Ingeborg di Danimarca

principessa danese

Principessa Ingeborg di Danimarca, lingua svedese: Ingeborg Charlotta Carolina Friederika Louisa (Copenaghen, 2 agosto 1878Stoccolma, 11 marzo 1958), era la figlia di Federico VIII di Danimarca e la nonna materna di Harald V di Norvegia e Baldovino e Alberto II del Belgio.

Ingeborg di Danimarca
Ingeborg of Sweden.jpg
Ingeborg di Danimarca fotografata nel 1921
Duchessa di Västergötland
Stemma
Stemma
In carica27 agosto 1897 –
11 marzo 1958
PredecessoreTitolo creato
SuccessoreVittoria di Svezia
Nome completoIngeborg Charlotta Carolina Frederikke Louise
italiano: Ingeborg Carlotta Carolina Federica Luisa
NascitaPalazzo di Charlottenlund, Copenaghen, Danimarca, 2 agosto 1878
MorteStoccolma, Svezia, 11 marzo 1958
SepolturaCimitero Reale, Solna
PadreFederico VIII di Danimarca
MadreLuisa di Svezia
ConsortePrincipe Carlo, duca di Västergötland
FigliMargherita
Marta
Astrid
Carlo

BiografiaModifica

 
Il luogo di nascita della Principessa Ingeborg, il Palazzo di Charlottenlund

La Principessa Ingeborg nacque il 2 agosto 1878 nella residenza di campagna dei suoi genitori, il Palazzo di Charlottenlund, a nord di Copenaghen. Era la seconda figlia e la quintogenita del principe ereditario Federico di Danimarca, e di sua moglie, la principessa Luisa di Svezia[1]. Suo padre era il figlio maggiore del re Cristiano IX di Danimarca[1] e Luisa d'Assia-Kassel, e sua madre era l'unica figlia del re Carlo XV di Svezia e Norvegia e Luisa dei Paesi Bassi.

La principessa crebbe con i suoi fratelli tra la residenza cittadina dei suoi genitori, il Palazzo di Federico VIII, un palazzo del XVIII secolo che fa parte del complesso del Palazzo di Amalienborg, e la loro residenza di campagna, il Palazzo di Charlottenlund. Contrariamente alla consueta pratica del periodo, in cui i bambini reali venivano allevati dalle governanti, lei e i suoi fratelli vennero cresciuti dalla stessa principessa ereditaria Luisa[2].

 
Ingeborg di Danimarca e le sue figlie

MatrimonioModifica

 
Ingeborg e Carlo di Svezia in una fotografia del 1920

Nel maggio 1897, la principessa Ingeborg fu fidanzata al principe Carlo di Svezia, duca di Västergötland. Il principe Carlo era il terzo figlio maschio di Oscar II di Svezia e Sofia di Nassau.

Si sposarono il 27 agosto 1897 nella cappella del Palazzo di Christiansborg e trascorsero la loro luna di miele in Germania.

La coppia ebbe quattro figli:

Nel 1947, in occasione del loro anniversario di matrimonio, Carlo ammise che il loro matrimonio era stato completamente combinato dai rispettivi padri, e la stessa Ingeborg aggiunse: "Ho sposato un perfetto sconosciuto!"[3].

Ruolo pubblicoModifica

Il matrimonio era popolare perché era la nipote del popolare re Carlo XV di Svezia. Si diceva di lei, che di tutte le principesse straniere sposate nella casa reale svedese, fosse quella più adatta per essere la regina consorte di Svezia[4], e per i primi dieci anni quasi lo era: dal 1897 fino al 1907, la regina Sofia partecipava raramente a eventi pubblici e la principessa ereditaria Vittoria trascorse la maggior parte del suo tempo all'estero per motivi di salute, la principessa Ingeborg ricevette così più incarichi pubblici, svolgendo ufficiosamente gran parte del ruolo associato alla regina consorte[5]. Svolse i suoi doveri di rappresentanza con una combinazione di dignità e cordialità accomodante. Sua cognata, la principessa ereditaria Vittoria, tuttavia, non approvava la sua informalità e una volta osservò: "Non si entra nella camera della principessa ereditaria di Svezia senza bussare, anche se si è la principessa Ingeborg"[6].

Ingeborg era interessata allo sport, in particolare al pattinaggio su ghiaccio, e alla mostra automobilistica di Stoccolma nel 1903, lei e il principe ereditario Gustavo fecero un viaggio dimostrativo spontaneo in un'auto da Scania. Nel 1908, accompagnò il nipote di suo marito, il principe Guglielmo, al suo matrimonio con la granduchessa Maria Pavlovna Romanova in Russia.

MorteModifica

 
La tomba di Ingeborg di Danimarca

Ha vissuto una vita familiare armoniosa e la famiglia era conosciuta come "La famiglia felice". I figli ricevettero un'educazione semplice e ci si aspettava che imparassero i compiti domestici: ad esempio, nella loro casetta dei giochi veniva data loro una vera stufa, sulla quale cucinavano cibo vero. Lei e Carlo hanno vissuto una vita familiare informale e intima con i loro figli.

Ingeborg è stata ammirata per la sua gestione delle difficoltà economiche vissute quando una banca in cui hanno investito è fallita nel 1922 e hanno dovuto vendere la loro casa. Fu ritratta come simbolo di moglie e madre in molte riviste e fu per molti anni il membro più popolare della casa reale.

Nel 1905, il governo norvegese discusse di renderli re e regina di Norvegia, ma Carlo rifiutò l'offerta per l'opposizione paterna alla separazione della Norvegia dalla Svezia. In seguito la scelta dei norvegesi cadde sul fratello maggiore di Ingeborg, che salì al trono col nome di Haakon VII. Politicamente, Ingeborg aveva simpatie democratiche e liberali e non amava i conservatori, opinioni che espresse durante la crisi del governo nel 1918.

Durante la seconda guerra mondiale dimostrò pubblicamente la sua antipatia per la Germania nazista bloccando la finestra della sua casa che si affacciava sull'ambasciata tedesca a Stoccolma[5].

La duchessa di Västergötland morì a Stoccolma l'11 marzo del 1958, all'età di ottant'anni, dopo sette anni di vedovanza. È sepolta nel Cimitero Reale della capitale svedese.

Durante la sua vita ebbe il dolore di vedere morte due delle sue figlie: Astrid morta nel 1935 in un incidente automobilistico in Svizzera e Martha morta nel 1954 vittima di un tumore.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico Guglielmo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg Federico Carlo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck  
 
Federica di Schlieben  
Cristiano IX di Danimarca  
Luisa Carolina d'Assia-Kassel Carlo d'Assia-Kassel  
 
Luisa di Danimarca  
Federico VIII di Danimarca  
Guglielmo d'Assia-Kassel Federico d'Assia-Kassel  
 
Carolina di Nassau-Usingen  
Luisa d'Assia-Kassel  
Luisa Carlotta di Danimarca Federico di Danimarca  
 
Sofia Federica di Meclemburgo-Schwerin  
Ingeborg di Danimarca  
Oscar I di Svezia Jean-Baptiste Jules Bernadotte  
 
Désirée Clary  
Carlo XV di Svezia  
Giuseppina di Leuchtenberg Eugenio di Beauharnais  
 
Augusta di Baviera  
Luisa di Svezia  
Federico d'Orange-Nassau Guglielmo I dei Paesi Bassi  
 
Guglielmina di Prussia  
Luisa dei Paesi Bassi  
Luisa di Prussia Federico Guglielmo III di Prussia  
 
Luisa di Meclemburgo-Strelitz  
 

OnorificenzeModifica

  Membro dell'Ordine dei Serafini
— 22 marzo 1952
  Gran Dama dell'Ordine della Carità

NoteModifica

  1. ^ a b Hugh Montgomery-Massingberd (a cura di), Burke's Royal Families of the World, vol. 1, London, UK, Burke's Peerage Ltd, 1977, p. 71.
  2. ^ Bramsen, 1992, p. 274.
  3. ^ Lars Elgklou: Familjen Bernadotte. En kunglig släktkrönika (The Bernadotte family. A royal family chronicle) (in Swedish)
  4. ^ Staffan Skott: Alla dessa Bernadottar (All of the Bernadottes) (1996) (In Swedish)
  5. ^ a b Ingeborg C C F L, urn:sbl:11950, Svenskt biografiskt lexikon (art av Ragnar Amenius), hämtad 27 February 2015.
  6. ^ Heribert Jansson (1963). Drottning Victoria. Stockholm: Hökerbergs bokförlag

BibliografiaModifica

  • (DA) Bo Bramsen, Huset Glücksborg. Europas svigerfader og hans efterslægt., 2ª ed., Copenhagen, Forlaget Forum, 1992, ISBN 87-553-1843-6.
  • (SV) Lars Elgklou, Familjen Bernadotte. En kunglig släktkrönika.
  • Anna Lerche e Marcus Mandal, A royal family : the story of Christian IX and his European descendants, Copenhagen, Aschehoug, 2003, ISBN 9788715109577.
  • (SV) Staffan Skott, Alla dessa Bernadottar, 1996.
  • http://www.nad.riksarkivet.se/sbl/Presentation.aspx?id=11950[collegamento interrotto]

Altri progettiModifica