Il mago di Oz (serie animata)

Il mago di Oz (オズの魔法使い Ozu no mahōtsukai?) è una serie televisiva animata giapponese prodotta da Itoman ed Enoki Films, e realizzata da Panmedia, andata in onda su TV Tokyo dal 6 ottobre 1986, e basata su quattro dei libri di Oz di Lyman Frank Baum.

Il mago di Oz
オズの魔法使い
(Ozu no mahōtsukai)
Il mago di Oz 1986.jpg
I cinque protagonisti
Generefantasy
Serie TV anime
AutoreLyman Frank Baum (dai libri di Oz)
RegiaMasaru Tonogouchi (eps. 1-41), Hiroshi Saitō (eps. 42-52)
SceneggiaturaAkira Miyazaki (eps. 1-26), Takafumi Nagamine (eps. 27-49), Hiroshi Saitō (eps. 50-52)
Char. designShūichi Seki
MusicheK.S. Yoshimura, Takao Naoi
StudioPanmedia, Enoki Films, Itoman
ReteNHK, Tokyo 12, TV Tokyo
1ª TV6 ottobre 1986 – 28 settembre 1987
Episodi52 (completa)
Rapporto4:3
Durata ep.22 min
Editore it.Minerva Video (DVD)
Rete it.Italia 1
1ª TV it.8 settembre 1986 – 9 luglio 1987
Episodi it.52 (completa)
Durata ep. it.22 min
Dialoghi it.Francesco Vivaldi
Studio dopp. it.Mops Film
Dir. dopp. it.Willy Moser

Diversi membri dello staff dell'anime, come il regista Hiroshi Saitō e il character designer Shūichi Seki, lavoravano parallelamente al franchise del World Masterpiece Theater, rendendo così la serie simile nell'impostazione grafica e narrativa ad una di queste produzioni, pur non vedendo la Nippon Animation coinvolta nel progetto.

Lo sceneggiatore Akira Miyazaki aveva lavorato anche al film d'animazione omonimo del 1982.

In Italia venne mandato in onda per la prima volta l'8 settembre 1986 su Italia 1[1][2], anticipando di un mese la trasmissione in patria.

Si tratta inoltre dell'ultimo adattamento della serie di libri prima che diventasse di pubblico dominio nel 1989.

TramaModifica

La serie è suddivisa in quattro archi narrativi, ciascuno basato (talvolta liberamente) su un capitolo diverso dei libri di Oz scritti da Baum.

Il meraviglioso mago di Oz (episodi 1-17)Modifica

Il primo arco narrativo è la trasposizione del primo celeberrimo libro della serie di Oz, Il meraviglioso mago di Oz, concepito inizialmente come un unico romanzo.

Le vicende sono narrate intorno alle avventure di Dorotea, una bambina di 11 anni che vive in una fattoria nel Kansas con la zia Emma e lo zio Enrico, ma durante la loro assenza, a causa di un tifone viene scaraventata insieme alla sua casa e al suo cane Toto in un mondo fantastico chiamato "regno di Oz", capitanato da un potente mago.

Tramite gli abitanti del posto si viene a sapere che in ogni regione posta in ogni punto cardinale diverso vive una strega, due di queste sono buone (la strega del Nord e la strega del Sud) e le rimanenti sono malvagie (quella dell'Est e quella dell'Ovest). La strega dell'Est è stata schiacciata dall'arrivo della casa di Dorotea e per questo la buona strega del Nord dice alla bambina di conservare le sue scarpe, che hanno dei poteri magici, tuttavia il solo desiderio della protagonista è di ritornare nella sua terra d'origine con i suoi zii e allora la buona strega le suggerisce di parlarne con il mago di Oz, che saprà trovare la soluzione migliore.

Dorotea si mette in cammino insieme al suo cagnolino e incontra strada facendo uno spaventapasseri parlante, che ha come desiderio il possedere un cervello, un uomo di latta, che si viene a sapere che è divenuto così con un incantesimo e per questo non ha più il cuore e un leone codardo dotato in compenso della parola, al quale manca invece il coraggio. I tre bizzarri amici si aggiungono al cammino della piccola, sperando di ricevere dallo stesso mago ciò che a loro manca e che desiderano avere, ma al cospetto di questo strano personaggio, che si presenta sotto vari aspetti agli occhi di ciascuno di loro, questi dice loro che realizzerà i rispettivi desideri soltanto se uccideranno la malvagia strega dell'Ovest, che riduce tutti gli abitanti del posto in schiavitù e li trasforma in pietra con orribili incantesimi.

Dopo aver accettato di malavoglia, i quattro si dirigono verso la dimora della strega, ma vengono attaccati per mezzo della stessa, che controlla le menti degli animali con la magia dai lupi prima, poi dalle cornacchie e infine dalle scimmie volanti, che fanno a pezzi l'uomo di latta e lo spaventapasseri, lasciandoli momentaneamente privi di vita. Dorotea e il leone vengono ridotti in schiavitù, fino a quando non scoprono che la strega può essere sconfitta solamente con l'acqua, quindi la ammazzano e fanno riparare lo spaventapasseri e l'uomo di latta, che ritornano in vita. La comitiva torna dal mago di Oz, che si scopre essere soltanto un banale illusionista approdato sulla terra di Oz in seguito alla rottura della sua mongolfiera e che si è conquistato la fama della gente del luogo con l'inganno. Malgrado questo, riesce lo stesso a dare un cervello allo spaventapasseri che in realtà è solo un sacco imbottito di segatura e chiodi, un cuore di legno all'uomo di latta e un intruglio al leone facendolo passare per un miracoloso siero del coraggio e i tre acquisiscono fiducia nelle loro reali capacità.

Il mago tenta di riportare a casa Dorotea con una mongolfiera, ma per un inconveniente la bambina non fa in tempo a salirci sopra, quindi per tornare nella terra natale deve rivolgersi a Glinda, la strega buona del Sud, che le svela i poteri magici delle sue scarpette, tramite cui riesce a farla tornare nell'amato Kansas.

Il meraviglioso paese di Oz (episodi 18-30)Modifica

Il secondo arco narrativo è tratto da Il meraviglioso paese di Oz, scritto da Baum a seguito delle numerose richieste dei lettori.

Dopo qualche giorno però Dorotea tornerà per errore nuovamente nel regno di Oz, dove avrà a che fare con Tip, un bambino che diventerà suo amico e che la riporterà alla città di Smeralda assieme ad una strampalata compagnia formata da una Ragazza Zucca ed un Cavallo Panca con cui salverà lo Spaventapasseri dalla strega Mombi e dalle giovani ribelli capitanate da Ginger, che hanno preso il potere. Tramite un letto magico guidato da una testa di cervo, il gruppo di amici raggiungerà Glinda che li aiuterà a riportare l'ordine e scoprirà che Tip non è altri che la principessina perduta di Oz, Ozma, rapita anni prima dal mago ed allevata dalla perfida Mombi che per mimetizzarla l'aveva trasformata in maschio.

Ozma di Oz (episodi 31-41)Modifica

La terza parte della serie è un adattamento del terzo libro della saga, Ozma di Oz.

Ancora una volta Dorotea torna a casa, ma uno strano ticchettio la riporta ad Oz, dove scopre che l'automa Tic Tac le aveva inviato un segnale d'aiuto. Tramite il nuovo amico, conoscerà la lunatica Langudia, una principessa che cambia frequentemente umore e copricapi (a differenza del romanzo in cui cambia direttamente la testa!) e che la imprigiona. Per fortuna arriva al castello Ozma, assieme allo Spaventapasseri e all'Uomo di Latta, mentre anche il Leone codardo, allertato da un topolino, giunge in soccorso di Dorotea. La vecchia compagnia si ricostituisce e parte per liberare il principe di Ev, rapito dal re degli gnomi. Dopo aver attraversato il deserto, grazie anche all'incontro provvidenziale con la gallina parlante Billina, i nostri eroi raggiungeranno la città sotterranea e le grotte degli gnomi. Il perfido re concederà a Dorotea la libertà solo se uno di loro indovinerà in quale oggetto di ferro è stato trasformato il principe, ma chi sbaglierà diventerà di ferro lui stesso.

L'astuzia dello Spaventapasseri salverà tutti, ma nonostante questo non sarà facile tornare in superficie. Terminata anche questa avventura il gruppo si divide nuovamente. L'Uomo di Latta tornerà a fare il re del popolo dei Gialloni, il Leone raggiungerà la sua foresta, Tic Tac, Billina e il principe andranno da Langudia, mentre Dorotea e lo Spaventapasseri torneranno nella Città di Smeralda.

La città di smeraldo di Oz (episodi 42-52)Modifica

Il quarto ed ultimo arco narrativo passa direttamente al sesto libro della serie di Oz, La città di smeraldo di Oz, saltando quindi il quarto e il quinto capitolo.

La pace a Smeralda dura poco perché il re degli gnomi, deciso a vendicarsi, trova il modo di raggiungere i suoi nemici scavando un tunnel sotterraneo con l'aiuto di un enorme verme mangiarocce. Dorotea e i suoi amici combatteranno senza successo, ma sarà Ozma, diventata regina, a risolvere la situazione. Ristabilito l'ordine, Glinda ricorderà a Dorotea che i suoi zii la aspettano in Kansas e la bambina lascerà per sempre il regno incantato di Oz.

L'anime e i romanziModifica

 
Lyman Frank Baum

La serie animata è la trasposizione di quattro dei libri di Oz, i primi tre: Il meraviglioso mago di Oz (1900), Il meraviglioso paese di Oz (1904), Ozma di Oz (1907) e il sesto La città di smeraldo di Oz (1910). Vengono invece esclusi dalla narrazione il quarto e il quinto libro Il ritorno del mago di Oz e La strada per Oz, rispettivamente del 1908 e 1909.

  • La prima parte della storia segue fedelmente il romanzo originale, tranne che per pochi particolari.
    • Nella serie gli zii di Dorotea sono assenti quando il ciclone si abbatte sulla loro fattoria.
    • Nella serie le scarpette magiche hanno inizialmente un aspetto sgradevole, solo quando calzano ai piedi di Dorotea si trasformano in graziose scarpine d'argento.
    • Nei libri i quattro regni di Oz sono caratterizzati ciascuno da una vegetazione di diversa colorazione, tanto che persino gli abitanti si vestono e dipingono le case a seconda del proprio colore, cosa che non si verifica nell'anime.
    • La strega dell'Est non induce con un incantesimo l'Uomo di latta ad amputarsi gli arti con la sua ascia, ma lo trasforma direttamente in un uomo di latta.
    • Nel libro il mago obbliga gli abitanti della città ad indossare degli occhiali dalle lenti verdi per far risaltare i pochi smeraldi di cui è adornata.
    • La strega dell'Ovest nel libro ha un solo potentissimo occhio, con il quale scruta l'arrivo degli invasori, mentre nell'anime si serve invece di uno specchio magico.
    • Nel romanzo dopo aver fatto attaccare i quattro protagonisti dai lupi e dai corvi, la strega manda loro contro anche uno sciame di api nere che vengono uccise dall'uomo di latta.
    • Dorotea non inciampa nell'asta invisibile della strega perdendo una scarpetta come nel libro. Nella serie è la strega ad inciamparvi, e Dorotea è costretta a cedere alla strega una scarpetta quando questa minaccia di bruciare Toto. Inoltre nel libro Dorothy uccide accidentalmente la strega gettandole un secchio d'acqua, non essendo a conoscenza del suo punto debole come nella serie.
    • Mombi e Tip, due personaggi che verranno introdotti solo nel secondo libro, fanno una prima apparizione successivamente alla sconfitta della strega. Dopo che la maga tenta di rubare il cappello magico di Dorotea, la bambina usa uno dei suoi desideri per far riportare dalle scimmie volanti Tip e Mombi a casa loro.
    • La lotta del Leone contro il ragno nel romanzo ha luogo durante il viaggio verso Glinda, e non nel viaggio di ritorno alla Città di Smeralda come nella serie.
    • Nel libro le Teste a Martello hanno un aspetto più umano rispetto alla serie, in cui hanno le sembianze di creature simili ad altissimi funghi che sbucano dal terreno. Nell'anime i protagonisti sono costretti ad affrontarli da soli senza l'aiuto delle scimmie, avendo già esaurito tutti i desideri del cappello magico.
    • Nella serie poco prima di giungere a Sud il gruppo si imbatte in un gruppetto di gnomi, che appariranno solo nel terzo libro.
  • La seconda parte della serie è abbastanza fedele al secondo capitolo della saga, seppur concedendosi alcune libertà.
    • Le differenze più evidenti del secondo arco narrativo sono l'eliminazione dello Scarabecchio e la reintroduzione di Dorotea/Dorothy nella storia, ella non era infatti presente nel secondo capitolo della serie. La bambina finisce per caso nuovamente ad Oz dopo che Toto recupera una scarpetta mancante, nel libro originale entrambe le scarpette argentate finiscono disperse per sempre nel deserto.
    • Nel doppiaggio italiano Jack Testa di Zucca è una femmina.
    • L'esercito di donne di Ginger/Jinjur viene ridotto da quattrocento a soli quattro membri.
    • Nella serie il Cavallo Panca e il Gump/Gampu non parlano.
    • Durante il viaggio verso Sud il gruppo si imbatte in un covo di draghi, nel libro finivano invece in un nido di gazze.
    • Nei libri Glinda disdegna le trasformazioni, mentre nella serie si tramuta in un'aquila per combattere Mombi sotto forma di drago (nel libro la fattucchiera si trasformava in un grifone e veniva inseguita per il deserto da Glinda in sella al Cavallo Panca).
    • Ginger non si redime spontaneamente ma grazie ad un incantesimo di Glinda.
    • Inoltre nella serie la principessa Ozma sembra essere più piccola di Dorotea di qualche anno, laddove nei romanzi è l'esatto opposto.
  • Le trame del terzo e del quarto arco narrativo si prendono invece numerose libertà. Diversi scenari sono stati modificati o eliminati. Molti personaggi vengono rimossi, cambiati di aspetto o hanno nomi differenti.
    • Dorotea torna per la terza volta ad Oz grazie alle scarpette magiche attivate dall'allarme di Tik Tak, e non durante un naufragio mentre era diretta in Australia con suo zio come nel libro.
    • I Rotatori (chiamati Grog nella versione italiana) sono stati cambiati da numerose creature dispettose e ben vestite, con ruote al posto di mani e piedi, in tre burberi cavernicoli pelosi con dei berrettini, circolanti su monocicli di pietra. Essi sono anche meno minacciosi e attaccano solo se provocati.
    • Tik Tak nella serie, oltre ad essere meno ingombrante e a non possedere la sua caratteristica parlata robotica, è anche molto meno coraggioso. Esclusi i momenti in cui si scarica, il Tik Tok dei libri si dimostra sempre un'efficiente guardia del corpo per Dorothy.
    • Al posto di cambiare teste come nel romanzo la principessa Langudia cambia cappelli a seconda dell'umore. Ella inoltre nella serie non è cugina del principe, ma una semplice serva posta come reggente.
    • Nella serie non sono presenti la Tigre Affamata amica del Leone, e l'esercito di ventisette soldati di Ozma
    • A differenza del libro Ozma non prende parte alla terza avventura nel regno sotterraneo, rimanendo a governare Smeralda.
    • Contrariamente alla serie, nel romanzo la terra di Ev (Eb in italiano) si trova al di fuori dei confini di Oz, oltre il deserto mortale. Nella serie è il territorio degli gnomi ad essere circondato da un deserto di sale, sul quale i personaggi possono peraltro camminare liberamente restando illesi.
    • La gallina Billina non è originaria del Kansas come nel libro, ed ha anche un ruolo molto minore.
    • Nella serie non è presente la cintura magica del Re degli gnomi.
    • Mentre nel terzo libro era presente un gigante di ferro a guardia del regno degli gnomi, nella serie sono presenti due giganti di roccia
    • Gli gnomi, tozzi, tondeggianti e dai sottili arti allungati nei libri, compaiono nella serie come dei tipici gnomi di piccola statura e con cappelli appuntiti.
    • Nel libro il Principe di Ev era stato venduto da suo padre al Re degli gnomi, assieme a sua madre e ai suoi nove fratelli. Nell'anime è stato il Re degli Gnomi in prima persona a rapirlo. Nella serie inoltre non sono presenti né la regina né i fratelli.
    • Chang/Guf è raffigurato come un uomo dai lunghi baffi di etnia asiatica.
    • I Ringhiorabbi vengono sostituiti con Jagor, un unico gigante famelico.
    • Infine l'anime termina con il ritorno definitivo di Dorotea nel Kansas. Nei romanzi Dorothy verrà invece nominata principessa da Ozma e si stabilirà per sempre nella Città di Smeraldo assieme a Toto e agli zii (che nella serie non giungeranno mai ad Oz) dove godranno per sempre dell'immortalità.

DoppiaggioModifica

Il doppiaggio italiano della serie venne effettuato presso lo studio Mops Film sotto la direzione di Willy Moser. Nel 2007 Minerva Video distribuì in DVD quattro film riassuntivi della serie da 95 minuti l'uno: Il meraviglioso mago di Oz, Il meraviglioso mondo di Oz, Ozma di Oz e La città di smeraldo. I fillm erano tuttavia tratti dall'adattamento americano della serie, che presentava una differente colonna sonora oltre all'aggiunta di una voce narrante, e vennero doppiati per l'occasione dalla DEA Digital Editing Audio srl di Milano.

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano

1986

Doppiatore italiano

2007 (DVD)

Dorotea Sumi Shimamoto Rossella Acerbo Tosawi Piovani
Spaventapasseri Yoshito Yasuhara Gino Pagnani Diego Sabre
Uomo di latta Takuzou Kamiyama Renato Campese Riccardo Rovatti
Leone Ichirō Nagai Riccardo Garrone Pietro Ubaldi
Zio Enrico Eisuke Yoda Sergio Gibello Oliviero Corbetta
Zia Emma Haruko Kitahama Elena Magoia Elisabetta Cesone
Perfida strega dell'Ovest Hisako Kyouda Isa Di Marzio Caterina Rochira
Glinda Aiko Konoshima Anna Teresa Eugeni (1ª voce, ep 17)

Claudia Razzi (2ª voce, ep 27-28, 30, 52)

Lorella De Luca
Tip Masako Nozawa Julian Olivieri Orioles Cinzia Massironi
Principessa Ozma Rita Baldini[3]
Ragazza Zucca/Jack Kazuyo Aoki Liliana Jovino Paolo Sesana
Tik Tak/Tik Tok Yuji Mitsuya Gastone Pescucci Oliviero Corbetta
Re degli gnomi Osamu Saka Massimo Dapporto Marco Balzarotti
Mombi Chie Kitagawa Flora Carosello Caterina Rochira
Generale Ginger/Jinjur Hikari Akiyama Anna Teresa Eugeni Debora Magnaghi
Principessa Langudia/Lulù Youko Asagami Liliana Sorrentino
Principe di Eb/Ev Eiko Yamada Corrado Conforti Irene Scalzo
Grande Mago di Oz Tadao Futami Dario Ghirardi Paolo Sesana
Billina Rihoko Yoshida Liliana Jovino Graziella Porta
Strega buona del Nord Mitsuko Tomobe Francesca Palopoli
Brandy/Lord Kaliko Tamio Ōki Manlio Guardabassi Mario Scarabelli
Generale Chang/Guph Jōji Yanami Roberto Del Giudice Marco Balbi
Regina dei topi Fumi Hirano Liliana Jovino
Voce narrante Loredana Nicosia

SigleModifica

Sigle originali inizialiModifica

Sigla finale originaleModifica

  • Maho-no crayon (魔法のクレヨン), testo e musica di Akiko Kosaka, arrangiamento di Seiichi Kyōda, è cantata da Kumiko Osugi e Ema Osugi

Sigla iniziale e finale italianaModifica

EpisodiModifica

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1Dorotea e il ciclone
「ドロシーとたつまき」 - Doroshi totatsumaki
6 ottobre 1986
2Nel paese incantato
「黄色い道」 - Kiiroi michi
13 ottobre 1986
3I nuovi amici di Dorotea
「希望への旅立ち」 - Kibō heno tabidachi
20 ottobre 1986
4L'apparizione degli orsi tigre
「苦難の道」 - Kunan no michi
27 ottobre 1986
5Un profumo mortale
「黒い花」 - Kuroi hana
3 novembre 1986
6Nella magica città di Smeralda
「エメラルドの都」 - Emerarudo no miyako
10 novembre 1986
7Il grande incontro
「西の国の魔女」 - Nishi no kuni no majo
17 novembre 1986
8L'attacco delle scimmie volanti
「ウインキーの戦い」 - Uinki no tatakai
24 novembre 1986
9Le scarpette stregate
「魔女の館」 - Majo no kan
1º dicembre 1986
10Il punto debole della strega
「ねらわれた靴」 - Nerawareta kutsu
8 dicembre 1986
11Mombi e Tip
「モンビとチップ」 - Monbi to chippu
15 dicembre 1986
12Il ritorno a Smeralda
「新しい王様」 - Atarashi i ōsama
22 dicembre 1986
13Il vero volto del mago
「オズ大王の正体」 - Ozu daiō no shōtai
29 dicembre 1986
14La partenza del mago
「とり残されて」 - Tori nokosa rete
5 gennaio 1987
15In viaggio verso il Sud
「南への旅」 - Minami heno tabi
12 gennaio 1987
16Il castello di Glinda
「魔女グリンダの城」 - Majo gurinda no shiro
19 gennaio 1987
17Di nuovo a casa
「グリンダ」 - Gurinda
26 gennaio 1987
18Il mago del circo
「カンサス」 - Kansasu
2 febbraio 1987
19La polvere della vita
「再びオズへ」 - Futatabi ozu he
9 febbraio 1987
20La fuga
「チップはお父さん」 - Chippu hao tōsan
16 febbraio 1987
21L'armata delle giovani ribelli
「ジンジャー将軍」 - Jinja shōgun
23 febbraio 1987
22Il Re spaventapasseri è in pericolo
「かかし王逃げだす」 - Kakashi ō nige dasu
2 marzo 1987
23L'incontro con l'uomo di latta
「木こりは王様」 - Ki koriha ōsama
9 marzo 1987
24Gli incantesimi di Mombi
「モンビの魔法」 - Monbi no mahō
16 marzo 1987
25I prigionieri
「力を合わせて」 - Chikara wo awa sete
23 marzo 1987
26Il letto volante
「ガンプ」 - Ganpu
30 marzo 1987
27Una sconvolgente rivelazione
「助けを求めて」 - Tasuke wo motome te
6 aprile 1987
28Alla riconquista di Smeralda
「再びエメラルド」 - Futatabi emerarudo
13 aprile 1987
29Lo stratagemma di Mombi
「魔法使いモンビ?」 - Mahōtsukai monbi?
20 aprile 1987
30Il segreto di Ozma
「チップの秘密」 - Chippu no himitsu
27 aprile 1987
31Un nuovo amico
「ドロシーとチックタック」 - Doroshi to chikkutakku
4 maggio 1987
32Dorotea prigioniera
「ラングディアの城」 - Rangudeia no shiro
11 maggio 1987
33Avventura nel deserto
「砂漠の旅」 - Sabaku no tabi
18 maggio 1987
34Un amore per Tic Tak
「砂漠のめんどり」 - Sabaku nomendori
25 maggio 1987
35Le rocce viventi
「オズのさい果て」 - Ozu nosai hate
1º giugno 1987
36Nel paese degli gnomi
「地底のノーム」 - Chitei no nōmu
8 giugno 1987
37La legge dell'incantesimo
「王様の難題」 - ōsama no nandai
15 giugno 1987
38L'ultima prova
「王様の好きなもの」 - ōsama no suki namono
22 giugno 1987
39Una terribile trappola
「恐ろしい部屋」 - Osoro shii heya
29 giugno 1987
40Nei labirinti delle caverne
「明りを求めて」 - Akari wo motome te
6 luglio 1987
41Di nuovo sulla terra
「再び地上へ」 - Futatabi chijō he
13 luglio 1987
42Il verme mangia terra
「ノームの反撃」 - Nōmu no hangeki
20 luglio 1987
43La stele magica
「エメラルドの秘密」 - Emerarudo no himitsu
27 luglio 1987
44Nel paese della carta
「チョッキンペットの国」 - Chokkinpetto no kuni
3 agosto 1987
45Un nuovo allegato
「オズの国の刈り入れ」 - Ozu no kuni no kari ire
10 agosto 1987
46Le sorgente dell'oblio
「忘れの泉」 - Wasure no izumi
17 agosto 1987
47La furia di Jagar
「バケクビ暴れる」 - Bakekubi abare ru
24 agosto 1987
48La disavventura di Ciang
「ガフ善人ななる」 - Gafu zennin nanaru
31 agosto 1987
49La nuova regina
「戴冠式」 - Taikanshiki
7 settembre 1987
50L'invasione degli gnomi
「ノーム王の勝利」 - Nōmu ō no shōri
14 settembre 1987
51La battaglia delle uova
「ドロシーがんばる」 - Doroshi ganbaru
21 settembre 1987
52Addio mondo di Oz
「なつかしのカンサス」 - Natsukashino kansasu
28 settembre 1987

NoteModifica

  1. ^ Il mago di Oz, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.  
  2. ^ Radiocorriere TV, su radiocorriere.teche.rai.it.
  3. ^ Rita Baldini, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 29 ottobre 2021.

Collegamenti esterniModifica