Apri il menu principale

Il mondo è una prigione

film per la televisione del 1962 diretto da Vittorio Cottafavi
Il mondo è una prigione
Titolo originaleRacconti dell'Italia di oggi - Il mondo è una prigione
PaeseItalia
Anno1962
Formatofilm TV
Generedrammatico
Durata61 min
Lingua originaleitaliana
Dati tecniciB/N
Crediti
RegiaVittorio Cottafavi
SoggettoGuglielmo Petroni (libro)
SceneggiaturaRomildo Craveri
Interpreti e personaggi
FotografiaGiorgio Abballe
ScenografiaMaurizio Mammì
CostumiMaurizio Monteverde
Casa di produzioneRAI Radiotelevisione Italiana
Prima visione
Dal24 ottobre 1962
Rete televisivaRAI Radiotelevisione Italiana

Il mondo è una prigione è un film per la televisione del 1962 diretto da Vittorio Cottafavi.

TramaModifica

Roma 1943: Guglielmo, viene arrestato dai tedeschi e portato nelle prigioni di via Tasso, perché sospettato di proteggere i membri della Resistenza. Prima di essere condotto nel carcere di Regina Coeli, Guglielmo ed altri detenuti, subiranno lunghe torture che Guglielmo annota nel suo diario fino alla sua liberazione.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione