Apri il menu principale

Imposta sul reddito delle società

imposta proporzionale e personale che si ottiene tramite applicazione di un'aliquota unica, la cui entità, variata nel corso degli anni, è fissata al 24%, dalla Legge di stabilità del 2016

L'imposta sul reddito delle società (IRES) è una imposta proporzionale e personale che si ottiene tramite applicazione di un'aliquota unica, la cui entità, variata nel corso degli anni, è fissata al 24%, dalla Legge di stabilità del 2016.

L'IRES, istituita col decreto legislativo n. 344/2003, ha sostituito l'imposta sul reddito delle persone giuridiche (IRPEG) ed è entrata effettivamente in vigore il 1º gennaio 2004.

Indice

Soggetti passiviModifica

Ai sensi dell'articolo 73 del Testo unico delle imposte sui redditi (DPR 22 dicembre 1986, n. 917), sono soggetti passivi dell'IRES:

Andamento aliquota d'imposta nel tempoModifica

Periodo d'imposta Aliquota Imposta
2019 24% IRES
2018 24% IRES
2017 24%[1] IRES
2016 27,5% IRES
2015 27,5% IRES
2014 27,5% IRES
2013 27,5% IRES
2012 27,5% IRES
2011 27,5% IRES
2010 27,5% IRES
2009 27,5% IRES
2008 27,5%[2] IRES
2007 33% IRES
2006 33% IRES
2005 33% IRES
2004 33% IRES
2003 34% IRPEG
2002 36%[3] IRPEG
2001 36% IRPEG
2000 37% IRPEG

Reddito imponibileModifica

Il reddito imponibile ai fini IRES è il reddito d'impresa individuato dall'art.83 del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR), a meno che non si tratti di enti non commerciali (di cui al n. 3 dell'elenco sopra esposto), i quali imputano i propri redditi alle categorie previste per l'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche), con esclusione del reddito da lavoro autonomo e del reddito da lavoro dipendente; alla stessa metodologia sono soggette anche le società e gli enti commerciali non residenti, che non abbiano una stabile organizzazione in Italia (in caso abbiano uno stabile sistema organizzativo, tutto il reddito sarà nuovamente imputato a "reddito d'impresa").
Regole particolari sono previste per la tassazione per trasparenza e per il consolidato fiscale.

NoteModifica

  1. ^ Art. 1, comma 61, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di stabilità 2016).
  2. ^ Art. 1, comma 33, lettera e) della Legge 24 dicembre 2007, n. 244.
  3. ^ Istruzioni Modello Unico 2003: "Nel rigo RN10, colonna 1, va indicato il reddito soggetto ad aliquota ordinaria del 36% e, colonna 2, la relativa imposta. Qualora il presente modello venga utilizzato dai soggetti con periodo d’imposta in corso alla data del 1º gennaio 2003, in colonna 1 va indicato il reddito soggetto ad aliquota ordinaria del 34% per effetto della modifica apportata all’art. 91 del Tuir dall’art. 4 della legge 27 dicembre 2002, n. 289 e, in colonna 2, la relativa imposta."

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica