Il varco
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2019
Genereguerra, storico
RegiaFederico Ferrone, Michele Manzolini
SoggettoFederico Ferrone, Michele Manzolini
SceneggiaturaFederico Ferrone, Michele Manzolini, Wu Ming 2
ProduttoreClaudio Giapponesi
Casa di produzioneKiné
Distribuzione in italianoIstituto Luce Cinecittà
FotografiaAndrea Vaccari
MontaggioMaria Fantastica Valmori
Doppiatori originali

Il varco è un film di finzione costruito con materiali d'archivio, sia ufficiali che inediti, della Seconda guerra mondiale. Il film è stato presentato in anteprima alla 76ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, nella sezione Sconfini.[1]

TramaModifica

1941, un soldato italiano parte per il fronte sovietico. L'esercito fascista è alleato di quello nazista, la vittoria appare vicina. Il convoglio procede tra i canti e le speranze. La mente del soldato torna alla malinconia delle favole raccontategli dalla madre russa. A differenza di molti giovani commilitoni, lui ha già conosciuto la guerra, in Africa, e la teme. Il treno attraversa mezza Europa, avventurandosi nello sterminato territorio ucraino. All'arrivo dell'inverno l'entusiasmo cade sotto i colpi dei primi morti, del gelo e della neve. I desideri si fanno semplici: non più la vittoria, ma un letto caldo, del cibo, tornare a casa. L'immensa steppa spazzata dalla tormenta sembra popolata da fantasmi.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (IT) Il varco - Sconfini, su labiennale.org. URL consultato il 19 agosto 2019.
  2. ^ (IT) ANNECY CINEMA ITALIEN 37 - Il palmares, su cinemaitaliano.info. URL consultato il 30 settembre 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema