RAI.

Il ruolo principale è interpretato da Max von Thun; da segnalare la presenza di Klaus Maria Brandauer che interpreta il padre del principe, l'Imperatore Francesco Giuseppe, e di Omar Sharif - che interpretò il principe Rodolfo nel film Mayerling del 1968 - nel ruolo del pittore Hans Canon.

TrasmissioneModifica

In Italia è andato in onda lunedì 17 dicembre 2007 alle 21.10 su Rai Uno.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione