Apri il menu principale

Il mago dei numeri

romanzo scritto da Hans Magnus Enzensberger
Il mago dei numeri
Titolo originaleDer Zahlenteufel
AutoreHans Magnus Enzensberger
1ª ed. originale1997
Genereromanzo
Sottogenerefantastico
Lingua originaletedesco
ProtagonistiRoberto
Coprotagonistiil mago dei numeri, Teplotaxl

Il mago dei numeri è un libro per bambini ed adolescenti di Hans Magnus Enzensberger che esplora la matematica.

Questo libro è stato un best seller.[1]

Indice

TramaModifica

Il libro racconta la storia di un ragazzino di undici anni di nome Roberto, stremato dai suoi tremendi incubi, che trova la matematica odiosa e incomprensibile, soprattutto a causa del suo insegnante, il professor Mandibola, un individuo enorme che non fa altro che mangiare ciambelle e assegnare problemi stupidi di matematica. Una notte, in sogno, Roberto incontra un ometto piccolo e rosso che dichiara di essere il Mago dei numeri. Per le dodici notti successive, Roberto continuerà a sognare il Mago e scoprirà in modo divertente le meraviglie della matematica: il Mago richiama la necessità della precisione, ma sottolinea anche che i numeri sono semplici e possono essere anche divertenti. Si parla dello zero, dell'importanza delle potenze: «Eh sì, i numeri sono creature davvero fantastiche. Sai, in fondo di banali non ce ne sono. Ciascuno ha un suo profilo, i suoi segreti. Non si riesce mai a scoprire tutti i loro trucchetti.». Si apre un nuovo universo: le divisioni, le frazioni, i numeri primi, i conigli di Leonardo Fibonacci (che diventano lepri), il triangolo di Tartaglia con le sue magie nascoste, il calcolo combinatorio, l'importanza e la necessità della dimostrazione, gli appassionanti fattoriali.

NoteModifica

  1. ^ Giorello Giulio, Matematica, il bestseller inaspettato, Corriere della Sera, 13 novembre 1997. URL consultato il 2 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2010).

EdizioniModifica

Collegamenti esterniModifica