Apri il menu principale

In fondo al viale/Laura dei giorni andati

singolo dei Gens del 1968
In fondo al viale/Laura dei giorni andati
ArtistaGens
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1968
GenereBeat
Beat
EtichettaDet
Registrazione1968
Formati45 giri
Gens - cronologia
Singolo precedente

In fondo al viale/Laura dei giorni andati è il primo 45 giri del gruppo messinese dei Gens, pubblicato dalla Det nel 1968.

Le due canzoni sono edite dalle edizioni musicali CAM, che erano di proprietà della famiglia Campi come la casa discografica Det.

In fondo al vialeModifica

Il testo è di Salvatore Trimarchi e Cesare Gigli, mentre la musica è di Gianni Marchetti.

La canzone è ambientata in un viale (nel testo del brano non è specificato in quale città), dove all'angolo vi è un bar, ed il testo, oltre a descrivere il luogo, parla di una ragazza che piace al protagonista, che la aspetta appunto in fondo al viale.

La canzone ha vinto il III Torneo EuroDavoli, regalando grande popolarità ai Gens, ed ha partecipato al Cantagiro 1969.

Il viale della canzone è il Viale San Martino ed il Bar che si trova proprio in fondo al viale, è il Bar Progresso. Il Viale San Martino rappresenta per Messina la via centrale dove si svolgeva e si svolge tuttora la vita sociale degli abitanti. "In fondo al viale" è una canzone dove un ragazzo ed una ragazza si incontrano e si innamorano, in quel "caffè dove la gente che non sa che cosa fare".

Laura dei giorni andatiModifica

Scritta da Roberto Vecchioni per il testo e da Andrea Lo Vecchio per la musica, è una ballata con sonorità beat.

Nel titolo e nel testo il cantautore usa per la prima volta un nome, Laura, che ricorrerà in seguito in altre sue canzoni: Canzone per Laura (da Ipertensione), Ridi Laura e Bei tempi.

Questo brano fu inserito nella colonna sonora del film Plagio, diretto da Sergio Capogna (con Mita Medici e Ray Lovelock).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica