Il prezzo del potere

film del 1969 diretto da Tonino Valerii
Il prezzo del potere
Il prezzo del poterе.png
Una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneItalia
Anno1969
Durata108 min
Rapporto2,35:1
Generewestern
RegiaTonino Valerii
SoggettoMassimo Patrizi
SceneggiaturaMassimo Patrizi
ProduttoreBianco Manini
Produttore esecutivoBianco Manini
Casa di produzioneFilms Montana, Patry Film
Distribuzione in italianoC.I.D.I.F.
FotografiaStelvio Massi
MontaggioFranco Fraticelli
MusicheLuis Bacalov
ScenografiaCarlo Leva
CostumiGiorgio Desideri
TruccoWalter Cossu
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il prezzo del potere è un film del 1969 diretto da Tonino Valerii.

TramaModifica

Il presidente degli Stati Uniti James A. Garfield alla vigilia di una visita a Dallas è al centro di un complotto organizzato dal governatore dello Stato e dal banchiere Pinkerton, con la complicità dello sceriffo Jefferson che mira alla sua eliminazione.

Scoperti da Willer, lo uccidono, e il cadavere di questi viene ritrovato dal figlio William Willer, detto Bill, un texano che ha combattuto volontario nell'esercito unionista proprio sotto il comando di Garfield. Cercherà di scoprire gli assassini del padre e quelli del presidente, insieme al suo amico ed ex commilitone Jack Donovan e ad Arthur McDonald, un agente dello United States Secret Service.

Riferimenti ad avvenimenti accadutiModifica

Un Presidente degli Stati Uniti di nome James A. Garfield è esistito davvero, tuttavia non è morto a Dallas ma è stato anche lui assassinato. Eletto alla Casa Bianca il 4 marzo 1881 ci resta poco più di tre mesi, poiché Il 2 luglio di quell'anno infatti viene ferito gravemente a Elberon, nel New Jersey, dal revolver dell'avvocato disoccupato Charles Guiteau e muore il 19 settembre dopo due mesi di agonia.

ProduzioneModifica

DistribuzioneModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema