Il mostro di sangue (film 1959)

film del 1959 diretto da William Castle

Il mostro di sangue (The Tingler) è un film del 1959 diretto da William Castle e interpretato da Vincent Price.

Il mostro di sangue
Il mostro di sanguе (film 1959).png
Una scena del film
Titolo originaleThe Tingler
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1959
Durata82 min
Genereorrore, fantascienza
RegiaWilliam Castle
SceneggiaturaRobb White
FotografiaWilfred M. Cline
MontaggioChester W. Schaeffer
MusicheVon Dexter
Interpreti e personaggi

TramaModifica

Un medico scopre come la morte per paura venga determinata da un organismo mostruoso che si forma nella schiena in seguito a un forte shock, spezzando la spina dorsale della vittima. Isolato il "tingler" nel corpo di una donna morta, il medico sospetta che a provocarne il decesso sia il marito, un operatore cinematografico che l'ha terrorizzata.

PerceptoModifica

 
Poster promozionale del film.

Il regista Castle appare brevemente nella scena d'apertura del film, avvertendo gli spettatori che "alcune sensazioni psichiche sarebbero state anche fisiche"; infatti, nelle sale dove si proiettava il film, su iniziativa del regista, era stato installato il sistema chiamato "Percepto". Alcune delle poltroncine erano state dotate di piccoli vibratori elettrici che, in determinati momenti della proiezione, venivano attivate spaventando gli spettatori, contemporaneamente alle scene clou del film.[1] I motorini provenivano da surplus di materiale aeronautico e facevano parte dei sistemi antighiaccio montati sulle ali degli aeroplani.[2]

Ecco il dialogo originale di Castle da questo prologo:

(EN)

«I am William Castle, the director of the motion picture you are about to see. I feel obligated to warn you that some of the sensations— some of the physical reactions which the actors on the screen will feel— will also be experienced, for the first time in motion picture history, by certain members of this audience. I say 'certain members' because some people are more sensitive to these mysterious electronic impulses than others. These unfortunate, sensitive people will at times feel a strange, tingling sensation; other people will feel it less strongly. But don't be alarmed— you can protect yourself. At any time you are conscious of a tingling sensation, you may obtain immediate relief by screaming. Don't be embarrassed about opening your mouth and letting rip with all you've got, because the person in the seat right next to you will probably be screaming too. And remember— a scream at the right time may save your life.»

(IT)

«Sono William Castle, il regista del film che state per vedere. Mi sento in dovere di avvertirvi che alcune delle sensazioni, alcune delle reazioni fisiche che proveranno gli attori sullo schermo, saranno vissute, per la prima volta nella storia del cinema, anche da alcuni membri di questo pubblico. Dico "alcuni membri" perché alcune persone sono più sensibili di altre a questi misteriosi impulsi elettronici. Queste persone sfortunate e sensibili, a volte, sentiranno una strana sensazione di formicolio; altre persone lo percepiranno meno intensamente. Ma non allarmatevi: potete proteggervi. Ogni volta che siete consapevoli di una sensazione di formicolio, potete ottenere un sollievo immediato urlando. Non vergognatevi di aprire la bocca per sfogarvi, perché probabilmente anche la persona seduta accanto a voi urlerà. E ricordate: un urlo al momento giusto può salvarvi la vita.»

(William Castle, introduzione al film Il mostro di sangue[1])

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Leeder Murray, Collective Screams: William Castle and the Gimmick Film, in The Journal of Popular Culture, vol. 44, n. 4, Wiley Periodicals, Inc., 2011, pp. 773–74, 785.
  2. ^ (EN) Goosepimple Saga With Seats to Suit, in Variety, 29 luglio 1959, p. 19.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica