Il piacere e l'amore (film 2006)

film del 2006 diretto da Nuri Bilge Ceylan
Il piacere e l'amore
Piacereelamore-Ceylan.png
Ebru Ceylan e Nuri Bilge Ceylan in una scena del film
Titolo originaleIklimler
Paese di produzioneTurchia, Francia
Anno2006
Durata101 min
Generedrammatico
RegiaNuri Bilge Ceylan
SoggettoNuri Bilge Ceylan
SceneggiaturaNuri Bilge Ceylan
ProduttoreZeynep Özbatur, Fabienne Vonier (co-produttore), Cemal Noyan (co-produttore), Nuri Bilge Ceylan (co-produttore)
Produttore esecutivoLaurent Champoussin, Gülay Rosset
Casa di produzioneCo Production, NBC Film, Pyramide Productions
Distribuzione in italianoBiM Distribuzione
FotografiaGökhan Tiryaki
MontaggioAyhan Ergürsel, Nuri Bilge Ceylan
Interpreti e personaggi

Il piacere e l'amore (Iklimler) è un film del 2006 scritto e diretto da Nuri Bilge Ceylan, che ne è anche interprete protagonista.

TramaModifica

Il docente universitario İsa e la sua compagna Bahar, che lavora nella produzione di serie televisive, sono in vacanza estiva al mare. Il rapporto è in crisi. Mentre visitano antiche rovine e trascorrono una serata con gli amici, i due hanno un momento di buon umore. Sulla spiaggia, poco dopo, İsa suggerisce a Bahar di vivere separati per un po'. Mentre i due tornano in città in moto, lei gli copre improvvisamente gli occhi con le mani, causando un incidente, nel quale nessuno dei due riporta gravi ferite. La coppia si separa e Bahar gli dice di non chiamare.

In autunno, dopo l'estate, a Istanbul, İsa si mette di nuovo in contatto con una donna, Serap, con la quale ha già tradito Bahar e che ha una relazione con una sua conoscente. Arriva l'inverno e İsa sogna una vacanza al sole, ma vola invece ad Ağrı, la nevosa provincia orientale della Turchia, dove Bahar lavora come direttrice artistica girando una serie televisiva in loco. Lui cerca di riconquistarla, ma lei rifiuta le sue avances. Più tardi, lei si reca nella sua stanza d'albergo e i due passano la notte insieme, ma al mattino lui vola via da solo.

DistribuzioneModifica

Il film è stato presentato in concorso al 59º Festival di Cannes, dove ha vinto il Premio FIPRESCI.[1]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Iklimler (2006) - Awards, su imdb.com, IMDb. URL consultato il 3 novembre 2013.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema