Apri il menu principale

Il nano e la strega

film di animazione del 1973 diretto da Gioacchino Libratti
Il nano e la strega
Il nano e la strega.jpg
Una scena del film
Titolo originaleIl nano e la strega
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1973
Durata67 min
Genereanimazione, erotico
RegiaGioacchino Libratti
SoggettoGiovanni Magheri
SceneggiaturaGiorgio Terzi, Giovanni Magheri, Claudio Monti
FotografiaClaudio De Angeli
MontaggioMassimo Antonelli
MusicheCoriolano Gori
Doppiatori originali

Il nano e la strega è un film del 1973 diretto da Gioacchino Libratti.

È il primo lungometraggio erotico a cartoni animati italiano, che tenta di inserirsi nel solco aperto in quegli anni da cartoni per adulti come Fritz il gatto. Il film è stato firmato da Libratti per motivi di censura, ma in realtà la regia è dell'animatore Gibba, pseudonimo di Francesco Maurizio Guido.

TramaModifica

La maga Merlina, un'orribile vecchia, viene a conoscenza dallo zio mago Magozio della possibilità di divenire bella se si accoppierà più volte con il nano Pipolo, sessualmente superdotato. Il nano si rifiuta e fugge, nascondendosi prima in un circo, poi nella foresta di Sherwood insieme alla banda di Robin Hood, che lo proclama duce. Pipolo, suonando per errore le campane, dà il segnale della rivolta che si conclude con la cacciata dell'usurpatore. Merlina e Pipolo, rotto l'incantesimo, tornano alla loro antica condizione di principessa bellissima e principe e si sposano. Pipolo, tornando normale, ha però perso la propria eccezionale virilità. Merlina chiede per l'ultima volta consiglio a Magozio che invita a scegliere: o un Pipolo normale e impotente, o un nano minuscolo ma superdotato. I due scelgono la seconda possibilità.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema