Apri il menu principale

Il gendarme e gli extraterrestri

film del 1979 diretto da Jean Girault
Il gendarme e gli extraterrestri
Louis de Funès — Tournage Le Gendarme et les Extra-terrestres — Saint-Tropez, 1978.jpg
Sul set del film (Louis de Funès a destra, in uniforme)
Titolo originaleLe Gendarme et les Extra-terrestres
Lingua originaleFrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1979
Durata92 min[1]
Rapporto1,66:1
Generecommedia, fantascienza
RegiaJean Girault
SoggettoJacques Vilfrid, Jean Girault, Louis de Funès e Gérard Beytout
SceneggiaturaJacques Vilfrid, Jean Girault
ProduttoreGérard Beytout
Casa di produzioneSocieté Nouvelle de Cinema
Distribuzione in italianoTitanus[2]
FotografiaSébastien Chantrel
MontaggioMichel Lewin
Effetti specialiJacques Martin, Georges Pansu, Christian Angé, Frédéric Grosjean, Alain Leroy
MusicheRaymond Lefèvre
ScenografiaJacques Vilfrid
CostumiJacques Cottin
TruccoAnatole Paris, Marie-Madeleine Paris, Anny Arguedas
SfondiMarc Desages
Interpreti e personaggi

Il gendarme e gli extraterrestri (Le Gendarme et les Extra-terrestres) è un film francese del 1979 diretto da Jean Girault. È il quinto film della fortunata serie de I Gendarmi di Saint-Tropez. Il film fu campione d'incassi in Francia nel 1979. In Italia è stato distribuito anche come Il gendarme de Funès e gli extraterrestri[2][3].

Questo film è stato proiettato nelle sale italiane, ma non si trova più la versione doppiata.

Indice

TramaModifica

I membri della gendarmeria di Saint-Tropez rimangono esterrefatti quando si incontrano con i loro doppelgänger in forma di alieni che si dichiarano pacifici. L'arrivo di un disco volante innesca emozione e paura dell'ignoto, facendo arrivare la stampa di tutto il mondo in questa bella e piccola cittadina marittima sulla Costa Azzurra: il problema diventa come riconoscere i gendarmi reali da quelli falsi. Il maresciallo maggiore Cruchot e i suoi colleghi ritengono che questi alieni siano fatti di metallo e che bevano l'olio da macchina.

ProduzioneModifica

Le riprese furono eseguite a Saint-Tropez nel Var nell'estate del 1978.

Ci fu un incidente sul set del film: una cascatrice investì diversi pedoni durante le riprese, con due morti e alcuni feriti.

CastModifica

Jacques François rimpiazza Yves Vincent nel ruolo del Colonnello.

Vi fu la partecipazione del cantante e attore Henri Génès (quale titolare del ristorante Le Cabanon), del comico Pierre Repp (nella parte del meccanico) e di Lambert Wilson (l'alieno che parla con Beaupied), che appare in film per la prima volta. Maria Mauban in questo episodio prende il ruolo dell'attrice Claude Gensac.

I sei poliziotti sono: Louis de Funès, Michel Galabru, Michel Modo, Guy Grosso, Jean-Pierre Rambal (1º gendarme) e Maurice Risch (2º gendarme).

Il maresciallo Gerber, che negli altri episodi si chiama Jerome, qui si chiama Antoine. Sua moglie, chiamata Cecilia nel primo episodio e nel quarto, Gilberte nel terzo, qui si chiama Simone.

Inizialmente Christian Marin e Jean Lefebvre dovevano riprendere il loro ruolo dei gendarmi (Merlot e Fougasse), ma Christian Marin non accettò di riprendere il ruolo a seguito di impegni a teatro poiché aveva deciso di non riprendere più il ruolo di Merlot. Jean Lefebvre non partecipò al film a causa di contrasti tra il regista Jean Girault e Louis de Funès. Furono sostituiti da Maurice Risch (che riprenderà il ruolo nel film successivo), Jean-Pierre Rambal (solo in questo film) e Patrick Préjean (nel film successivo).

Accoglienza e criticaModifica

Il più popolare nella serie dei sei film sui Gendarmi, Il gendarme e gli extraterrestri è stato il più grande successo al box office in Francia nel 1979, attirando un impressionante 6,2 milioni di spettatori in prima uscita.[4] Con 5,6 milioni di biglietti venduti al cinema in Germania, è stato il film francese di maggior successo in tale nazione (al 2012).[senza fonte] Sebbene la formula stesse cominciando a sembrare un po' stanca, estendendo la storia della serie verso la parodia di fantascienza, la produzione ha trovato nuova vitalità. I nostri gendarmi questa volta infatti incontrano gli extraterrestri e le situazioni surreali non mancano. Anche se gli effetti speciali lasciano alquanto a desiderare, specialmente se paragonati a quelli utilizzati in contemporanea da Steven Spielberg, la pellicola è in termini economici un ennesimo trionfo. Va considerato che il film viene girato in un periodo in cui ormai de Funès, a causa della sua malferma salute, partecipa al massimo a una pellicola all'anno.[5] Nella parte finale della carriera (morirà nel 1983) cercherà copioni di maggiore qualità e amplificherà l'abitudine di presiedere al montaggio.[6]

Se non si prende il film troppo sul serio (in effetti sarebbe molto difficile prendere il film sul serio), Il gendarme e gli extraterrestri è una sfuriata comica estremamente divertente. Il film fornisce un farsesco tour de force a Louis de Funès e Michel Galabru, che hanno ormai sviluppato un brillante doppio atto - l'"uomo retto" Galabru a spalla di un de Funès commediante supremo. Quest'ultimo certamente interpreta alcune delle sue gag più esilaranti - vestendosi da suora, schiaffeggiando bagnanti per scoprire se siano alieni o meno (gli alieni sono apparentemente fatti di metallo), per non parlare dell'inserimento di un oggetto appuntito nel posteriore del suo colonnello. E molto altro ancora.[7]

Se per caso o di proposito, il film è una brillante parodia di tutto il genere B-movie di sci-fi, completo di alieni facilmente distruttibili e navicella spaziale in vetroresina, di tipo economico s'intende. Qualsiasi somiglianza a Incontri ravvicinati del terzo tipo (uscito l'anno prima che questo film andasse in produzione) è ovviamente puramente casuale...[7]

SequelModifica

È l'ultimo film di Louis de Funès che morirà dopo le riprese il 27 gennaio 1983 e l'ultima pellicola di Jean Girault che morirà il 24 luglio 1982 durante le riprese, ma il film verrà completato da Tony Aboyantz.

NoteModifica

  1. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Il gendarme e gli extraterrestri, in Fantafilm. URL consultato il 31 luglio 2017.
  2. ^ a b Storia della Titanus - Distribuzione, su titanus.museodelcinema.it. URL consultato il 10 agosto 2017.
  3. ^ Locandina del film (JPG), su filmscoop.it.
  4. ^ botteghino, su CBObox-office.
  5. ^ Edoardo Caroni, Comicità alla francese. Il cinema di Louis de Funès, Bonanno Editore, 2012, pp. 39-40 e 74-75 (ISBN 978-88-7796-856-2)
  6. ^ Rispetto a Il gendarme e gli extraterrestri de Funès asserisce: "[...] quest'ultimo Gendarme è stato scritto e girato troppo di corsa." Citato in E. Caroni, Comicità alla francese. Il cinema di Louis de Funès, p. 40.
  7. ^ a b Cfr. la recensione e critique di James Travers (2001), su Le Gendarme et les extra-terrestres (1979) a French Film Guide (EN) URL consultato 05/12/2013

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica