Apri il menu principale

Illusione anatra-coniglio

tipo di illusione ottica
L'illusione "anatra-coniglio".

L'illusione anatra-coniglio (in inglese: duck-rabbit illusion) è una rappresentazione figurativa proposta nel 1892 dallo psicologo statunitense Joseph Jastrow, per illustrare una forma di illusione ottica[1]. La figura è composta da una unica immagine che, alternativamente, può essere interpretata percettivamente come la testa di un'anatra (che guarda verso sinistra) oppure di un coniglio (che guarda verso destra).

Questa illusione ottica è stata oggetto di commento da parte del filosofo, logico ed epistemologo Ludwig Wittgenstein, nelle sue Philosophische Untersuchungen[2], da parte dello storico dell'arte Ernst Gombrich[senza fonte], nonché dall'epistemologo T. Kuhn il quale, ne "La struttura delle rivoluzioni scientifiche", parla di "riorientamento gestaltico" a proposito del passaggio da un "paradigma" scientifico ad un altro[senza fonte].

NoteModifica

  1. ^ Jastrow, J. "The Mind's Eye." Popular Sci. Monthly 54, 299-312, 1899.
  2. ^ Wittgenstein, L. Philosophical Investigations. Oxford, England: Blackwell, pp. 165-166, 1953/1958

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica