Apri il menu principale

Indiscreto

film del 1958 diretto da Stanley Donen
Indiscreto
Indiscreto.png
Titolo originaleIndiscreet
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1958
Durata100 min
Generecommedia
RegiaStanley Donen
SceneggiaturaNorman Krasna
FotografiaFreddie Young
MontaggioJack Harris
MusicheRichard Rodney Bennett, Ken E. Jones
CostumiChristian Dior, Pierre Balmain
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Indiscreto (Indiscreet) è un film in Technicolor del 1958 diretto da Stanley Donen.

TramaModifica

Anna Kalman, una celebre attrice teatrale, delusa da tutti gli spasimanti, incontra Philip Adams, un affascinante diplomatico della Nato. Tra i due si sviluppa una intensa relazione sentimentale, nonostante Adams riveli alla Kalman di essere già sposato.

Tutto sembra andare per il meglio se non fosse che Anna viene informata dalla sorella che Philip in realtà non ha moglie e che - malgrado sia sinceramente innamorato di lei - ha finto di essere sposato perché è contrario al matrimonio ma non potendo dichiararlo apertamente adotta questo sotterfugio. Anna, offesa dall'inganno, organizza un finto incontro con uno spasimante allo scopo di essere sorpresa da Philip e chiudere la relazione con una vendetta. Ma le cose non vanno come ha immaginato.

ProduzioneModifica

Il film è tratto da "Kind Sir", un testo teatrale di Norman Krasna presentato a Broadway una decina di anni prima con protagonisti Charles Boyer e Mary Martin e la direzione di Joshua Logan.

Non appena si pensò di realizzare la versione cinematografica per il ruolo della protagonista si fecero i nomi di Marilyn Monroe e Jayne Mansfield, mentre per il protagonista quello di Clark Gable.

Poi la scelta cadde su Ingrid Bergman e l'attrice, che aveva appena vinto l'Oscar per Anastasia e quindi era stata perdonata per la sua fuga in Italia, accettò senza esitazione anche per poter recitare a fianco del suo grande amico Cary Grant.

Una scena in particolare venne girata in split screen: i due amanti stanno conversando al telefono ognuno nel proprio letto, lei a Londra lui a Parigi, ma giocano con le mani come se fossero davvero vicini e potessero toccarsi. L'anno dopo questa idea venne ripresa nel film Il letto racconta con protagonisti Rock Hudson e Doris Day.

RiconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2013033810 · WorldCat Identities (ENno2013-033810
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema