Innesto per obiettivi

Con il termine innesto o attacco ci si riferisce all'interfaccia tra macchina fotografica o videocamera ed obiettivo, che può essere caratterizzata da elementi sia meccanici che elettronici.

La femmina dell'innesto a baionetta di una Minolta XD-7 con attacco maschio di un obbiettivo a Minolta MC-Rokkor 58mm 1: 1,4

Questa tecnologia è limitata alle fotocamere in cui il corpo macchina consente l'intercambiabilità degli obiettivi. Tra queste gli esempi più frequenti sono le fotocamera a telemetro, le fotocamere SLR o le cineprese 16 mm o di formati più alti.

Gli innesti sono poi utilizzati per connettere componenti delle ottiche a strumentazioni che potrebbe non prettamente fotografici, come i componenti modulari utilizzati nella prototipazione di laboratorio ottica che si uniscono tramite elementi di montaggio agli attacchi C o T.

Tipologie di attacchiModifica

Un innesto dell'obiettivo può essere un tipo con filettatura a vite, a baionetta o Breech-lock (bloccaggio a culatta o a frizione).

Gli innesti per obiettivi di case produttrici concorrenti (Sony, Nikon, Canon, Contax / Yashica, Pentax, ecc.) sono quasi sempre incompatibili. Oltre alle variazioni dell'interfaccia meccanica ed elettrica, può essere diversa anche la distanza focale dell'inquadratura dal supporto dell'obiettivo alla pellicola o al sensore.

In fotografiaModifica

Gli innesti a filettatura sono più fragili e non allineano l'obiettivo in una posizione di rotazione affidabile, tuttavia tipi come l'attacco C sono ancora ampiamente utilizzati per altre applicazioni come videocamere a circuito chiuso e strumenti ottici.

I moderni attacchi per obiettivi fotografici sono del tipo a baionetta, in quanto tale meccanismo è in grado di allineare con precisione le parti meccaniche ed elettriche tra lente e corpo. Gli innesti a baionetta hanno generalmente un numero di linguette (generalmente tre o quattro) attorno alla base dell'obiettivo, che si inseriscono nei relativi fori della piastra di montaggio presente sulla parte frontale della fotocamera. Una volta inserito, l'obiettivo viene fissato ruotandolo leggermente e si blocca in posizione attraverso un perno a molla, che poi può essere azionato quando si vuole rimuovere l'obiettivo.

In cinematografiaModifica

I due attacchi più diffusi nell'ambito della cinematografia professionale sono l'attacco PL della Arri e l' attacco PV di Panavision.

L'attacco PL è utilizzato sia dalle cineprese digitali professionali ARRI che dalle RED, che fin dal 2012 sono le videocamere professionali più utilizzate nei film girati in digitale.

L'attacco Panavision è invece utilizzato solo dalle ottiche Panavision e quindi sono disponibili solo su videocamere Panaflex o telecamere di terze parti "Panavised" da una casa produttrici collegate alla Panavision. L'attacco PL è preferito dalla maggior parte delle altre fotocamere e produttori di lenti cinematografiche.