Il popolo dei sogni

album di Dolcenera del 2006
Il popolo dei sogni
ArtistaDolcenera
Tipo albumStudio
Pubblicazione3 marzo 2006
Durata41:10
Dischi1
Tracce10
GenerePop rock
Pop
Rock
EtichettaAmarena Music, Around the Music, Edel
ProduttoreLucio Fabbri
Registrazione2005-2006
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[1]
(vendite: 80 000+)
Dolcenera - cronologia
Album precedente
(2005)
Singoli
  1. Com'è straordinaria la vita
    Pubblicato: 14 marzo 2006
  2. Piove (condizione dell'anima)
    Pubblicato: 22 settembre 2006
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Musica e dischi[2] 3.5/5 stelle

Il popolo dei sogni è il terzo album della cantautrice italiana Dolcenera. È uscito nel marzo 2006, a un anno di distanza da Un mondo perfetto, il precedente lavoro dell'artista salentina.

Il discoModifica

L'album viene pubblicato il 3 marzo 2006, durante la partecipazione di Dolcenera al 56º Festival di Sanremo con il singolo di lancio Com'è straordinaria la vita. Il disco ha sonorità rock, piuttosto vicine a quelle del precedente lavoro, Un mondo perfetto. Nel brano E la luna sale su è tuttavia presente qualche lieve venatura jazz.[3] Gli arrangiamenti sono di Dolcenera, ad eccezione del brano Emozioni, arrangiato da Lucio Fabbri.

Nei testi si riconoscono invece la rabbia e l'inquietudine della cantautrice, che in questo lavoro afferma di raccontare non solo le sue storie personali (come ad esempio accade in Com'è straordinaria la vita), ma soprattutto le vicende di persone con le quali si è trovata a contatto per lungo tempo.[4]

L'unica vera canzone d'amore del disco è Piove (condizione dell'anima): per il resto, hanno grande spazio i temi sociali. In particolare, nel brano Resta come sei Dolcenera parla di omosessualità, rivolgendosi a Laura, una ragazza innamorata dalla sua migliore amica, che fatica ad affrontare i pregiudizi delle persone che la circondano.[3] La canzone L'Amore (Il mostro) parla invece di pedofilia, assumendo il punto di vista di un bambino violato che grida la sua rabbia al proprio sfruttatore. Il brano è stato usato anche per una campagna di sensibilizzazione sul problema del turismo sessuale, promossa da Emma Bonino.[5]

All'interno del disco è presente anche una cover del brano A Wolf at the Door, scritto e interpretato dai Radiohead per il loro disco Hail to the Thief del 2003. Il testo in italiano è stato scritto dalla stessa Dolcenera ed è intitolato Il luminal d'immenso (l'ombra di lui): si è trattato della prima volta in cui la celebre band inglese ha autorizzato la pubblicazione di un suo brano con un testo diverso (in seguito anche Vasco Rossi avrebbe fatto una cosa simile, scrivendo il testo della sua canzone Ad ogni costo sulle musiche di Creep); la cantante salentina ha dichiara inoltre di aver ricevuto dai Radiohead dichiarazioni di stima per il lavoro svolto su questo brano.[3] Il testo in italiano è ispirato alla storia di Marilyn Monroe: il titolo riprende con un gioco di parole i versi del poeta Giuseppe Ungaretti, facendo un chiaro riferimento al barbiturico che uccise l'attrice statunitense.[6] Il testo racconta di attacchi di ansia e di panico, della visione di ombre che si avvicinano alla protagonista della canzone e, infine, della "pace del cuore" provocata dall'effetto sedativo della medicina.[7]

Il disco contiene altre due cover: America di Gianna Nannini, cantata per la prima volta da Dolcenera durante la finale di Music Farm[4] e portata in tour per tutto il 2005 (ne era già stata pubblicata una versione dal vivo nel singolo Continua tratto dal precedente album),[8] e una versione dal vivo di Emozioni di Lucio Battisti. Questa stessa versione del brano è stata poi inserita nella compilation Innocenti evasioni 2006, raccolta di cover di vari artisti, interamente dedicata alla memoria di Battisti.[9]

Il disco contiene anche una dedica da parte di Dolcenera: si tratta della citazione di Marcel Proust, che dice «la musica è comunicazione… la comunicazione delle anime».[7]

TracceModifica

CD (Edel 0170452)[10]
  1. Com'è straordinaria la vita – 3:54 (Dolcenera, Lorenzo Imerico, Roberto Pacco)
  2. Giusta o sbagliata – 3:34 (Dolcenera)
  3. Piove (condizione dell'anima) – 4:04 (Dolcenera, Francesco Sighieri, Alberto Cacciapuoti)
  4. Il Luminal d'immenso (L'ombra di lui) – 3:20 (Thom Yorke, Jonny Greenwood, Ed O'Brien, Colin Greenwood, Philip Selway, Dolcenera)
  5. L'amore (Il mostro) – 4:40 (Dolcenera)
  6. Resta come sei – 4:25 (Dolcenera)
  7. Il popolo dei sogni – 4:28 (Dolcenera)
  8. E la luna sale su – 3:44 (Dolcenera)
  9. America – 3:51 (Gianna Nannini, Mauro Paoluzzi)
  10. Emozioni – 5:06 (Mogol, Lucio Battisti) – dal vivo

I singoliModifica

Com'è straordinaria la vitaModifica

Il primo singolo dell'album è un brano che parla di come la vita crea e distrugge allo stesso tempo. Un inno alla vita che può sorprenderti ed ingannarti, l'importante è non smettere mai di voler vivere, combattere contro i problemi e cercare la felicità.

Piove (condizione dell'anima)Modifica

Il brano parla della pioggia come condizione dell'anima. Nel testo viene citata Milano, sovrastata spesso da un cielo grigio, lo stesso cielo che rispecchia il nostro cuore quando finisce una storia d'amore. A volte per dimenticare una persona importante proviamo a ricordare i suoi difetti e trasformare l'amore in odio... ma è praticamente impossibile.

Il Luminal d'immenso (L'ombra di lui)Modifica

All'interno del disco è presente anche una cover del brano A Wolf at the Door, scritto e interpretato dai Radiohead per il loro disco Hail to the Thief del 2003. Il testo in italiano è stato scritto dalla stessa Dolcenera. La cantante salentina ha dichiara inoltre di aver ricevuto dai Radiohead dichiarazioni di stima per il lavoro svolto su questo brano.[3] Il testo in italiano è ispirato alla storia di Marilyn Monroe: il titolo riprende con un gioco di parole i versi del poeta Giuseppe Ungaretti, facendo un chiaro riferimento al barbiturico che uccise l'attrice statunitense.[6] Il testo racconta di attacchi di ansia e di panico, della visione di ombre che si avvicinano alla protagonista della canzone e, infine, della "pace del cuore" provocata dall'effetto sedativo della medicina.

ClassificheModifica

L'album si aggiudica in una sola settimana il disco d'oro e in seguito conquista anche il disco di platino per le oltre 80.000 copie vendute.[1][11]

Posizioni massimeModifica

Classifica (2006) Posizione
Italia[12] 16

Andamento nella classifica italianaModifica

Andamento nella Classifica FIMI Album
Settimana 01
[13]
02
[12]
03
[14]
04
[15]
05
[16]
06
[17]
07
[18]
08
[19]
09
[20]
10
[21]
11
[22]
12
[23]
13
[24]
14
[25]
Posizione 42 16 18 26 25 30 39 41 58 46 81 68 71 89

MusicistiModifica

Di seguito sono riportati i credits tratti dal libretto ufficiale dell'album:

  • Dolcenera - pianoforte (tutti i brani tranne America); sintetizzatore in Il luminal d'immenso (L'ombra di lui); organo Hammond in Il popolo dei sogni
  • Roberto Gualdi - batteria (tutti i brani tranne Emozioni)
  • Francesco Li Causi - basso in Com'è straordinaria la vita
  • Massimo Varini - chitarra (tutti i brani tranne Il popolo dei sogni e Emozioni); basso in L'amore (Il mostro)
  • Lucio Fabbri - chitarra in Com'è straordinaria la vita, Il luminal d'immenso (L'ombra di lui), Il popolo dei sogni e E la luna sale sù; basso, sitar, violino e viola in Piove (condizione dell'anima); basso in Il popolo dei sogni
  • Antonio Petruzzelli - basso in Giusta o sbagliata
  • Paolo Costa - basso in Il luminal d'Immenso (L'ombra di lui) e America
  • Andrea Anzalone - cello in L'amore (Il mostro)
  • Marco Ricci - contrabbasso in Resta come sei e E la luna sale sù
  • Orchestra "Associazione italiana musicisti" diretta da Lucio Fabbri in Emozioni

NoteModifica

  1. ^ a b Sanremo 2009 - Dolcenera, RAI. URL consultato il 7 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2011).
  2. ^ Antonio Orlando, Il popolo dei sogni ***1/2, su musicaedischi.it. URL consultato il 7 maggio 2011.
  3. ^ a b c d Simone Slug Zizzari, Dolcenera, l'intervista di Excite, musica.excite.it, 7 aprile 2006. URL consultato il 7 maggio 2011.
  4. ^ a b Francesco Belais, Il gayo mondo di Dolcenera, www.culturagay.it, 30 aprile 2006. URL consultato l'8 maggio 2010.
  5. ^ Infanzia violata: Emma Bonino presenta con Dolcenera e Stella Pende il libro-shock di Somaly Mam, "Il silenzio dell'innocenza", www.emmabonino.it, 24 ottobre 2006. URL consultato il 7 maggio 2011.
  6. ^ a b Dolcenera: ‘Nel mio nuovo disco una cover dei Radiohead’, Rockol.it, 3 marzo 2006. URL consultato l'8 maggio 2010.
  7. ^ a b Discografia - Il popolo dei sogni, www.dolcenera.com. URL consultato il 6 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  8. ^ Un inedito e una rarità nel nuovo singolo di Dolcenera, Rockol.it, 6 ottobre 2005. URL consultato il 7 maggio 2011.
  9. ^ Innocenti Evasioni 2006, MTV, 20 giugno 2006. URL consultato il 7 maggio 2011.
  10. ^ Dolcenera - Il popolo dei sogni - Cd di Dolcenera, www.ibs.it. URL consultato il 7 maggio 2011.
  11. ^ I CANTANTI DEL 59° FESTIVAL DI SANREMO - Dolcenera, www.linksanremo.it. URL consultato il 7 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2011).
  12. ^ a b Classifica FIMI dal 03/03/2006 al 09/03/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2011).
  13. ^ Classifica FIMI dal 24/02/2006 al 02/03/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  14. ^ Classifica FIMI dal 10/03/2006 al 16/03/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  15. ^ Classifica FIMI dal 17/03/2006 al 23/03/2006[collegamento interrotto], FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010.
  16. ^ Classifica FIMI dal 24/03/2006 al 30/03/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  17. ^ Classifica FIMI dal 31/03/2006 al 06/04/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  18. ^ Classifica FIMI dal 07/04/2006 al 13/04/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  19. ^ Classifica FIMI dal 14/04/2006 al 20/04/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  20. ^ Classifica FIMI dal 21/04/2006 al 27/04/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  21. ^ Classifica FIMI dal 28/04/2006 al 04/05/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  22. ^ Classifica FIMI dal 05/05/2006 al 11/05/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  23. ^ Classifica FIMI dal 12/05/2006 al 18/05/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  24. ^ Classifica FIMI dal 19/05/2006 al 25/05/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  25. ^ Classifica FIMI dal 26/05/2006 al 01/06/2006, FIMI. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock