Il ritorno di Arsenio Lupin (film)

film del 1959 diretto da Yves Robert
Il ritorno di Arsenio Lupin
Titolo originaleSigné Arsène Lupin
Paese di produzioneFrancia, Italia
Anno1959
Durata102 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia, giallo
RegiaYves Robert
SoggettoMaurice Leblanc
SceneggiaturaJean-Paul Rappeneau, Yves Robert, Diego Fabbri
ProduttoreAlain Poiré
Produttore esecutivoFrançois Chavane, Moris Ergas
Casa di produzioneCharone, Film Costellazione Produzione, Lambor Films, Société Nouvelle des Établissements Gaumont
Distribuzione in italianoCineriz
FotografiaMaurice Barry
MontaggioGilbert Natot
MusicheGeorges Van Parys
ScenografiaRobert Clavel
CostumiGeorgette Fillon
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il ritorno di Arsenio Lupin (Signé Arsène Lupin) è un film del 1959 diretto da Yves Robert.

È il seguito de Le avventure di Arsenio Lupin del 1957.

TramaModifica

Al ritorno dalla Grande Guerra Arsenio Lupin riprende la propria "attività" di ladro. Ancora una volta l'obiettivo sono dei dipinti rinascimentali. Durante il colpo alla villa di Enghien il fido La Ballu fugge portandosi via un solo dipinto. In seguito lo stesso ruba un dipinto fiammingo lasciando sul muro la firma "Arsenio Lupin". Su un treno Lupin scopre che anche la ragazza che corteggia, Aurelia, ha rubato un dipinto dello stesso genere dei primi due. Non impiega molto a capire la correlazione: i tre quadri messi vicini formano un rebus, il quale indica il nascondiglio del tesoro dell'Ordine del Toson d'oro.

Luoghi delle ripreseModifica

Tra i luoghi scelti per le riprese vi è Firenze; in particolare vengono ripresi Palazzo Vecchio, la Fontana del Nettuno, l'Ercole e Caco e Ponte Vecchio.

DistribuzioneModifica

Il film uscì in Francia l'11 novembre 1959; in Italia il 20 gennaio 1960.

CuriositàModifica

Tra il tesoro dell'Ordine vengono menzionati dei veri e famosi diamanti, tra i quali:

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema