Apri il menu principale

In the Wee Small Hours

album di Frank Sinatra del 1955
In the Wee Small Hours
ArtistaFrank Sinatra
Tipo albumStudio
Pubblicazioneaprile 1955
Durata48:41
Dischi1
Tracce16
GenereSwing
Jazz
EtichettaCapitol Records
ProduttoreVoyle Gilmore
Registrazionemarzo 1954 - marzo 1955
NoteIl primo LP a 12 pollici fu distribuito anche come due 10 pollici
Certificazioni
Dischi d'oro1
Frank Sinatra - cronologia
Album precedente
(1954)

In the Wee Small Hours è un album del crooner statunitense Frank Sinatra, pubblicato nel 1955 dalla Capitol Records.

Indice

Il discoModifica

L'album, inizialmente uscito in due vinili da 10 pollici, è il primo 12 pollici di Sinatra[senza fonte], e anche il primo che contenga canzoni scritte appositamente per questo disco.[non chiaro] Viene considerato il concept album definitivo del cantante, la realizzazione di un progetto che si data al 1946.[senza fonte]

Il tema principale dell'album è l'amore perduto (probabilmente a causa della rottura di Sinatra con Ava Gardner)[1][2] e tutte le canzoni sono caratterizzate da un'atmosfera notturna e sofferta.[1][2] La stessa copertina del disco aiuta a rafforzare questa sensazione, raffigurando un Sinatra pensoso in una via di città completamente deserta.

L'album si apre con il pezzo eponimo, appena composto, poi prosegue con i soliti standard.

Nel 2003 l'album è stato messo al 101º posto della lista dei 500 migliori album di tutti i tempi, classifica redatta dal magazine Rolling Stone.[3] Inoltre l'album è il primo nel libro 1001 Albums You Must Hear Before You Die di Robert Dimery. Nel 2007, la rivista TIME ha scelto In the Wee Small Hours come uno dei The All-TIME 100 Albums. L'album raggiunse la seconda posizione nella classifica Billboard 200[senza fonte], vinse il Disco d'oro negli Stati Uniti ed il Grammy Hall of Fame Award 1984[senza fonte].

TracceModifica

Lato AModifica

Testi e musiche di autori vari.

  1. In the Wee Small Hours of the Morning – 3:00 (Bob Hiliard, David Mann)
  2. Mood Indigo – 3:30 (Barney Bigard, Duke Ellington, Irving Mills)
  3. Glad to Be Unhappy – 2:35 (Rodgers & Hart)
  4. I Get Along Without You Very Well – 3:42 (Hoagy Carmichael, Jane Brown Thompson)
  5. Deep In A Dream – 2:49 (Jimmy Van Heusen, Eddie Delange)
  6. I See Your Face Before Me – 3:24 (Arthur Schwartz, Howard Dietz)
  7. Can't We Be Friends? – 2:48 (Kay Swift, Paul James)
  8. When Your Lover Has Gone – 3:10 (Einar Aaron Swan)

Durata totale: 24:58

Lato BModifica

Testi e musiche di autori vari.

  1. What Is This Thing Called Love? – 2:35 (Cole Porter)
  2. Last Night When We Were Young – 3:17 (Harold Harlen, Ted Koehler)
  3. I'll Be Around – 2:59 (Alec Wilder)
  4. Ill Wind – 3:46 (Harold Arlen, Ted Koehler)
  5. It Never Entered My Mind – 2:42 (Rodgers & Hart)
  6. Dancing On The Ceiling – 2:57 (Rodgers & Hart)
  7. I'll Never Be The Same – 3:05 (Frank Signorelli, Gus Kahn, Matty Malneck)
  8. This Love Of Mine – 3:35 (Frank Sinatra, Henry Sanicola, Sol Parker)

Durata totale: 24:56

MusicistiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b David Toop, Oceano di suono, Costa&Nolan, 1995, p. 110.
  2. ^ a b Giorgio Moltissanti, In the Wee Smaal Hours - Limited Edition - Frank Sinatra, in Rumore Magazine #227, dicembre 2010.
  3. ^ Frank Sinatra, 'In the Wee Small Hours' - Rolling Stone, su rollingstone.com. URL consultato il 5 maggio 2014.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz