Il grido (Giorgio Gaber)

Il grido
ArtistaGiorgio Gaber
Autore/iGiorgio Gaberščik
GenereMusica d'autore
Pubblicazione originale
IncisioneUn'idiozia conquistata a fatica
Data1998
EtichettaCarosello Records
Durata5 min : 36 s

Il grido è considerato uno dei brani più drammatici del repertorio gaberiano[1].

Il brano, scritto ed interpretato da Giorgio Gaber, figura per la prima volta nell'album Un'idiozia conquistata a fatica nel 1998 (di cui poi ci sarà una seconda versione l'anno successivo). In questi anni Gaber portò a teatro anche uno spettacolo intitolato Un'idiozia conquistata a fatica in cui vi era l'interpretazione di tale brano.

Il brano poi viene inserito anche nella raccolta postuma del 2006 Con tutta la rabbia, con tutto l'amore.

CoverModifica

Il brano negli anni è stato molto reinterpretato da Paolo Rossi a Noemi a Neri Marcorè ed altri ancora soprattutto al Festival teatro canzone Giorgio Gaber.

Neri Marcorè ne fa una reinterpretazione all'interno dello spettacolo Eretici e corsari[2]

Paolo Rossi reinterpreta il brano alla VI edizione del Festival teatro canzone Giorgio Gaber[1].

«Gaber - spiega Rossi - aveva capito che il privilegio di un artista è una sorta di trasversalità anarchica, sposare l'arte con l'utopia. La maggiore intuizione di Gaber? Il concetto "la libertà è partecipazione", mentre oggi noi siamo spettatori della politica, o peggio ancora tifosi. Che, per definizione, non ragionano.»

Versione di NoemiModifica

Il grido
ArtistaNoemi
Autore/iGiorgio Gaberščik
GenereMusica d'autore
Pubblicazione originale
IncisionePer Gaber... io ci sono
Data13 novembre 2012
EtichettaSony Music
Durata5 min : 36 s

Nel 2012 viene pubblicato l'album tributo a Giorgio Gaber, Per Gaber... io ci sono a cui Noemi partecipa con il brano Il grido. La cantante aveva già interpretato il brano durante l'VIII edizione del Festival teatro canzone Giorgio Gaber.

NoteModifica

  1. ^ a b Gaber anticipò il "grido" dei giovani, su archiviostorico.corriere.it (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  2. ^ Neri Marcorè con "Il grido" a "Eretici e corsari", su laprimaweb.it. URL consultato l'11 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica